Auto

Tesla Model 3 2021: un video mostra le nuove funzioni

Tesla ha recentemente svelato la versione aggiornata della sua vettura più popolare, la Model 3, introducendo la MY 2021.

I cambiamenti principali inclusi in questo update, in aggiunta all’aumento della capacità della batteria, sono l’introduzione del portellone elettrico, la console centrale ridisegnata e i fari anteriori rivisti. A questo proposito, nelle scorse ore è stato pubblicato su YouTube direttamente sul canale di Trevor di Tesla Owners Online un video dedicato alla vettura prodotta da Elon Musk; lo youtuber si focalizza sugli aspetti chiave del nuovo modello mostrando tutte le migliorie introdotte dal marchio.

Piccoli miglioramenti, grande resa

Seppur di importanza minore rispetto a quelle sopracitate, è doveroso far notare come l’introduzione della pompa di calore vada a tutto vantaggio dei consumi complessivi della vettura, migliorandone quindi l’autonomia. Tramite un complesso sistema di funzionamento paragonabile al meccanismo inverso di un compressore dell’aria condizionata, la pompa riesce a generare 3 kW di energia termica per ogni kW che utilizza, offrendo pertanto una soluzione decisamente efficiente: la migliore sul mercato.

Altre caratteristiche che separano visivamente la versione 2020 dalla 2021 sono l’assenza della scritta Model 3 sul battitacco e l’aggiunta di icone sia sui pulsanti dei finestrini sia sui pulsanti per l’apertura della porta.

Piccoli miglioramenti incrementali che denotano quanto la casa di Palo Alto stia valutando ogni possibile componente presente sulle sue vetture con l’obiettivo di rendere Model 3 la vettura definitiva e sbaragliare la concorrenza.

Tesla, racconta Elon Musk, era a circa un mese dal fallimento durante il periodo che ha portato alla produzione di massa della Model 3.

Nei primi sei mesi di produzione, Tesla ha consegnato solo 1.764 veicoli e, seppur l’interesse da parte dei consumatori fosse alto, non è stata capace di produrne a sufficienza; a metà 2019, però, qualcosa è cambiato.

Model 3 campionessa di vendite

La casa californiana è riuscita a ingranare la marcia corretta e ad oggi ha riportato il quinto quadrimestre consecutivo di profitti, riuscendo a segnare utili di 331 milioni su 8,77 miliardi di dollari di vendite.

Il pensiero che la stessa azienda che oggi è in procinto di essere inclusa in S&P 500 e punta a consegnare 500.000 veicoli entro fine anno fosse, meno di 3 anni fa, sull’orlo di dichiarare bancarotta è un aspetto davvero incredibile.

L’ennesima riprova che il duro lavoro ripaga, sempre.