PlayStation

Demon’s Souls: PS5 vs PS3, l’incredibile grafica a confronto

Ieri sera Sony Interactive Entertainment ha finalmente mostrato i giochi di PS5 (ecco tutti i trailer), oltre che la console stessa. I nomi messi in campo dalla società sono molteplici, ma a spiccare sono sopratutto i titoli esclusivi. Tra i molti c’è stato spazio per il chiacchieratissimo Demon’s Souls Remake che, come abbiamo scoperto e come si pensava, è stato curato dalle esperte mani di Bluepoint Games (già autori di vari remaster e remake di casa Sony, tra i tanti Shadow of the Colossus). Il gioco è uscito originariamente su PS3 e, ora, alcuni utenti hanno fatto un rapido confronto per immagini tra la versione originale e il remake PS5.

Qui sotto potete vedere molteplici esempi dei passi in avanti fatti dal gioco. Prima di tutto, possiamo vedere un confronto tra il Tower Knight PS3 e quello di Demon’s Souls Remake su PS5. Il modello poligonale è più dettagliato e definito: il design dello scudo risalta molto di più, ad esempio, così come le varie parti dell’armatura del guerriero.

Si passa poi a un ambiente, che mette in mostra veramente quello che un doppio salto generazione può garantire a un videogioco: ambienti più ampi, più elementi a schermo e una gestione dell’illuminazione di qualità nettamente superiore. Sappiamo già, infatti, che Demon’s Souls Remake supporterà il ray tracing, oltre a due modalità grafiche: prestazioni (maggiore frame rate) e qualità visiva (maggiore risoluzione).

L’aumento della mole poligonale permette anche di caratterizzare maggiormente i nemici, non solo gli ambienti. Ad esempio possiamo notare maggiori dettagli sul primo boss del gioco. Bluepoint Games ha chiaramente lavorato con la volontà di potenziare (almeno a livello visivo/stilistico) quella che era l’idea originale di Miyazaki e From Software, purtroppo limitata da PS3. Ancora una volta, inoltre, l’illuminazione permette di rendere lo scontro più evocativo (non vediamo l’ora di vedere uno scontro completo e non solo qualche spezzone).

Nel secondo gruppo di immagini poco sotto possiamo anche vedere dei nemici comuni, degli scheletri guerrieri. Come viene fatto notare dall’utente di Twitter, la nuova versione degli scheletri non è più composta solo da ossa e armatura, ma ci sono parti carne secca: probabilmente la scelta non è solo stilistica, ma anche tecnica, per poter animare in modo dettagliato e credibile il nemico. Il passaggio tecnico e la ricerca di una dettaglio nettamente maggiore rispetto alla versione PS3 potrebbe quindi obbligare il gioco a “subire” delle modifiche, per adattarsi alla nuova console.

Questo confronto tra il remake PS5 e la versione PS3 di Demon’s Souls non fa altro se non sottolineare come il gioco abbia fatto passi in avanti notevoli. Per quanto sia “scontato”, è piacevole vedere quanto il videogame sia migliorato. Speriamo che anche a livello di gameplay e i contenuti siano di qualità.

Se avete voglia di un souls-like, Dark Souls 3 è sempre un’ottima scelta.