Assassin Creed Mirage, arriva la permamorte con un aggiornamento

Ubisoft ha introdotto una nuova modalità chiamata Sfida della Piena Sincronizzazione, ovvero la permadeath, in Assassin's Creed Mirage.

Avatar di Giulia Serena

a cura di Giulia Serena

Editor

Le modalità permadeath stanno attirando molta attenzione in questo periodo, tanto che ora anche Assassin's Creed Mirage si unisce alla moda, con Ubisoft che introduce una nuova modalità chiamata Sfida della Piena Sincronizzazione.

La modalità permadeath di Mirage non solo disconnette il protagonista Basim dalla Baghdad del nono secolo se muore, ma termina anche il gioco se commettete "azioni illegali". Queste includono l'uccisione di cittadini e il deviare dalle posizioni autorizzate sulla mappa. Come spiegato nelle note di rilascio del gioco, se si verificano uno qualsiasi di questi eventi sfortunati, il gioco mostrerà una nuova schermata di morte che visualizza "statistiche del tempo di gioco, totale conflitti, causa della morte, numero di nemici uccisi, grado dell'assassino e difficoltà scelta per giocare".

Se siete propensi al permadeath, tuttavia, completare Assassin's Creed Mirage nella Sfida della Piena Sincronizzazione vi fornirà alcune ottime soddisfazioni: il gioco offre diversi livelli di ricompense in-game per affrontare la sfida, che dipendono dalla difficoltà che scegliete di giocare. Completarlo in modalità facile vi frutterà un talismano, mentre una run normale vi darà un talismano e un nuovo costume. A queste si aggiungono sei nuovi coloranti per costumi se finite il gioco in modalità difficile.

Oltre alla nuova opzione permadeath, l'aggiornamento 1.0.7 aggiunge alcune altre funzionalità: i giocatori possono apparentemente ora indossare qualsiasi costume possiedano come outfit. Inoltre, l'aggiornamento aggiunge un easter egg che, senza rivelare troppo, potrebbe essere a tema felino. Infine, ci sono svariate di correzioni di bug, tra cui "miglioramenti multipli alla stabilità" e "i nemici che suonano il campanello d'allarme sono ora correttamente influenzati dalle bombe fumogene."