Apple

iPhone 12: dalla confezione potrebbe scomparire anche il caricatore

Apple dovrebbe rilasciare quattro nuovi modelli di iPhone 12 entro la fine dell’anno e, nel frattempo, gli analisti della banca britannica Barclays hanno delineato, a seguito di alcune discussioni con diversi fornitori, quelle che potrebbero essere alcune delle novità.

Secondo quanto riferito da MacRumors, gli analisti di Barclays hanno affermato che i prossimi iPhone 12 non includeranno le EarPods nella confezione, così come già previsto da Ming-Chi Kuo lo scorso mese. Ma non è tutto, infatti, perché potrebbe essere rimosso anche l’alimentatore, rendendo così ancora più scarna la già non troppo fornita confezione di vendita. Se questa indiscrezione venisse confermata, il pack sarebbe composto, oltre che dallo smartphone, esclusivamente da un cavo USB-C a Lightning.

Se da una parte ciò aiuterebbe a ridurre l’impatto ambientale dall’altra, milioni di utenti si troverebbero a dover affrontare un ulteriore spesa ed acquistare un nuovo caricatore separatamente se non in possesso di uno compatibile o derivante dagli iPhone magari posseduti precedentemente.

Il costo dell’alimentatore base da 5W è di ben 25 euro a listino Apple  mentre per quello da 18W, introdotto con i modelli Pro della serie 11 si arriva a 35 euro. Siamo certi che tale scelta non renderebbe affatto felici gli utenti che dopo aver speso centinaia di euro per l’acquisto dello smartphone si troverebbero a dover affrontare un ulteriore spesa. Se cosi fosse, si potrebbe rivelare dunque una decisione poco saggia anche se sicuramente non andrebbe ad intaccare in alcun modo le vendite dei nuovi iPhone, considerato che, allo stesso tempo, molte persone dispongono di più di un caricatore di vario genere e che potrebbe essere riutilizzato.

All’inizio di questa settimana poi, sono state condivise alcune immagini relative ad un adattatore da 20W che potrebbe, a ragion di vedute, essere incluso nel box di vendita dei prossimi iPhone 12, contraddicendo così quanto riportato da Barclays.

La stessa Barclays stima anche che la produzione di serie dei modelli di iPhone 12 porti un ritardo di circa 4-6 settimane rispetto al solito. Gli analisti però ritengono che Apple annuncerà, ad ogni modo, la nuova gamma a settembre, ma alcuni modelli potrebbero non essere disponibili all’acquisto sino ad ottobre o novembre, come è avvenuto in passato con l’iPhone X e l’iPhone XR.

Gli analisti si aspettano di vedere i due modelli di iPhone 12 Pro equipaggiati con tre fotocamere unite ad uno scanner LiDAR, introdotto per la prima volta su iPad Pro e che consentirebbe  agli appassionati di cimentarsi in nuove esperienze legate alla realtà aumentata.

Barclays ha anche affermato di aver scovato ulteriori dettagli sugli iPad Pro e non escluderebbe un nuovo aggiornamento hardware entro la fine dell’anno, al momento non si hanno però ulteriori dettagli.  Invece, per le AirPods di terza generazione ci sarà da attendere l’inizio del nuovo anno.

Tutte queste informazioni sono da prendere con le dovute cautele, come è giusto che sia finché non si ha un’ufficialità ma Barclays non è nuova a rivelare in anticipo alcuni dettagli che poi verranno effettivamente annunciati con i nuovi dispositivi. Già in passato avevano previsto l’arrivo del True Tone su iPhone 8 ed iPhone X, la rimozione dell’adattatore jack per le cuffie con i modelli iPhone XS e iPhone XR e l’eliminazione del 3D Touch su tutti i modelli di iPhone 11.

Vedremo se anche questa volta avranno fatto centro o se tutti gli appassionati del marchio dalla mela morsicata continueranno a trovare in confezione il classico alimentatore.

Su Amazon potete trovare l’ottimo iPhone 11 Pro con uno sconto di oltre 150, semplicemente cliccando qui.