Sicurezza

BKA: il trojan pedopornografico molto aggressivo

Anti-Botnet Advisory Centre, un servizio di consulenza anti-botnet tedesco, ha pubblicato un rapporto di sicurezza che parla di una nuova variante del trojan BKA che tenta di ricattare i proprietari di computer infetti che si sono trovati sul disco fisso, loro malgrado, quattro immagini pornografiche di bambini. Il trojan, che si installa sul PC della vittima, blocca il PC sostenendo di essere un programma sviluppato dalle autorità competenti che indagano sul fenomeno della pedofilia online.

Sulla stessa schermata si legge che il proprietario del computer è stato identificato e che è coinvolto nella "riproduzione di materiale pornografico che coinvolge minorenni". A questo punto dell’infezione, il computer contiene effettivamente pornografia infantile dal momento che è proprio il trojan a scaricarle. Inoltre, per dare un maggiore impatto emotivo alla minaccia, il malware prende una foto dell’utente attraverso la sua webcam (se rilevata) e la mette di fianco alle immagini pornografiche che ha scaricato, indicando sotto a ogni foto dei nomi che dovrebbero essere quelli dei bambini coinvolti. 

La fantasia dei criminali informatici diventa sempre più fervida. Inventarsi un'indagine contro la pedopornografia scattando una foto all'utente e mettendola di fianco a quella di immagini scaricate da Internet denota grande creatività.

Per evitare il processo penale a cui andrebbero incontro e per vedersi sbloccare il PC (secondo quanto sostiene questo aggressivo trojan), le vittime devono pagare 100 euro ai ricattatori tramite Ukash o Paysafecard. Ovviamente il computer non verrà sbloccato e i soldi andranno direttamente nelle tasche dei criminali. Per il momento, il virus è stato avvistato solo in lingua tedesca, ma è molto probabile che farà la sua apparizione in altre nazioni e in altre lingue. Se dovesse capitare a qualcuno che conoscete, ricordategli di usare un antivirus per ripulire il sistema, ma anche di andare a cercare ed eliminare le foto che ha scaricato.