Criptovalute

La Francia incorporerà criptovalute nei titoli di stato

La Banca Centrale di Francia sta attualmente eseguendo un progetto pilota in cui i titoli di stato incorporerebbero le transazioni di beni crittografici. Il programma durerà 10 mesi e vedrà il coinvolgimento dei maggiori attori finanziari del Paese per verificarne la fattibilità. Il processo includerà un sistema blockchain sviluppato da IBM che verrebbe utilizzato da aziende del calibro del depositario di titoli Euroclear e include molte delle più grandi banche francesi, così come l’ufficio del debito pubblico francese e la banca centrale.

Il progetto pilota di asset digitali è stato commissionato a marzo dalla banca centrale per verificare come le CBDC siano fattibili in mezzo alla crescente popolarità delle risorse digitali pubbliche. Il programma pilota ha utilizzato un asset digitale emesso dalla Banca centrale francese. Il gruppo di società coinvolte nel progetto pilota ha scambiato titoli di stato come token di sicurezza e li ha regolati con criptovalute.

Il progetto pilota ha testato diversi possibili casi d’uso per queste CBDC nel mercato obbligazionario e nel mercato al dettaglio. Un rapporto pubblicato sul Financial Times indica che un totale di 500 istruzioni sono state eseguite nel mercato primario e secondario, ma non ha rivelato molti dettagli sul finanziario e sul volume delle transazioni effettuate.

Mentre la Cina si avvicina al lancio di massa della sua CBDC nazionale denominata yuan digitale, anche altri Paesi hanno accelerato il loro processo di sviluppo e test. In precedenza la Francia ha anche effettuato transazioni transfrontaliere utilizzando la CBDC in collaborazione con la banca centrale svizzera.Gli Stati Uniti sono attualmente più concentrati sulla regolamentazione del mercato delle criptovalute e del mercato delle stablecoin, mentre il suo sviluppo CBDC è passato in secondo piano.