Auto

Project Rekall, il futuristico progetto ispirato alla Maserati Shamal

Maserati, la storica azienda italiana produttrice di automobili sportive di lusso fondata a Bologna e oggi con sede a Modena, ha avuto un passato travagliato caratterizzato da modelli non eccessivamente affidabili. Un chiaro esempio è rappresentato dai veicoli prodotti nel 1990 (come Biturbo, Ghibli e Shamal) che, seppur divenuti famosi per le eccellenti qualità in termini di stile e personalità, non assicuravano l’affidabilità che ci si aspetterebbe da un marchio prestigioso come Maserati.

Purtroppo queste vetture dalle linee stravaganti ed inconfondibili giacciono indisturbate, spesso e volentieri, all’interno di luoghi dimenticati nell’attesa di essere demolite. Un vero peccato per icone che, nel bene o nel male, hanno fatto la storia del marchio. A questo proposito, i progettisti del nuovo canale ufficiale del marchio modenese “maserati_fuoriserie” hanno deciso di rendere omaggio alle linee arroganti e spigolose delle Maserati anni ’90, aggiornandole al presente con dettagli pronti per il futuro.

Questa è l’essenza di un progetto restomod, unire passato e presente senza stravolgere l’essenza intrinseca dell’automobile; un matrimonio tra design classico e interpretazione in chiave moderna.

Maserati vuole la tua opinione

Grazie all’attento occhio di Carlo Borromeo – designer di successo che ha dato vita a progetti importanti come la Delta Futurista per Automobili Amos – e al team di Garage Italia a Milano, è stata disegnato e pubblicato sul canale Instagram di maserati_fuoriserie un interessante concept.

Per ora è solo un’idea ma il marchio del Tridente ha deciso di lasciare alla community il verdetto finale; tramite un sondaggio sulle storie di Instagram si può esprimere la propria opinione a riguardo e, forse, convincere Maserati che potrebbe essere davvero una buona idea produrla in serie limitata per alcuni fortunati appassionati.

Arroganza anni ’90, tecnologia moderna

I particolari sono gli aspetti che rendono questi sketch così unici; a cominciare dal cruscotto che è esattamente come l’avremmo immaginato nel 1990 se avessimo pensato al futuro, colorato, iper-tecnologico e totalmente privo di strumenti analogici.
Le fiancate sono allargate per rendere la presenza della vettura ancora più imponente su strada, i sedili presentano un design spigoloso per accentuarne la modernità e la sportività, mentre i cerchi sono sovra-ingegnerizzati per essere il più futuristici possibile senza rovinare però l’armonia del design generale.

La fanaleria a LED, sia anteriore sia posteriore, segue la direzione scelta dai progettisti e pertanto si sposa perfettamente con la nuova griglia che richiama lo stile inconfondibile degli anni ’90. I nuovi elementi presenti sulla sezione frontale impreziosiscono il design di Project Rekall, conferendole uno sguardo minaccioso e chiaramente retrò. Pochi i dettagli relativi al propulsore che, a conti fatti, potrebbe essere di natura elettrica così da confermare l’intenzione di produrre un veicolo che si sposi meglio alle tematiche attuali.

Allo stato attuale Project Rekall è ancora nella fase embrionale e non è chiaro se Maserati ne produrrà mai anche solo un singolo esemplare: non ci rimane che attendere per maggiori informazioni.