e-Gov

Molotov streaming anche in Italia per ridisegnare la TV

Molotov in Italia sembra quasi una minaccia. Fortunatamente si tratta solo di un nuovo servizio streaming video, ma il patron Pierre Lescure – oggi presidente del Festival di Cannes ma nel 1984 fondatore di Canal Plus –  vuole offrire "un cocktail esplosivo di tutto ciò che di meglio propone la televisione".

Molotov.tv
Molotov.tv

L'obiettivo è diventare una sorta di hub in streaming per le televisioni tradizionali e la pay-TV. Si parte dalla Francia, esattamente dal 16 luglio verrà offerto il 90% della programmazione nazionale. Molotov ha siglato accordi con un centinaio di canali, fra cui Tf1, Arte, Euronews, Disney Channel, France Television, France 24 e M6. Non manca una selezione di Canal Plus, controllata da Vivendi e come tutti ben sanno nuovo azionista di riferimento di Telecom Italia nonché proprietaria dei destini di Mediaset Premium. 

La caratteristica chiave del servizio è quella di offrire tutti i contenuti in una modalità di facile fruizione. Come se si accedesse a Spotify oppure a Netflix. Un'interfaccia immediata con categorie, motore di ricerca, consigli, etc. "Un gigantesco mosaico si programmi, film, eventi in cui è facile navigare", ha spiegato Lescure ad Affari & Finanza.

Per altro la maggioranza dei contenuti sono gratuiti ma conditi con spot, quelli a pagamento ovviamente saranno acquistabili in singolo o a pacchetto. Dopo lo sbarco francese si parla di Italia, Spagna e Germania.