Tom's Hardware Italia
IoT

Recensione Amazon Echo Show

Assistente Vocale
Alexa
Wi-Fi
Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/c
Bluetooth
A2DP
Microfoni
Si
Certificazioni Audio
Dolby con doppio driver da 2''

Abbiamo recensito per voi Amazon Echo Show, il nuovo dispositivo della famiglia Echo, smartspeaker di Amazon con assistente vocale Alexa.

Amazon offre molti dispositivi per accedere al suo assistente vocale Alexa. Echo Dot, il più economico, Echo, Echo Plus ed Echo Spot, oltre a una serie di dispositivi di altre marche, come lo One di Sonos. In questa recensione ci occuperemo di Echo Show, il nuovo arrivato della famiglia Amazon Echo.

Cosa fa Alexa

Prima di buttarci sulla recensione di Echo ricordiamo cos’è e cosa permette di fare Alexa. È un assistente vocale, cioè un’intelligenza artificiale in grado di riconoscere le vostre domande, poste in linguaggio naturale. Cioè non dovrete inviare dei comandi estremamente precisi, ma parlargli come fareste con un’altra persona. Ovviamente non è in grado di rispondere a tutte le vostre domande ed esaudire tutti i vostri desideri, ma la quantità di azioni che può già fare è oggi soddisfacente.

Dalla semplice domanda “Che ora è?” a “Come sarà il tempo domani?”, potrete chiedere ad Alexa di aggiungere un prodotto alla lista della spesa, che poi vi ritroverete sull’App dello smartphone. Potrete chiedergli di mettere della musica, riproducendola da un servizio di streaming come Spotify o Amazon Music, o controllare un dispositivo per la Smart Home, come il termostato o una lampadina.

Alexa permette anche di dialogare con altri utenti che dispongono di un dispositivo Echo. Ad esempio potrete chiedergli “Alexa manda un messaggio a David”, e poi dettare il messaggio, che verrà recapitato sui dispositivi Echo di David, o sull’applicazione per smartphone se il destinatario non sarà in casa. Potrete anche effettuare delle chiamate o videochiamate direttamente tra Echo.

Infine ci sono gli skill, cioè capacità che si possono attivare e che gli sviluppatori di applicazioni possono integrare nelle loro App per renderle compatibili con Alexa. Qui trovate una lista delle Skill oggi disponibili.

Echo Show, come è fatto

Echo Show lo si può considerare come il fratello maggiore di Echo Spot, essendo il secondo prodotto della famiglia Echo a utilizzare uno schermo. La sua forma ricorda molto un classico tablet, ma è in realtà un dispositivo fisso con una base abbastanza ampia che ricorda esteticamente e simpaticamente alla lontana le vecchie tv a tubo catodico.

Poco sopra lo schermo è possibile trovare i pulsanti per la riduzione o l’aumento del volume e quello per la disattivazione dei 4 microfoni. A differenza dell’Echo Spot, il riconoscimento vocale è più chiaro e riesce a riconoscere la voce anche se non si è prettamente vicini. Vicino ai microfoni è presente anche una fotocamera da 5 MP, utile per effettuare videochiamate tra dispositivi Echo che lo permettono.

Nella parte posteriore è visibile un involucro in tessuto dove sono riposti i driver stereo, mentre nella parte inferiore è presente la porta di alimentazione da 30W e un’entrata network tramite micro usb.

Qualità audio

Echo Show utilizza un doppio driver stereo al neodimio da 2,0” e radiatore passivo per i bassi. In generale la qualità audio è molto buona, superiore all’Echo Spot, risultando ottimo sia per parlare con Alexa sia per ascoltare il vostro album musicale preferito. I microfoni, esattamente come negli altri dispositivi Echo, rimuovono il rumore di fondo durante l’utilizzo.

Amazon Echo Show

Qualità video

Echo Show è costituito da uno schermo rettangolare touch da 10,1″ HD da 1280×800 pixel e riesce a riprodurre filmati in risoluzione 720p. La definizione è quindi molto buona, a patto di non visualizzarlo a distanze troppo elevate o vicino a una finestra, visto che i suoi 450 Nits, seppur buoni, non permettono una qualità video sufficiente in ambienti con forte illuminazione.

In generale il dispositivo è ottimo per guardare video 16:9 con Youtube, ma anche serie tv o film con Amazon Prime Video. Netflix non è compreso, almeno per ora, nelle skill scaricabili, di cui potete trovare la lista completa attraverso questo link.

Per quanto concerne le videochiamate non possiamo che essere soddisfatti visto che già Echo Spot offriva una qualità visiva più che soddisfacente. La natura di Echo Show lo rende perfetto anche per essere utilizzato come collegamento a un videocitofono.

Menù e gesture

Il menù di Echo Show è ben costruito, permettendo a chiunque di muoversi nelle apposite schede tramite il comando vocale di Alexa o semplicemente con il touchscreen che risulta abbastanza preciso. Con uno swype, che sia sinistra o destra, è possibile cambiare schermata tra le varie che il dispositivo ci offre. Lo schermo mostra sempre l’orario, la temperatura e il meteo.

Dal bordo superiore è possibile fare uno swype verso il basso, consentendo di aprire un menù a tendina, in maniera simile a quanto già visto con Echo Spot o con i classici smartphone Android. Questo permette di accedere velocemente al controllo domotica, oltre che modificare la luminosità dello schermo. Da qui è inoltre possibile impostare la sveglia, attivare una “routine” o accedere alle impostazioni di seguito elencate:

  • Gestire il bluetooth
  • Cambiare rete Wi-fi
  • Personalizzare la Home
  • Modificare lo schermo
  • Gestire i suoni
  • Impostare la modalità “Non disturbare”
  • Gestire le comunicazioni
  • Gestire le opzioni del dispositivo
  • Modificare le limitazioni d’accesso
  • Visualizzare alcuni consigli dedicati ad Alexa
  • Gestire una serie di opzioni dedicate all’accessibilità

Tramite lo store di Amazon è possibile accedere al download delle varie skill, che ormai risultano più di 1600 e sono destinate inevitabilmente ad aumentare nel corso del tempo. È bene specificare che il dispositivo non permette di installare app o utilizzarlo come se fosse un tablet, seppur la sua forma possa trarre facilmente in inganno.

Verdetto

Echo Show è, come abbiamo già detto, definibile come il fratello maggiore di Echo Spot. Lo schermo più grande, maggiormente definito e l’audio superiore permettono un utilizzo più sensato per guardare video o per effettuare videochiamate tra Echo rispetto all’Echo Spot, che rimane comunque un ottimo dispositivo a un prezzo concorrenziale.

Quindi, se Echo Spot era molto versatile, Echo Show lo è ancora di più. Può essere posizionato ovunque in casa o in ufficio ed è utile per gestire il calendario, la domotica o semplicemente per sfruttare tante delle skill a disposizione.

Echo Show costa 229,99€, è attualmente il più costoso tra i dispositivi Echo, ma anche quello che permette di svolgere più azioni. Ideale per essere regalato a parenti o amici, complice – come nel caso dell’Echo Spot – la sua possibilità di comunicare tra dispositivi Echo. Se state cercando uno smart speaker con assistenze vocale Alexa tuttofare, allora Echo Show potrebbe fare al caso vostro.