Home Cinema

Finestre come schermi LED, Samsung trova la chiave

Le finestre saranno schermi LED. Una nuova scoperta nello sviluppo della tecnologia light-emitting diode fatta da Samsung Electronics porterà alla produzione di pannelli di grandi dimensioni sul vetro.
L’azienda è riuscita a fabbricare un singolo cristallo di nitruro di gallio su un substrato di vetro amorfo

“In dieci anni, le vetrate avranno la doppia funzione di far entrare luce in un edificio e agire come schermi”, ha dichiarato un ricercatore di Samsung parte del progetto. E magari saranno alimentate dai raggi del sole, o almeno si spera.

Il nuovo processo non sembra complicato rispetto alla metodologia attuale, ma andrà sviluppato per portare i costi a livelli da produzione commerciale. Bisogna anzitutto adagiare uno strato di titanio metallico sul vetro in modo che agisca come modello di base per facilitare lo sviluppo del nitruro di gallio.

Quante cose si possono fare con una finestra…

Poi viene applicato uno strato molto sottile di nitruro di gallio sopra il titanio metallico. A sua volta questo strato è ricoperto da un foglio di diossido di silicio, dotato di piccoli fori al suo interno che servono per stabilire come devono svilupparsi i cristalli quando vi passano all’interno. In poche parole questi fori lavorano come piccoli stampi.

L’intero lavoro è poi soggetto a una “cottura” a temperature molto elevate per semplificare la crescita dei cristalli sul nitruro di gallio. Dopodiché, il nitruro di gallio può essere manipolato usando la stessa tecnica adoperata per far sviluppare i cristalli sullo zaffiro o il silicio.

Chissà come saranno le città del futuro…

Stando a quanto riportato da Samsung mentre oggi i LED al nitruro di gallio sono la base per soluzioni da non più di due pollici, la nuova tecnologia permetterà di realizzare prodotti 400 volte più grandi – pensate ai megaschermi negli stadi, per esempio. Quando? Purtroppo non prima di 10 anni, almeno questa è la data che il gigante sudcoreano si è dato per arrivare alla produzione commerciale. 

Per ora dovremo accontentarci delle apparizioni di notebook con schermo (quasi) trasparente, una soluzione agli albori il cui potenziale di mercato nasconde al momento più di un’incognita.