e-Gov

John McAfee parla di D-central, il gadget anti-NSA

John McAfee, fondatore della software house omonima specializzata in sicurezza, ha annunciato la prossima disponibilità di un gadget anti-intercettazione per sfuggire alla NSA. "D-central" non è ancora pronto per il mercato, ma l'intenzione è di renderlo accessibile a tutti con un prezzo di listino pari a 100 dollari.

"Non ci sarà modo, per il governo di sapere chi sei o dove sei", ha dichiarato ieri John McAfee durante l'intervista per inaugurare il C2SV Technology Conference + Music Festival di San Jose. John McAfee è un personaggio sui generis, ma quando parla di informatica di solito non scherza.

John McAfee

Il primo prototipo di "D-central" sarà pronto in circa sei mesi e di fatto sembra affrontare il problema privacy con una soluzione semplice. In pratica consentirà a smartphone, tablet e altri dispositivi (basati su iOS e Android) di creare reti decentralizzate in movimento impossibili da intercettare. Una sorta di dark web di piccole dimensioni che non si sostituirà alla Rete principale, ma fornirà solo strumenti per la comunicazione e la condivisione di file.

Le perplessità di Woz

McAfee ha parlato di un dispositivo capace di coprire un'area grande come tre isolati (city block). Tutti coloro che sono all'interno possono comunicare, ma i parametri cambiano se si esce al di fuori. "Certamente sarà usato per scopi nefasti come avviene anche per il telefono", ha sottolineato con ironia il noto imprenditore. "Non posso immaginare un qualsiasi studente di college che si rifiuti di mettersi in coda per acquistarlo".

In verità è chiaro l'obiettivo di McAfee ma non molto come riuscirà a centrarlo. La descrizione tecnica di "Decentral" è debole. In bocca al lupo a John McAfee.