Apple

iOS 14, Safari supporta l’accesso ai siti con Face ID: addio password

Safari si prepara a dire addio alla classiche password. Con le future versioni dei sistemi operativi di Apple per iPhone e Mac, il browser di Cupertino supporterà il Face ID e Touch ID come sistemi di autenticazione ai siti web che supportano la funzione. La novità è stata ufficialmente confermata nella nota rilasciata dalla società relativa alla versione beta del browser proprietario con tanto di video per spiegare agli sviluppatori come integrarla sui propri portali.

La funzionalità si basa sullo standard FIDO2 WebAuthn sviluppato dalla FIDO Alliance, associazione nata con l’obiettivo di sviluppare e promuovere uno standard di autenticazione che faccia a meno delle password alfanumeriche. Dopo Google, Facebook, Amazon, Arm, Intel, Microsoft, Qualcomm, Samsung e altri protagonisti del settore tecnologico, anche Apple si è unita all’associazione lo scorso febbraio.

La nuova soluzione, dunque, mira a rendere l’accesso ai siti web più sicuro e allo stesso tempo più rapido. Basterà utilizzare l’impronta digitale o il riconoscimento del volto per accedere a un sito web, invece di digitare username e password. Apple, dunque, si prepara a dire addio ai codici alfanumerici considerati meno sicuri e più vulnerabili dei sistemi biometrici. Ovviamente, questa tipologia di autenticazione sarà sfruttabile solo sui siti web che decideranno di adottarla.

Insomma, Apple espande ancora di più il proprio supporto allo standard FIDO 2. La società californiana, infatti, aveva aggiunto il supporto per le chiavi fisiche per Safari già lo scorso. Dunque, si tratta di una naturale evoluzione di quel processo che potrebbe portare alla scomparsa definitiva delle password alfanumeriche.

Il nuovo iPhone SE 2020 è disponibile su Amazon a partire da 499 euro. Lo trovate a questo link.