Home Cinema

THX, una qualità standard

Pagina 8: THX, una qualità standard

THX,
una Qualità Standard

Per concludere, trattiamo il marchio più famoso utilizzato
nei cinema e nei sistemi domestici – il THX. Questo, ideato dalla Lucasfilm
non offre un nuovo tipo di codifica delle tracce audio (le può utilizzare
tutte) ma impone dei campioni di qualità. Un approccio tecnico e commerciale
interessante ma rischioso, perchè la qualità e il mercato di massa
non vanno molto d’accordo. L’equipaggiamento domestico marchiato THX è
molto pregiato, spesso disegnato per larghe stanze non presenti nei normali
appartamenti. É ancora un mercato di nicchia. L’etichetta THX si occupa di diverse
certificazioni così possiamo trovare diversi prodotti riportanti questo
marchio, e la Creative Audigy 2 è uno di questi.

La certificazione THX assicura che il suono, quando passa attraverso
un’apparecchiatura dotata di questo marchio, subisce vari processi di modifica,
come l’equalizzazione, per assicurare un ottimo suono in uscita in base al tipo
di utilizzo. I bassi sono gestiti utilizzando filtri passo-alto e passo-basso,
i picchi sono compressi alla base, e i tempi di ritardo sono gestiti in base
alla posizione delle casse nella stanza.

Per ottimizzare al meglio il proprio sistema, ora la console
THX dispone di due schermate. La prima per le scelte di base, con l’indicazione
delle connessioni da effettuare, la seconda per calibrare in maniera precisa
le uscite in base al sistema audio utilizzato. L’utente indica la posizione
delle varie casse e la loro distanza in relazione all’area di ascolto in modo
da gestire i ritardi sulle varie casse. Questo nuovo attrezzo ha il merito di
ottimizzare gli output in base alla propria configurazione personale.

THX, a Quality Standard


THX, a Quality Standard