Nintendo Switch

51 Worldwide Games | Recensione


51 Worldwide Games – Nintendo Switch
Genere
Board Game
Piattaforma
Nintendo Switch
Sviluppatore
Nintendo
Editore
Nintendo
Data di Uscita
05 Giugno 2020

Quando durante il Direct dello scorso Marzo, Nintendo presentò 51 Worldwide Games, la prima cosa che ci venne in mente fu quel 42 Classici Senza Tempo, uscito ben 14 anni fa su DS. La cura nei dettagli sembrava la stessa, così come la volontà di espandere quel concept e di creare un nuovo punto di riferimento nella nicchia dedicata a quei titoli “sempreverdi”, che dovrebbero essere presenti in ogni libreria videoludica di chi, sovente, si ritrova a condividere momenti di svago assieme ad amici e parenti. Dopo un’intensa, seppur preliminare, prova della nuova produzione di EPD, che già ci aveva fugato ogni dubbio in merito alla bontà di 51 Wordlwide Games, le ultime settimane spese a testare approfonditamente ogni gioco presente in questa raccolta antologica, ci hanno definitivamente convinto sulla solidità di questa peculiare esclusiva per Nintendo Switch.

Un’enciclopedia del gioco

Una volta avviato 51 Worldwide Games per la prima volta, una breve cinematica interattiva, si adopererà nell’accompagnarci nella storia del concetto di gioco nella sua forma più embrionale, istruendoci sull’esistenza di quest’ultimo fin dagli albori della storia dell’uomo e della sua importanza come mezzo di aggregazione e svago. Un simpatico sistema ad avatar (rappresentati come pedine di un gioco da tavolo di fattezze umane) ci permetterà di personalizzare, in maniera molto minimale la nostra futura rappresentazione virtuale e dopodiché ci verrà chiesto di posizionare la nostra pedina personale sulla superficie di un mappamondo, per indicare la nostra provenienza. Un sistema dinamico, e ben confezionato, per permetterci di visionare chi sta giocando, ho ha giocato in passato, a 51 Worldwide Games e poterne confrontare i punteggi nei vari giochi tradizionali. 

Una volta posizionato il nostro avatar, altre pedine inizieranno a popolare il mappamondo. Questi NPC, ribattezzati guide, rappresenteranno le diverse tipologie di giochi che potremmo trovare all’interno di 51 Worldwide Games, suddivise in tradizionali, tattili, per due giocatori e quelli che hanno gettato le basi della Nintendo che conosciamo oggi. Per chi non lo sapesse, infatti, il Colosso di Kyoto, prima di dedicarsi totalmente al settore videoludico, era uno storico produttore, giapponese, di giocattoli e giochi di carte. Le guide si prodigheranno a istruirci con alcuni cenni storici in merito ai giochi da loro presentati e, allo stesso tempo, il menù di selezione ci permetterà di muoverci tra tutti e 51 i giochi in maniera indipendente, senza vincolarci a noiosi “entra ed esci” fra lunghi e tediosi menu di gioco. Le guide, di fatto, ricoprono il ruolo di segnalibri che permetteranno al giocatore di muoversi più facilmente fra le varie macrocategorie presenti in 51 Worldwide Games.

51 Worldwide Games

Addentrandoci in maniera maggiormente analitica in quelli che sono i giochi veri e propri contenuti in questa raccolta, abbiamo apprezzato come Nintendo si sia prodigata nel trovare delle simpatiche soluzioni che vadano a stimolare il giocatore nel provare i vari titoli presenti all’interno di 51 Worldwide Games. Ogni volta che avvieremo uno dei giochi, difatti, un breve scambio di dialoghi fra due pedine, molto basilare e dalla scrittura fin troppo infantile a dire il vero, accompagnerà i tutorial visuali che illustreranno i comandi e le regole. Portare a termine una partita, che non impegnerà quasi mai più di una decina, quindicina, di minuti, sbloccherà un accenno storico legato a quel gioco specifico, andando a comporre, partita dopo partita, una sorta di enciclopedia virtuale dei giochi da tavolo, e di carte, entrati nella tradizione. Si tratta di un basilare, quanto funzionale, sistema a obiettivi atto a stimolare il giocatore singolo a provare, per lo meno, ogni singolo gioco presente in 51 Worldwide Games. Oltre ai fatti storici, infatti, sbloccheremo differenti livelli di difficoltà, tutti rappresentati da una CPU degnamente bilanciata, e modalità di gioco diverse che doneranno a ogni singolo titolo, una profondità, e una longevità, maggiore.

Entrando nello specifico del gameplay di 51 Worldwide Games, ognuno dei giochi presenti ha, ovviamente, meccaniche di gioco differenti e un sistema di controllo univoco che, nella sua semplicità, riesce a risultare sempre stimolante e ha offrire il giusto senso di varietà. In termini di varietà, 51 Worldwide Games offre davvero tantissima scelta al giocatore. Passando da giochi da tavolo classici, come Dama, Scacchi o Forza 4, fino ai canonici solitari, e ai numerosi giochi d’azzardo, con le carte, fino ad arrivare alla pista delle macchinine, il gold, il bowling e il biliardo, difficilmente si rischia di annoiarsi. Ottime le soluzioni, in termini di gameplay, adottate per variegare l’esperienza di gioco. Alcuni titoli funzionano solo in modalità touch, altri esclusivamente utilizzando i Joy-Con separati e altri ancora ampliano i loro tabelloni in maniera analoga a quanto già visto in Super Mario Party, ovvero posizionando numerose Switch, una accanto all’altra, abilitando un futuristico modello multi-schermo. Abbiamo trovato divertente, infine, l’inserimento di alcune sorprese come un cinquantaduesimo titolo dedicato al pianoforte che, come indicato dal nome, offre un’ottava di tasti, in ebano e avorio digitale, per dilettarsi in qualche composizione totalmente estemporanea e fine a se stessa. In sintesi l’offerta di 51 Worldwide Games è davvero varia e ben curata, con un occhio di riguardo ai giocatori solitari che, di norma, mal si sposano con titoli di questa tipologia.

