Ibride e Elettriche

Prova, KIA XCeed PHEV: plug-in ibrida per città e non solo

Abbiamo passato un paio di settimane alla guida di KIA XCeed PHEV, un crossover versatile, adatto sia per i piccoli spostamenti in città, sia per una gita fuori porta nel fine settimana. Il punto di forza di XCeed è l’abbinamento di caratteristiche differenti in un mix funzionale: guida non eccessivamente alta, ampi spazi interni che non incidono troppo sulle dimensioni generali, e un bagagliaio di dimensioni limitate, ma sufficiente per la maggior parte delle situazioni.  Ad esempio, se avete bisogno di maggiore spazio, basterà abbassare i sedili posteriori, i quali scendono al livello del pianale.

La motorizzazione che abbiamo provato era PHEV: un motore termico da 1.6 litri e 141 cavalli, abbinato ad un propulsore elettrico funzionante sia in modalità ibrida e full-electric. Potrete selezionare la modalità di guida tramite un apposito tasto, lasciando che sia l’autovettura a scegliere quando viaggiare in modalità elettrica o ibrida (modalità auto), oppure selezionando direttamente la modalità ibrida o full-electric. Quest’ultima è chiaramente disponibile fintanto che la batteria è carica, ovvero, per una cinquantina di chilometri in un misto di città ed extra-urbano, con guida allegra, ma non troppo. Il connettore della ricarica è presente nella parte anteriore ed è di Tipo-2; non essendo presente la ricarica veloce, saranno necessarie alcune ore per ricaricare completamente 8.9 kWh. È fornito un cavo con presa casalinga, eclissabile in un vano posizionato sotto al pianale del bagagliaio. Considerando la natura di questa motorizzazione, essa è pensata per essere ricaricata durante la notte in una qualsiasi presa casalinga, fornendo una potenza limitata.

Il motore elettrico da 44.5 kW, e in generale il termico da 1.6 litri e 141 cavalli, garantiscono notevoli prestazioni. Uno spunto 0-100 in 11 secondi non è niente di speciale, infatti KIA XCeed è stata ideata per una guida rilassata e comoda, non per una guida veloce. Il cambio automatico a 6 marce e doppia frizione risulta morbido, l’erogazione è progressiva e delicata, nonostante sia presente una modalità sport che la rende più aggressiva. Dopo essere saliti a bordo, mettetevi comodi, impostate il navigatore e lasciatevi trasportare, senza stress, verso la vostra destinazione. Nel sistema di infotainment è presente una modalità con suoni appartenenti alla natura, come ad esempio l’acqua di un ruscello che scorre o i rumori della foresta con il cinguettio degli uccelli, perfettamente in linea con quello che ci comunica questa automobile.

La KIA XCeed in prova è dotata dell’allestimento Evolution (circa 41mila euro), che aggiunge, per il costo aggiuntivo di 3000 euro, tutto il supporto alla guida autonoma. Inoltre, presenta cruise control adattativo, riconoscimento della corsia con auto-sterzatura, riconoscimento degli ostacoli con frenata di emergenza, sistema di monitoraggio dell’angolo cieco e sedili in pelle. Il riconoscimento della corsia attivo di base funziona correttamente anche in ambito cittadino. Il cruise-control ha una progressione morbida, in linea con il comportamento raccontato fino ad ora. Gli automatismi funzionano decisamente bene, anche in situazioni limite sono capaci di gestire una curva con un raggio più stretto.

Il cruscotto è completamente digitale ed affiancato da un grande schermo da circa 10 pollici, che impiegherete al massimo delle possibilità, quando verrà collegato, con un cavo, uno smartphone Android o iOS, grazie alla compatibilità con CarPlay o Android Auto. Lo schermo è touch, reattivo e preciso; quando viene utilizzato integrando il sistema di KIA, risulta ben presentato ma non particolarmente esteso quanto a funzioni o ergonomia. Dobbiamo essere sinceri, è stata guidata veramente poco, abbiamo deciso di dedicarci del tempo limitato.

Per quanto riguarda i consumi ci siamo assestati sui circa 20km al litro: un buon risultato generale. Meno convincente è chiaramente l’autonomia in modalità solo elettrica, di circa 50 km. Non è un numero molto distante rispetto ad altre plug-in comparabili, o addirittura di fasce superiori. Considerate bene le vostre esigenze se vorrete scegliere questa tipologia di motorizzazione: se vi trovate spesso in situazioni dove vi muovete per piccoli tragitti, in un contesto urbano, e potete caricare la batteria con una presa elettrica nel box, allora ha senso desiderare questo modello, mentre in tutti gli altri casi motore ibrido classico è la scelta migliore.

Tornando all’esperienza di guida, con una posizione alta, ma non troppo, un volante multifunzione che s’impugna bene e con tutti i comandi chiari fin dal primo momento. Saprete subito come azionare il cruise control o interagire con le informazioni sul cruscotto digitale, apprezzabile non per l’originalità, quanto per la chiarezza delle informazioni. Tutta la strumentazione è rivolta leggermente verso il conducente, il quale può azionare un tasto chiamato “Driver Only”. Questo lascia attivo il sistema di raffrescamento / riscaldamento solo per il posto di guida; può sembrare un dettaglio inutile ma, quando salirete a bordo con l’abitacolo caldo, riuscirete a ottenere un buon potere di raffreddamento dimezzando il rumore di un condizionatore alla massima potenza. È stata ideata a favore di diversi tipi di confort, tra cui quello acustico. Il passeggero ha la possibilità di viaggiare in totale comodità, spostando le proprie gambe in posizioni vantaggiose, grazie ad una notevole quantità di spazio.

KIA XCeed PHEV

KIA XCeed è un’autovettura per chi desidera muoversi in tranquillità, con una guida morbida e rilassata. Gli spazi interni sono grandi, sono presenti CarPlay e Android Auto, il cambio e l’erogazione sono progressivi e senza strattoni, il volante s’impugna bene, la visibilità esterna è buona e non manca la videocamera posteriore per manovre in retromarcia difficoltose. La motorizzazione PHEV è stata ideata per chi si trova spesso a percorrere una quantità limitata di chilometri, così da sfruttare i 50 chilometri di autonomia in modalità solo elettrica, senza precludersi la possibilità di un lungo viaggio.

Pro

  • Spazi interni
  • Cerchi da 18”
  • CarPlay e Android Auto
  • 7 anni di garanzia
  • Cruscotto digitale e schermo infotainment grandi
  • Modalità driver only

Contro

  • Le prestazioni della motorizzazione sono limitate
  • Regolazioni sedili manuali
  • Prezzo (di listino) superiore al desiderabile