Fotografia

Fujifilm FinePix HS30EXR, bridge super zoom a prezzo ragionevole

Pagina 1: Fujifilm FinePix HS30EXR, bridge super zoom a prezzo ragionevole

Introduzione

La Fujifilm FinePix HS30EXR  appartiene alla categoria delle cosiddette bridge, fotocamere a ottica fissa dotate di zoom dall'enorme escursione focale. Definirla "compatta" non sarebbe scorretto, ma sarebbe certamente un po' fuorviante per un modello che ha dimensioni e fattezze di un corpo reflex entry-level.

Alcuni utenti si chiedono, in effetti, la ragione d'essere di una fotocamera dal costo e dagli ingombri paragonabili a quelli di una reflex entry-level con zoom standard, ma penalizzata da un'ottica fissa. La risposta è molto semplice: grazie al sensore in formato ridotto e al conseguente fattore di moltiplicazione, si possono raggiungere focali tele equivalenti davvero enormi – 720mm in questo caso specifico – con lunghezze focali reali relativamente modeste; nel caso di una reflex APS-C, la stessa focale equivalente richiederebbe un 500 mm reale, cioè un'ottica di dimensioni e costo tale da essere fuori dalla portata della maggioranza degli appassionati.

Fujifilm ha sempre creduto in questa particolare nicchia di mercato e la sua offerta di bridge è molto ampia rispetto ad altri marchi: ben 12 modelli attualmente in produzione. La HS30EXR rappresenta il top di gamma, ed è affiancata da un modello molto simile (HS25EXR) che offre identiche caratteristiche fotografiche ma non supporta il formato RAW e utilizza comuni batterie AA anziché una batteria ricaricabile agli ioni di litio.

Rispetto ai modelli precedenti, la struttura principale della fotocamera è rimasta largamente invariata fino dal modello HS10EXR, mentre sono stati fatti passi avanti in termini di risoluzione del sensore e di rapporto segnale/rumore – quindi in termini di comportamento ad alti ISO.