Tom's Hardware Italia
e-Gov

PagoPA, la Pubblica amministrazione userà anche PayPal

Su PagoPA si potrà usare anche PayPal. Si arricchisce il sistema che consente a cittadini e imprese di fare online i pagamenti verso la Pubblica Amministrazione.

Mentre alcune amministrazioni fanno la marcia del gambero e ripropongono l'uso dei contanti, ecco PayPal su PagoPa.  È supportato da Intesa Sanpaolo e va ad arricchire la gamma dei metodi di pagamento disponibili sul sistema messo a punto dall'Agenzia per l'Italia digitale, che consente a cittadini e imprese di fare online i pagamenti verso la Pubblica Amministrazione.

pagopa
Logo PagoPA

PagoPA, attraverso PayPal, può avvalersi di un ulteriore metodo di pagamento digitale già utilizzato da circa 6 milioni di italiani e da oltre 200 milioni di persone nel mondo. Intesa Sanpaolo è inoltre presente direttamente sulla piattaforma.

È una novità positiva per lo sviluppo dei pagamenti digitali nei confronti della Pubblica Amministrazione", ha detto in proposito Michele Benedetti, Direttore dell'Osservatorio eGovernment del Politecnico di Milano. "A differenza del mondo B2C, dove gli acquisti on line hanno portato ad un'ampia diffusione di strumenti di pagamento elettronico – ha aggiunto – nella PA il 48% dei cittadini predilige ancora l'interazione attraverso il canale fisico tradizionale. Lo stesso cittadino, però, per gli acquisti di beni di consumo sceglie già l'online nel 65% dei casi.

"Certamente c'è una componente di diffidenza da parte del cittadino rispetto alla capacità della Pubblica Amministrazione di realizzare servizi digitali affidabili a cui si aggiunge – ha aggiunto Benedetti – una percepita scarsa usabilità del canale on line della PA e la non conoscenza dell'esistenza del servizio". "L'iniziativa di PayPal  – ha concluso il Direttore dell'Osservatorio eGovernment del Politecnico di Milano –  potrebbe avere anche l'effetto di promuovere l'adesione a PagoPA di quegli Enti Locali che ancora non si sono attivati, e non sono pochi".

Intanto, a proposito di PagoPA, si attende ancora l'applicazione per smartphone promessa entro l'estate.