e-Gov

INPS, attenzione alle mail fasulle che invitano a fornire coordinate bancarie

L’INPS in questi giorni è protagonista, senza alcuna responsabilità, di una campagna phishing che tenta con l’inganno di sottrarre informazioni sensibili ai cittadini. Si stanno verificando tentativi fraudolenti di richiesta di dati attraverso invio di email o telefonate.

“In particolare INPS segnala che alcuni utenti hanno ricevuto un’email contenente l’invito ad aggiornare le proprie coordinate bancarie affinché l’Istituto potesse procedere con l’accredito di un fantomatico bonifico”, si legge in una nota dell’INPS. “Per effettuare tale procedura viene fornito un link di un sito internet nel quale inserire i propri dati”.

Come se non bastasse pare che vengano effettuate chiamate da finti operatori telefonici INPS che domandano “dati relativi alla propria posizione nell’ambito di soggetti di diritto privato, come società o associazioni”.

Insomma si tratta di truffe e azioni fraudolente. L’ente previdenziale infatti ricorda che “in nessun caso acquisisce, telefonicamente o via email ordinaria, le coordinate bancarie o altri dati che permettano di risalire a qualsivoglia informazione finanziaria”.

L’invito quindi è di non dar seguito a nessuna richiesta pervenuta tramite mail ordinaria, telefono o porta a porta. “Vi ricordiamo che l’unico link per accedere alle informazioni, ai servizi e alle prestazioni dell’Istituto è: www.inps.it/nuovoportaleinps/default.aspx“, conclude la nota.

Il consiglio più banale quindi è non solo di non fornire informazioni sensibili al telefono ma non fidarsi mai di mail ordinarie che contengono link. Meglio controllare i propri account direttamente sui siti ufficiali.