Tom's Hardware Italia
Giochi PC

Magic: The Gathering Arena, il simulatore di Magic perfetto?

Dopo tantissimi aggiornamenti Magic The Gathering: Arena sembra essere giunto ad una versione molto simile a quella che sarà distribuita ufficialmente una volta completato il prodotto. L'universo online per i giocatori di Magic è sempre stato problematico, con prodotti ufficiali che non sono stati all'altezza delle aspettative, e prodotti ufficiosi con gli ovvi problemi del […]

Dopo tantissimi aggiornamenti Magic The Gathering: Arena sembra essere giunto ad una versione molto simile a quella che sarà distribuita ufficialmente una volta completato il prodotto. L'universo online per i giocatori di Magic è sempre stato problematico, con prodotti ufficiali che non sono stati all'altezza delle aspettative, e prodotti ufficiosi con gli ovvi problemi del caso.

Wizard ha finalmente deciso di proporre ai giocatori il titolo che tutti volevano: gratuito (con le pur presenti componenti a pagamento dei free-to-play), immediato e comodo. Arena è un passo avanti nella struttura online, che propone eventi del formato Standard – anche se non sono presenti tutte le espansioni al momento – di vario genere.

Al momento una volta creato un account si entra in possesso di una decina di mazzi di diverso colore, con la graditissima possibilità di modificarli e di usarne le carte per creare altri deck secondo le nostre preferenze. Il sistema assistito per creare i propri mazzi funziona in maniera egregia, con una comoda distribuzione automatica delle terre (utile per chi non ha voglia di fare troppi conti) e delle statistiche, che pur non essendo particolarmente approfondite, aiutano a capire alcuni aspetti tecnici del mazzo che i giocatori di Magic più esperti conoscono bene, come ad esempio la curva di mana, la distribuzione di creature/stregonerie/incantesimi e le percentuali dei colori utilizzati.

mtga 1 PNG

Parlando di gameplay non possiamo che citare Hearthstone, che ha chiaramente ispirato gli sviluppatori sotto molti aspetti, a partire da quello estetico delle arene di gioco, arrivando ai clue visivi che aiutano un giocatore a capire cosa sta facendo. Pur trattandosi di Magic, gioco di carte noto per molte cose, ma non certo per la brevità delle partite (Burn e Aggro permettendo), le partite scorrono piuttosto velocemente grazie a una buona gestione delle complesse meccaniche del titolo. 

Nonostante alcuni elementi risultino ancora poco intuitivi (uno su tutti, la scelta di quanto pagare un costo di mana non fisso), e a volte si perdano parecchi minuti per un paio di giocate, generalmente Arena offre un'esperienza non frustrante sia per gli esperti che per i novellini.

mgta 2 PNG
Il nostro UW Control in tutta la sua gloria

Al momento le espansioni disponibili sono: Dominaria, Rivals of Iaxalan, Iaxalan, Hour of Devastation e Amonketh. I match che è possibile effettuare vanno dal classico 1vs1 classificato passando per il draft – ultima novità introdotta – e per il Quick Constructed, dove possiamo giocare fino a 7 match con lo stesso mazzo aumentando le ricompense per ogni vittoria (e terminando il gioco quando perdiamo 3 partite in totale).

La gestione della valuta in-game prevedere due monete. La prima è il classico oro che viene ottenuto vincendo partite o completando quest giornaliere (come ad esempio lanciare 20 magie di colore rosso), la seconda sono le gemme, che possono essere acquistate con denaro reale o vinte tramite il draft. Il costo dei pacchetti non è particolarmente elevato (1000 monete d'oro), e il contenuto apprezzabile: 5 carte comuni, 2 non comuni e una carta rara o leggendaria, incluse le wildcard delle quali parleremo più avanti.

mtga 3 PNG

Le "wildcard" sono delle speciali carte neutre alle quali corrisponde solo un valore in termini di rarità (non comune, rara, leggendaria) e che possono essere utilizzate per fabbricare delle carte specifiche. Con una wildcard rara, potremo quindi creare una carta rara a nostra scelta, a patto di possederne già almeno una copia nella nostra collezione. Una volta aperte abbastanza bustine potremo anche ottenere la ricompensa del forziere, che contiene svariate wildcard (una volta aperto, il contatore torna allo 0%).

Nonostante i già citati difetti ancora da limare, Arena è un gigantesco passo nella giusta direzione per l'online di Magic: The Gathering, da sempre punto debole del gioco di carte più famoso del mondo. Un titolo di questo tipo è tuttavia valido solamente quanto il supporto che gli viene dato dagli sviluppatori, con l'introduzione di nuove espansioni, tipologie di partite, e magari anche formati (chi ha detto Modern?).

Speriamo quindi che Arena possa affermarsi come punta di diamante dell'online di Magic, passando anche per il gioco mobile, che grazie agli insegnamenti di Hearthstone sembra finalmente anche alla portata di Magic.


Tom's Consiglia

Dominaria è una fantastica espansione, e se trovate la carta giusta, vi ripagate tutta la spesa.