e-Gov

Mediaset Infinity da oggi: 3,49 euro per un filmone

Mediaset Infinity è attivo da oggi e la pagina di assistenza online risponde a (quasi) tutti i dubbi sollevati in fase di presentazione. Il nuovo servizio di video streaming al momento è compatibile con PC (Vista e successivi), Mac (Mac OS 10.6 e successivi), tablet, dispositivi Android (4.0.3 e successivi), iPad (aggiornato almeno a iOS 5.1), Smart TV, Playstation (PS3, PS4), Decoder (Digitale Terrestre e Satellitare) provvisti di connessione a Internet.

Per gli smartphone bisognerà attendere ancora un po' di tempo. Le versioni di browser più vecchie supportate sono IE Explorer 9, Chrome 20, Firefox 16 e Safari 5. Peccato solo che la lista completa di dispositivi Android compatibili non sia ancora accessibile.

Infinity

"Su Tablet Android e iPad puoi effettuare il download dei contenuti per avere i tuoi titoli preferiti sempre con te, anche quando non hai a disposizione una connessione Internet", sottolinea la nota ufficiale.

I 15 giorni di prova a costo zero non prevedono alcun obbligo. Una volta scaduti basta un click per la disattivazione della sottoscrizione – che di lì in poi costerà 9,99 euro al mese.

Per quanto riguarda le prestazioni delle connessioni Internet, Mediaset è piuttosto chiara. "Per poter utilizzare il servizio Infinity da una Smart TV abilitata è necessario disporre di una connessione ADSL standard, con una banda minima di 1.3 Mbps per visualizzare i contenuti in Standard Definition (è preferibile una velocità di almeno 2.1 Mbps) e 4.5 Mbps per i contenuti in High Definition".

Infine una nota sul servizio. I 9,99 euro di abbonamento danno diritto di accesso illimitato a numerosi film e fiction (solo italiane per ora). Per "noleggiare" un titolo nuovo vengono richiesti ulteriori 3,49 euro. Si parla ad esempio di Pacific Rim, World War Z, Gatsby, etc. Da rilevare però che Mediaset sottolinea che i pochi euro per singolo noleggio sono riservati agli abbonati, lasciando intendere che in futuro per i non-inscritti i prezzi saranno più alti.

Il costo del servizio continua a essere concorrenziale, soprattutto se si dispone di una buona connessione Internet. Considerati i prezzi delle Pay TV tradizionali un pensierino è d'obbligo. Sempre che interessino il cinema in genere e (al momento) la fiction italiana.