Tutto è più bello quando si gioca assieme

Un comparto online, solido e ben realizzato, completa l’offerta di 51 Worldwide Games con un sistema di matchmaking convincente e in grado di offrire una buona dose di libertà di scelta al giocatore. Si può scegliere fra tre giochi differenti con i quali cercare giocatori da sfidare online e, nel mentre che il matchmaking farà il suo dovere, continuare a fruire dei titoli presenti nella raccolta senza dover restare a fissare lo schermo durante l’attesa. Se non fossero disponibili sfidanti per i giochi scelti, si può optare per accedere alla prima partita disponibile in uno dei 51 titoli presente nel titolo. Durante la nostra prova il matchmaking si è rivelato stabile anche se, come sospettavamo, non sempre si trovano sfidanti per tutti e 51 i titoli presenti a catalogo, dovendo, in svariate occasioni, optare per una sfida casuale che, nella maggior parte dei casi, si trasformava in una partita a carte. Questo potrebbe rivelarsi l’unico, vero, punto debole del comparto online di 51 Worldwide Games. Se non otterrà il meritato successo in termini di vendite, potenzialmente sarà davvero complicato trovare un comparto online variegato. e che riesca a soddisfare la richiesta dei giocatori che non sceglieranno la nuova produzione di Nintendo per dedicarsi solamente ai giochi più celebri. Abbiamo, però, apprezzato come, nei giochi che richiedono più di due partecipanti, il matchmaking riempia con la CPU i posti vacanti in caso l’attesa si rivelasse troppo lunga. Il fatto che gli eventuali partecipanti aggiuntivi siano programmati, di default, alla difficoltà di gioco più alta, rende più bilanciata l’intera esperienza di gioco.

In conclusione non possiamo che essere piacevolmente sorpresi della cura risposta da Nintendo nei confronti della realizzazione di 51 Worldwide Games che, pur non reinventando un genere, si presenta come una raccolta solida e che merita di diventare un potenziale must have per tutti gli amanti del genere. Ovviamente in singolo l’esperienza generale non riesce a risultare soddisfacente sul lungo termine, relegandosi a uno svago estemporaneo da una manciata di minuti al massimo, ma in compagnia il titolo regala ottime emozioni e riesce facilmente, grazie a una libreria di giochi universalmente conosciuti, a offrire  ore e ore di divertimento. Una localizzazione integrale in Italiano e un comparto tecnico di eccellente fattura, completano una produzione che, a sorpresa, merita indubbiamente l’attenzione degli appassionati del genere.

51 Worldwide Games – Nintendo Switch

Libera il tavolo e goditi la vasta collezione di classici senza tempo di 51 Worldwide Games con amici e parenti, di persona o online. Da giochi già in auge nell’antichità a classici dei giorni nostri, passando per rilassanti solitari e frenetici giochi di sport, scopri passatempi che hanno influenzato le civiltà di tutto il mondo!

8
8

Verdetto

51 Worldwide Games è il perfetto punto di giunzione fra i giochi da tavolo analogici e l’universo digitale. Una produzione curata nei minimi dettagli che riesce a ritagliarsi un posto nell’elenco di quelle produzioni che devono essere presenti nella ludoteca di Nintendo Switch. Per quanto l’ultima raccolta antologica di EAD non spicchi, ovviamente, per l’innovazione del soggetto proposto, l’ottima realizzazione generale, unita a un’attenzione nei confronti dei giocatori solitari, rendono 51 Worldwide Games una produzione godibilissima sulla breve, e media, distanza. Il sistema a obbiettivi, unito a una CPU abbastanza agguerrita, riesce a intrattenere degnamente in single player. Un insieme di meccaniche di gioco semplici e variegate, convergono in un gameplay dinamico e sempre differente e la realizzazione grafica minimale, ma attenta ai dettagli, restituisce un’atmosfera da prodotto di qualità che non ci si aspetterebbe da una produzione di questo tipo. Il nostro consiglio, anche se siete poco affini al genere, è quello di dargli ben più di una possibilità… siamo sicuri che rimarrete sorpresi dal numero di volte che vi ritroverete a ingannare qualche quarto d’ora giocando a Klondike.

Pro

- Direzione artistica semplice ma ben realizzata.
- Meccaniche di gioco sempre diverse e ben realizzate
- In compagnia esprime il suo pieno potenziale.
- Interessante il sistema a obbiettivi unito a una difficoltà sapientemente bilanciata

Contro

- In singolo non si rivela eccessivamente longevo
- Alcuni giochi sono vincolati a determinati sistemi di controllo
- Con così tanti titoli a disposizione, il comparto online risulta leggermente confusionario.