Tom's Hardware Italia
Telco

TIM Next, ora lo smartphone si può cambiare dopo 6 mesi

TIM ha introdotto oggi ufficialmente la nuova versione di TIM Next, il servizio che consente di acquistare alcuni dei migliori smartphone del momento a rate, sostituendoli o restituendoli dopo un certo lasso di tempo. Tra le novità possibilità di restituire lo smartphone già dal sesto mese.

Gli smartphone sono la vostra passione e vi piace cambiarli e provarne sempre di nuovi? TIM ha il servizio che fa per voi: TIM Next infatti consente di acquistare alcuni dei migliori smartphone del momento pagandoli a rate, con la possibilità dopo un certo lasso di tempo di restituirli, tenerli o sostituirli. La nuova versione del servizio è stata introdotta oggi e presenta diverse novità, a partire dal momento in cui è possibile cambiare smartphone, vale a dire dopo i primi sei mesi.

Tempistiche dimezzate dunque rispetto alla precedente versione del servizio, che prevedeva la possibilità di cambiare smartphone dopo il primo anno. Diversa poi è anche la durata del piano, ora di 30 mesi anziché 24. Da ricordare però che la sottoscrizione del contratto prevede anche quella obbligatoria della garanzia. La versione base, che ha un costo di 6,9 euro al mese, prevede la riparazione dello smartphone per danni accidentali e danni da liquidi, con ritiro e consegna a domicilio con corriere espresso, entro massimo 7 giorni lavorativi dall’approvazione della richiesta di assistenza, a fronte di un contributo di 138 euro.

A questa si può poi aggiungere opzionalmente per ulteriori 3 euro al mese anche la protezione dal furto, che prevede la consegna a domicilio di un nuovo smartphone in caso di furto, tramite corriere espresso, entro massimo 7 giorni lavorativi dall’approvazione della richiesta di assistenza, a fronte di un contributo di 249 euro.

Ricordiamo infine che la restituzione può avvenire dopo 6 mesi e fino alla scadenza del contratto, ma solo se il cliente risulta essere in regola con i pagamenti. La sostituzione può essere effettuata nei negozi TIM aderenti all’iniziativa e, una volta effettuata l’utente è libero da ogni vincolo contrattuale. Se invece si decide di tenere lo smartphone, continuerà regolarmente il pagamento delle rate previste e il canone della garanzia convenzionale fino alla scadenza. La sostituzione invece comporta la sottoscrizione di una nuova offerta TIM Next fra quelle in commercializzazione e può avvenire solo contestualmente alla restituzione. In funzione della nuova offerta TIM NEXT e dello smartphone scelti, l’entry ticket o la rata prodotto potrebbero essere differenti da quelli dell’offerta di provenienza. L’elenco completo degli smartphone supportati è consultabile qui.