eSports

Call of Duty Warzone: non sarà usato in un torneo contro il razzismo, Activision rifiuta

Sono tante le organizzazioni esportive che stanno cercando di dare il loro appoggio al movimento scaturitosi in America, Black Lives Matter, cercando di dare il loro contributo nella lotta contro il razzismo. Nelle scorse ore sembra infatti che i 100 Thieves, la squadra con a capo il famoso atleta Nadeshot, abbia fatto richiesta ad Activision di poter utilizzare uno dei loro titoli di punta, Call of Duty Warzone, come titolo principale all’interno di un ampio torneo creato ad hoc per sostenere una raccolta fondi a favore della lotta contro il razzismo.

Sembra però che qualcosa sia andato storto, perché la risposta che il team ha avuto da Activision non è quella sperata. La società ha infatti declinato la proposta senza però ovviamente lasciare alcun commento, la cosa ha creato molto scalpore su Twitter, e i commenti sono andati in un unica direzione, quasi a rimarcare quel messaggio che la stessa azienda ha lasciato all’interno delle lobby di Warzone. Insomma, sembra quasi che la mossa della società non sia piaciuta agli utenti, però ovviamente non possiamo sapere cosa si cela dietro il rifiuto.

I 100 Thieves hanno poi rilasciato uno statement nel quale spiegano che al momento stanno cercando delle soluzioni alternative al problema, proprio perché non si aspettavano il rifiuto da parte della corporazione Americana. Il torneo inoltre prevedeva anche la partecipazione di altri grandi sponsor tra cui CashApp e JBL che non si sono ancora tirati indietro, sta di fatto che l’organizzazione sembra essere rimasta senza main sponsor per un torneo cosi importante.

Staremo a vedere cosa accadrà nei prossimi giorni e se magari Activision tornerà sui suoi passi. Call of Duty Warzone è uno dei titoli più giocati del momento e sembra essere inarrestabile, e molti giocatori lo stanno preferendo anche ad uno dei suoi principali rivali, Fortnite, che proprio in questi giorni ha rilasciato la nuova Stagione, dopo un grandissimo evento che ha raccolto più di 2 milioni di spettatori online su Twitch. Voi cosa ne pensate della questione? Fatecelo sapere con un commento nello spazio qui sotto!

Se volete acquistare il titolo principale, potete farlo su Amazon