Spazio e Scienze

Il video del robot italiano WALK-MAN, che rappresenterà l’Europa al DARPA Robotics Challenge

L'Istituto Italiano di Tecnologia ha diffuso nei giorni scorsi un nuovo video con WALK-MAN, il robot umanoide frutto dell'omonimo progetto europeo, che rappresenterà l'Italia e la ricerca europea nel campo della robotica alla competizione internazionale organizzata dalla DARPA.

WALK-MAN è stato ideato e realizzato dall'Istituto Italiano di Tecnologia (IIT) di Genova, in collaborazione con il Centro di Ricerche E. Piaggio di Pisa, all'interno di un progetto finanziato dalla Commissione Europea dalla fine del 2013.

WALK MAN

Si tratta di un umanoide alto 1,85 metri, che pesa 118 chili e ha un'apertura delle braccia pari a circa 2,5 metri. È completamente autonomo grazie a una batteria di 2 KWh; il suo corpo ha 33 gradi di libertà, azionati da motori elettrici ad alta potenza. È in grado di camminare, aprire porte e utilizzare strumenti di lavoro come un trapano, e chiudere e aprire una valvola industriale. Le mani sono uno sviluppo della SoftHand realizzata dal Centro di Ricerche "E. Piaggio" dell'Università di Pisa insieme all'IIT, basate su un disegno e un principio di funzionamento simile a quello di una mano umana.

La testa è dotata di un sistema di visione stereo e uno scanner laser 3D, inoltre telecamere supplementari gli forniscono una visione aggiuntiva dello spazio in cui camminare o eseguire compiti di manipolazione. L'intero robot è ricoperto da una protezione morbida che gli permette di resistere agli urti.

Per saperne di più vi invitiamo a leggere l'intervista di approfondimento che avevamo fatto con la ricercatrice Lucia Pallottino, ricercatrice e docente nel corso di Ingegneria Robotica e dell'automazione, oltre che membro attivo del team di WALK-MAN.

Leggi anche: WALK-MAN: ecco com'è fatto e a cosa serve un robot umanoide

È con questo esemplare che l'Istituto Italiano di tecnologia partirà da Genova verso Los Angeles, dove il 5 e 6 giugno dovrà confrontarsi con 25 team internazionali che rappresentano il meglio della robotica mondiale nel DARPA Robotics Challenge (DRC), una competizione internazionale organizzata dall'Agenzia per la ricerca avanzata del dipartimento di difesa statunitense (DARPA) con l'obiettivo di definire gli standard tecnologici dei robot da impiegare in situazioni di disastro naturale o causato dall'uomo.

Fra le prove che i robot dovranno essere in grado di fronteggiare ci sono camminare e operare in autonomia, salire scale e superare altri ostacoli, aprire porte e girare valvole, manovrare utensili di lavoro, guidare un veicolo tipo Ranger. Gli elementi tecnici che definiranno il loro successo saranno il software e l'interfaccia di controllo sviluppati da ciascuna squadra, la strategia pensata per superare le difficoltà dello scenario, le tecnologie volte a garantire equilibrio, robustezza, destrezza ed efficienza energetica. In più circostanze le comunicazioni fra il team e il robot verranno interrotte per rendere ancor più veritiera la simulazione di una situazione di emergenza.

Oltre all'Europa con WALK-MAN saranno presenti squadre di Giappone, Corea del Sud, Hong Kong, Repubblica Popolare Cinese e Stati Uniti. Questi ultimi parteciperanno con ATLAS, sviluppato da DARPA e Boston Dynamics, e un esemplare creato al Jet Propulsion Labs della NASA. Il premio in palio ammonta a 3,5 milioni di dollari.

 "Siamo molto orgogliosi di potere partecipare alla DRC con un progetto costruito interamente in Italia e in rappresentanza dell'Europa" sottolinea il direttore scientifico di IIT Roberto Cingolani in una nota ufficiale, "WALK-MAN è la dimostrazione che anche l'Europa, e in primis l'Italia, gioca un ruolo decisivo per lo sviluppo del settore, in particolare nella definizione degli standard tecnologici di una delle principali tecnologie del futuro".