Tom's Hardware Italia
Spazio e Scienze

IBM Watson sbarca a bordo dell’ISS sotto forma di drone

"Giro giro tondo", salmodiava sempre più lentamente il computer killer HAL9000 a bordo della Discovery in 2001: Odissea nello Spazio, mentre l'astronauta superstite lo disattivava. Non sappiamo se andrà così anche sulla ISS ma prossimamente un drone dotato dell'intelligenza artificiale Watson di IBM e chiamato CIMON (Crew Interactive Mobile Companion): affiancherà gli astronauti nei loro […]

"Giro giro tondo", salmodiava sempre più lentamente il computer killer HAL9000 a bordo della Discovery in 2001: Odissea nello Spazio, mentre l'astronauta superstite lo disattivava. Non sappiamo se andrà così anche sulla ISS ma prossimamente un drone dotato dell'intelligenza artificiale Watson di IBM e chiamato CIMON (Crew Interactive Mobile Companion): affiancherà gli astronauti nei loro esperimenti e interagirà con loro durante i lavori di routine, al fine di studiarne lo stress in vista delle future missioni a lungo termine.

Pesante 5 kg e realizzato da Airbus, CIMON apprenderà dagli astronauti adattandosi dinamicamente ai diversi compiti da svolgere. "CIMON è un assistente personale capace di riconoscimento vocale e facciale", ha spiegato Till Eisenberg, principale responsabile del progetto.

CIMON new1609

"Vogliamo studiare gli effetti psicologici delle missioni a lungo termine sui membri dell'equipaggio e identificare contromisure adeguate, specialmente quelle che riducono lo stress degli astronauti". Per questo CIMON sarà in grado di inserirsi all'interno delle complesse dinamiche di bordo.

Il primo test per CIMON si svolgerà tra giugno e ottobre di quest'anno, quando sbarcherà a bordo della Stazione Spaziale Internazionale a seguito dell'astronauta Alexander Gerst. In quest'occasione CIMON potrà contare solo su un insieme ristretto di capacità, ma nel medio termine evolverà per essere in grado di svolgere sempre più compiti e interagire meglio con gli esseri umani. Il doppio obiettivo è quello di sviluppare un assistente in grado di ottimizzare il lavoro degli astronauti ma anche un assistente capace di diminuirne lo stress, il tutto avendo come obiettivo le missioni a medio termine, come quella che vedrà gli astronauti abitare per lunghi periodi di tempo sulla Luna o ovviamente raggiungere Marte.

CIMONonISScube

Non sappiamo se la fantascienza e la realtà troveranno mai un punto di contatto, ma se dovesse accadere ci auguriamo che appunto CIMON non segua le orme di HAL9000. Prima o poi comunque i maggiori scienziati mondiali ci hanno detto che la singolarità avrà luogo. Cosa succederà dopo nessuno può saperlo con certezza. Speriamo solo che non decida che siamo superflui, se non addirittura dannosi.


Tom's Consiglia

Tutti abbiamo visto almeno una volta il film 2001 Odissea nello Spazio di Stanley Kubrik, ma il libro di Arthur C. Clarke l'avete letto?