10 0 7 Assassin’s Creed III Remastered
Tom's Hardware Italia
PlayStation 4

Assassin’s Creed III Remastered Recensione


Assassin’s Creed III Remastered
Genere
Action RPG
Piattaforma
PS4, Xbox One, PC, Switch
Sviluppatore
Ubisoft
Editore
Ubisoft
Data di Uscita
28/03/2019
Le avventura americane di Connor e Aveline ritornano in 4K e con il supporto alla tecnologia HDR in Assassin's Creed III Remastered.

Remastered. Questa parola non è propriamente amata dai giocatori: negli anni sono state infatti proposte svariate rimasterizzazioni di videogiochi del passato, sia remoto che recente, e spesso si è trattato di mere scelte commerciali, volte a ottenere il massimo profitto con la minima spesa. Eppure, non sono comunque del tutto rari i casi di “lifting” riuscito che hanno riportato all’attenzione del pubblico titoli meritevoli. Assassin’s Creed III Remastered si piazza, per fortuna, in quest’ultima categoria e, dopo lo stesso trattamento destinato a Rogue un anno fa, ora è tempo di rivivere l’epopea del giovane Connor Kenway.

Assassin’s Creed III Remastered, ritorno al passato

Nel quinto capitolo della saga, la lunga lotta fra Assassini e Templari si sposta nel Nord America, durante il periodo della Rivoluzione Americana. Come Ubisoft ci ha già abituato, gli elementi fantascientifici si fondono con la vera storia, permettendoci di incontrare non solo figure storiche dell’epoca, ma anche di partecipare alla nascita degli Stati Uniti d’America. Non avrebbe però senso recensire nuovamente e a sette anni distanza dalla pubblicazione originale Assassin’s Creed III per i propri contenuti, ma certamente possiamo e dobbiamo analizzare nel dettaglio le novità che questa Remastered introduce.

Non si può infatti semplicemente riproporre un gameplay, considerato fresco e innovativo nel 2012, che invece oggi risulta anacronistico, soprattutto dopo gli immensi cambiamenti portati da Assassin’s Creed Origins, che ha praticamente segnato la rinascita della serie, e Odyssey. Per questo motivo, in Assassin’s Creed III Remastered abbiamo delle piccole ma utili modifiche alle meccaniche di base che riescono a rendere l’intera esperienza relativamente più fruibile. Adesso possiamo fischiare anche dai cespugli per attirare i nemici, eseguire una doppia uccisione in basso profilo mentre siamo alle spalle di due avversari ignari, quando attacchiamo furtivamente la lama celata è utilizzata di default anche se abbiamo un’altra arma selezionata, si può mirare liberamente con le armi da fuoco e da lancio e la minimappa mostra la direzione verso cui sono rivolti le guardie e dove si trovano vie di fuga e nascondigli.

Permangono però tutti i difetti storici della serie, in primis un’intelligenza artificiale scarsa e per nulla in grado di offrire un buon livello di sfida. Gran parte dei combattimenti sono infatti sempre risolti con la pressione selvaggia del tasto quadrato, inoltre, la corsa acrobatica, oltre a richiedere di tenere premuto R2, è molto meno precisa rispetto ai capitoli più moderni. In ogni caso, è stato comunque un piacere giocare ad Assassin’s Creed III Remastered sulla nostra PlayStation 4, soprattutto per quello che è il vero cavallo di battaglia di questa edizione: la mole di contenuti. Abbiamo infatti a disposizione pure i DLC Benedict Arnold, Segreti Nascosti e La Tirannia di Re Washington, che introduce un’intera nuova campagna da affrontare sempre nei panni di Connor. Oltre a ciò, la Remastered comprende perfino lo spin-off Assassin’s Creed Liberation HD, in cui impersoniamo l’Assassina Aveline, la prima protagonista femminile della saga.

Apprezziamo che Ubisoft ci dia l’opportunità di visitare le strade di New Orleans, che si aggiungono alla Frontiera, Boston e New York di Assassin’s Creed III, con una veste rinnovata. La grafica è stata infatti rielaborata per entrambi i titoli, anche se bisogna ammettere che i miglioramenti risultano meno incisivi se confrontati con le passate versioni per PC di entrambi i titoli. In ogni caso, le novità più interessanti e d’impatto sono sicuramente il supporto all’HDR e il 4K su PlayStation 4 Pro, Xbox One X e PC. Per chi invece deve accontentarsi delle console “lisce” i cambiamenti sono comunque notificabili anche se inferiori.

Le persone che si muovono in città sono state notevolmente incrementate di numero, la distanza di rendering arriva più lontano, l’illuminazione generale è più credibile e l’originale palette cromatica biancastra è stata abbandonata in favore di una più calda e tendente al giallo dal’effetto più realistico. La resa degli ambienti è quindi davvero migliorata e non solo per la maggiore risoluzione delle texture ma anche grazie alla nebbia volumetrica, ai veri riflessi sulla superficie dell’acqua, alle ombre più nette e ai modelli dei personaggi principali maggiormente dettagliati. Il risultato finale è più che discreto, anche se ci sono assenze e glitch grafici qua e là.

Ad esempio, candele, torce e lampade continuano a non proiettare ombre dinamiche, riducendo la qualità generale dell’interno degli edifici, le ombreggiature non sono mostrate oltre una certa distanza e i modelli tridimensionali più lontani potevano essere meglio particolareggiati. Inoltre, durante la nostra prova abbiamo notato che i visi durante le cutscene sembrano “di plastica” e fin troppo scuri a seconda della direzione della luce, ci sono errori nella proiezione delle ombre sul corpo e la neve a volte scompare e ricompare al nostro passaggio. Sono piccolezze, ma si sarebbe potuto osare di più con Assassin’s Creed III Remastered.

Siamo comunque rimasti soddisfatti dal risultato ottenuto. Non si tratta di una pigra rimasterizzazione ma un tentativo abbastanza riuscito di riproporre un capitolo ormai classico di una saga con più di un decennio di età – anche se purtroppo il multigiocatore online è stato rimosso. Probabilmente chi ha già giocato anni fa ai titoli di questa collezione non sentirà il bisogno di acquistarla, ma ancor oggi restano delle opere in grado di intrattenere per ore nonché un’interessante retrospettiva del passato di Assassin’s Creed.

Assassin’s Creed III Remastered è disponibile su Amazon in versione fisica per PlayStation 4, Xbox One e Nintendo Switch.

Assassin’s Creed III Remastered

Connor e Aveline ritornano in un’unica collezione che comprende Assassin’s Creed III e Liberation entrambi rimasterizzati per sfruttare appieno l’attuale potenza di calcolo e riproporre a giocatori vecchi e nuovi le vicende americane della saga di Ubisoft.

7
7

Verdetto

Assassin’s Creed III Remastered è un prodotto destinato principalmente a coloro che non hanno mai giocato le avventure di Connor e Aveline nell'America del '700. Per quanto le meccaniche siano invecchiate, Ubisoft ha comunque provato ad ammodernarle, affiancandole a una grafica tirata a lucido. Nel complesso il risultato finale è più che accettabile e in grado di divertire svariate ore.

Pro

- Gameplay affinato...
- Impatto visivo migliorato...
- Assassin's Creed III con tutti i DLC più lo spin-off Liberation.

Contro

- ... ma sempre affetto dagli storici difetti.
- ... seppur non in grado di competere con Origins o Odyssey.
- Bene o male sono pur sempre gli stessi Assassin's Creed del 2012.