Tom's Hardware Italia
Droni

Drone Triton da 39,9 metri: lo pilotano in 4 a terra

Il Northrop Grumman MQ-4C Triton è uno dei più grandi droni mai realizzati. Verrà usato dalla Marina Militare USA per la sorveglianza e intelligence.

39,9 metri di apertura alare. Basterebbe solo questo dettaglio per definire l'ultimo drone della Marina Militare USA. Si chiama MQ-4C Triton, in onore di Tritone – il figlio Poseidone il dio del mare e della nereide Anfitrite. Northrop Grumman ieri ha confermato di aver completato in questi mesi i primi 9 voli di test previsti per il suo sviluppo. Siamo a metà strada prima dell'assegnazione definitiva alla Naval Air Station di Jacksonville (Florida).

Northrop Grumman MQ-4C Triton

I compiti della nuova famiglia di UAS (unmanned aircraft system) sono chiari: dovrà occuparsi di sorveglianza, intelligence, comunicazioni e rilevazioni radar nonché fotografiche. Insomma, il Triton sarà un perfetto strumento di spionaggio e controllo dello spazio aereo nonché marittimo da affiancare ai nuovi Boeing P-8 Poseidon – un aereo di pattugliamento derivato dal Boeing 737. Per altro pare che anche l'Italia facciano gola i nuovi Boeing.

###old2766###old

Il Triton richiede per il suo controllo a terra almeno quattro specialisti. È lungo 14,5 metri, è alto 4,7 metri e ha un'apertura alare di 39,9 metri. Il peso è di 14.628 kg, mentre per la propulsione si affida a 1 turbofan Rolls-Royce AE 3007 capace di generare una spinta tra i 28,9 e 39,7 kN. La velocità massima è di 575 km/h, mentre l'autonomia massima (teorica) dovrebbe essere di 30 ore e l'altitudine massima (teorica) operativa di circa 18,288 metri.

I test di qualche giorno fa, presso lo stabilimento di Palmdale (California), hanno permesso 9,4 ore di operatività all'altitudine di 15mila metri. Il velivolo inoltre ha effettuato "doublet", una manovra che testa le capacità di recupero in caso di piccole perturbazioni e turbolenze.

"Il completamento dell'espansione dell'involucro consentirà al test team di prepararsi per l'istallazione e ulteriori prove dei sensori di sorveglianza del Triton", ha precisato Mike Mackey, direttore Northrop Grumman del progetto.