Giochi PC

Recensione Life is Strange Before the Storm, episodio 1

Life is Strange: Before the Storm, Episodio 1, "Svegliati"

 

Life is Strange è un titolo entrato nel cuore degli appassionati di videogiochi. Before the Storm si fa carico dell'onere di reggere le aspettative di coloro che hanno giocato l'originale, raccontando la storia di Chloe prima del ritorno di Max ad Arcadia Bay.

Il compito di Deck Nine è arduo: creare il prequel di uno dei titoli più amati degli ultimi anni. La magia di Life is Strange si racchiude tutta nella scenggiatura del titolo, costruito su personaggi fantastici, momenti di incredibile impatto emotivo e una colonna sonora a dir poco perfetta.

Before the Storm è ambientato qualche tempo prima di Life is Strange, e ha come protagonista Chloe, che abbiamo già avuto modo di conoscere nel primo capitolo della saga. Scopriamo assieme se Deck Nine è riuscita a mantenere le aspettative dei giocatori con Life is Strange: Before the Storm.

Graffiti, birre e insulti

maxresdefault

Ricordate la dolce Max? Insicura, timida e appassionata di fotografia? Beh, scordatevela. Chloe è l'esatto opposto di Max: una ragazza determinata, ribelle e impulsiva. Anche se in Before the Storm il suo personaggio è ancora lontano da quello che vediamo in Life is Strange, la Chloe di questo capitolo non è comunque molto lontana dalla ragazza dai capelli blu che vediamo nell'originale. La coppia di protagoniste questa volta è formata dalla già citata Chloe Price e dalla "Laura Palmer" di Life is Strange, la famosissima Rachel Amber. 

L'avventura di Before the Storm presenta una sostanziale differenza rispetto a Life is Strange: Chloe non può riavvolgere il tempo per cambiare le scelte fatte, e ogni nostra decisione è destinata a perdurare. Già nel primo capitolo, chiamato "Svegliati", capiamo subito che il personaggio che muoviamo è totalmente diverso: Chloe è una ragazza allo sbando, e questo influisce su ogni dialogo che facciamo e scelta che compiamo. Vandalizzare la città con i graffiti? Fatto. Rubare dei soldi? Fatto. Rompere una bottiglia in testa a qualcuno? Certo che si può!

Le meccaniche di Before the Storm ricalcano in buona sostanza quelle viste in Life is Strange, le uniche modifiche sono l'assenza del "riavvolgimento" e la possibilità di Chloe di convincere qualcuno tramite un mini gioco di botta e risposta dove va scelta la frase migliore da dire, assolutamente fantastico, grazie all'indubbio carisma della protagonista, che abusa verbalmente (e anche fisicamente) di chi non è d'accordo con lei.

Thelma & Louise

LiS BTS E32017 Screenshot03 1497257262
Non ci metterete molto ad affezionarvi a Rachel

La scelta di fare un prequel non è piaciuta a tutti, visto anche il cambio di team dietro allo sviluppo. I dubbi relativi alla scrittura del titolo tuttavia vengono ben presto fugati, grazie ad una meticolosa cura dei personaggi e dei dialoghi, che non snatura per nulla quello che abbiamo visto nel titolo originale. 

Il personaggio di Chloe in particolare, non ancora del tutto maturo (se mai lo sarà, direte voi), sorprende in positivo, dandoci modo di conoscere meglio la ragazza che abbiamo visto in Life is Strange. Molti degli insensati comportamenti che abbiamo visto, prendono senso grazie a questo capitolo, e alla scoperta del mondo di Chloe prima del ritorno di Max ad Arcadia Bay. Scopriamo anche il personaggio di Rachel Amber, togliendo quella patina di mistero che l'ha avvolta durante i cinque episodi del gioco originale: un personaggio inaspettatamente vicino alla Chloe che abbiamo già conosciuto, e dalla quale la ragazza assorbirà alcuni caratteristici tratti della sua personalità.

Non vogliamo ovviamente parlare della trama, dato che ogni piccolo dettaglio potrebbe rovinare questa fantastica esperienza, ma ci soffermiamo almeno per un attimo sul fatto che, pur essendo un prequel, Before the Storm riesce a mettere in tavola grazie a questo capitolo e soprattutto nel finale, vari momenti emozionanti e misteriosi. Insomma, la fine di "Svegliati" lascia il giocatore con l'irrefrenabile voglia di mettere subito mano al secondo capitolo, un po' come accadde con l'originale Life is Strange.

Un passo indietro e due avanti

LiS BTS SC6

A livello tecnico Before the Storm è praticamente allo stesso livello dell'originale, e se non fosse per le telecamere che a volte risultano decisamente odiose, almeno su PlayStation 4, non avrebbe particolari pregi o difetti sotto questo punto di vista. 

La colonna sonora risulta assolutamente all'altezza del precedente, con momenti veramente molto emozionanti: ogni traccia musicale è al posto giusto, e questo non può fare altro che farci piacere. Il doppiaggio dei personaggi è ovviamente di ottimo livello, e la nuova voce di Chloe non ci fa rimpiagere la precedente (solo un pochino, lo ammettiamo). 

Il gameplay come già detto è sostanzialmente lo stesso, e forse la mancanza della possibilità di cambiare scelta fa bene al titolo, dando al giocatore una maggiore responsabilità nello scegliere le proprie azioni. L'assenza di una rete di sicurezza rende Before the Storm un titolo decisamente interessante, aumentandone al contempo la rigiocabilità, ricordate: "questa azione avrà delle conseguenze".

Conclusioni

2136 5

Andiamo dritti al sodo: Before the Storm ci è piaciuto molto. Getta le basi per una storia interessante, riesce a reggere il confronto con l'originale, non snatura i personaggi e anzi, riesce a incuriosire proprio grazie ad essi.

La paura di vedere un titolo fantastico come Life is Strange "rovinato" da un prequel non all'altezza è svanita dopo pochi minuti di gioco: Square e Deck Nine hanno centrato il punto, almeno in questo primo capitolo, che pur partendo lento cresce fino ad arrivare ad un finale fantastico, che lascia tutti con la voglia di continuare a giocare.

Che altro dire? Non vediamo l'ora di continuare la nostra avventura assieme a Chloe e Rachel.


Tom's Consiglia

Se non avete giocato l'originale vi consigliamo di recuperarlo: potete trovare Life is Strange in offerta su Amazon.