Tom's Hardware Italia
Giochi PC

THQ Nordic AB fa maggiore chiarezza sulla propria organizzazione interna, dopo le dichiarazioni su Metro Exodus

L'esclusività di Metro Exodus ha creato vari problemi: tutto colpa dei nomi delle società.

Come sappiamo, la versione PC di Metro Exodus sarà venduta in esclusiva temporale sull’Epic Games Store (ma i preorder su altri store saranno rispettati). Questa decisione è stata presa da Koch Media, attualmente proprietaria dell’IP di Metro (e di molte altre). THQ Nordic è quindi intervenuta su Twitter, come vi avevamo riportato, per specificare di non essere in alcun modo coinvolta in questa decisione: questo purtroppo ha portato a ulteriore confusione.

THQ Nordic AB (publ) è una compagnia madre svedese che possiede tre sotto gruppi divisi in questo modo:

  • Koch Media: publisher e distributore e proprietario di Deep Silver che ha il possesso dell’IP di Metro, Dead Island, Saints Row
  • THQ Nordic GmbH: publisher e proprietario delle IP di Darksiders, Titan Quest, Wreckfest, MX vs ATV
  • Coffee Stain: publisher e sviluppatore che possiede, tra le varie, l’IP di Goat Simulator

Lars Wingefors, co-fondatore e CEO di THQ Nordic AB (publ) ha rilasciato una dichiarazione nella quale afferma che supporta completamente le decisioni prese dai singoli gruppi, che agiscono in modo autonomo. Wingerfors afferma di essere più che certo che Koch Media e Deep Silver abbiano attentamente considerato vantaggi e svantaggi della scelta compiuta.

La dichiarazione di THQ Nordic avvenuta tramite Twitter era quindi di THQ Nordic GmbH, non della compagnia madre THQ Nordic AB (publ). Quest’ultima ha già dichiarato che cambierà nome per riflettere meglio la propria condizione di compagnia madre ed evitare ulteriore confusione.