Tom's Hardware Italia
Streaming e Web Service

YouTube si arrende a Netflix e Prime Video: stop alle produzioni ad alto budget

YouTube sembra essere intenzionata a sfilarsi dalla competizione con Netflix e Amazon Prime Video: cancellate diverse produzioni costose. Meglio puntare su musica e videogiochi.

YouTube sembrerebbe aver deciso di ritirarsi dalla competizione con Netflix e Amazon Prime Video. Più fonti autorevoli hanno confidato a Bloomberg che diverse costose produzioni sono state cancellate. Si trattava di serie TV dal budget stellare come lo sci-fi drama “Origin” e il comedy “Overthinking with Kat & June”.

Insomma, Google avrebbe iniziato a rifiutare sceneggiature ad alto budget conscia del fatto che il complessivo investimento miliardario per tenere il passo della concorrenza non avrebbe generato adeguati introiti. D’altronde l’anno scorso anche senza un portfolio premium, Youtube ha generato 15 miliardi di dollari grazie alle vendite pubblicitarie. L’idea è che musica e videogiochi possano essere fronti più remunerativi rispetto ai contenuti video a pagamento.

“In un certo senso, non hanno mai attuato una strategia ‘mi gioco tutto'”, sostiene Anthony DiClemente, analista di Evercore ISI. “È come portare un coltello da burro in una sparatoria”. Già, perché anche considerando la presentazione di ieri di Apple è evidente che la competizione nello streaming a pagamento è destinata ad accendersi ulteriormente con produzioni sempre più costose.

Photo credit - depositphotos.com

Youtube poi deve confrontarsi con un’utenza che è abituata a una fruizione totalmente gratuita: difficile veicolarla verso contenuti a pagamento all’interno della medesima piattaforma. Per altro anche altri colossi nel tempo sono stati costretti a un passo indietro. Microsoft aveva commissionato una serie molto costosa basata su “Halo”, ma ha chiuso il suo studio persino prima di realizzarla. Yahoo lo stesso: 42 milioni di dollari per tre serie originali che sono state un flop.

E dire che nel 2012 YouTube aveva già provato a realizzare canali video con contenuti di qualità coinvolgendo produttori e celebrità di Hollywood. Anche allora il progetto naufragò a distanza di un anno.

L’unico grande successo è stata la serie Cobra Kai, ispirato alla saga di “Karate Kid”, ma appunto è stata un’eccezione. La prospettiva quindi è continueranno a essere realizzate serie originali, ma con maggiore attenzione al budget poiché probabilmente saranno accessibili gratuitamente.

“Solo perché una grande azienda tecnologica vuole entrare nei media, questo non significa che avrà successo”, ha sentenziato Rich Greenfield, analista di BTIG Research.

Con Amazon Fire Stick guardi comodamente YouTube e sei vuoi ti abboni a Netflix e gli altri servizi.