Reseller

Exclusive Networks ha una nuova partnership con Chronicle

Exclusive Networks, distributore ICT a valore, ha annunciato una nuova partnership di distribuzione con Chronicle, ora parte di Google Cloud, per supportare l’azienda americana nello sviluppo della rete di reseller nel Sud Europa.

I paesi interessati comprendono Francia, Italia, Spagna, Portogallo, Israele, Turchia e Africa area francofona. Exclusive Networks è il primo distributore a commercializzare la piattaforma Chronicle nel Sud Europa.

La mossa fa parte della strategia di Exclusive Networks nel percorso di ampliamento della sua offerta di soluzioni per la cybersecurity, che giunge in un momento in cui il distributore intende trasferire al canale il valore rilevante che oggi, e sempre più in futuro, avrà la sicurezza informatica per le imprese che vorranno proseguire, salvaguardare e crescere con il loro business nelle migliori condizioni possibili.

Laurent Daudré-Vignier, Regional VP South EMEA di Exclusive Networks
Facce Aziendali

Chronicle è una piattaforma di telemetria per la cybersecurity dedicata al rilevamento, alla ricerca e all’investigazione delle minacce, basata sull’infrastruttura di Google. I clienti di Chronicle caricano i loro log di sicurezza in un segmento privato all’interno della piattaforma cloud e la piattaforma li aiuta a comprendere, in dettaglio, come avviene un attacco con una tempistica inferiore al secondo.

«Vogliamo costruire un forte legame per trarre vantaggio dall’esperienza e dalla rete di reseller di Exclusive Networks per supportare al meglio i nostri clienti. Unendo le forze, prevediamo di accelerare la nostra espansione internazionale» ha dichiarato Magali Bohn, Head of Alliances di Chronicle.

«Per Exclusive Networks è importante aiutare i player della cybersecurity come Chronicle a beneficiare della nostra esperienza e della nostra forte presenza in Europa» ha invece sottolineato Laurent Daudré-Vignier, Managing Director per la Francia e Regional VP South EMEA di Exclusive Networks. «Siamo davvero entusiasti di poter contribuire allo sviluppo di Chronicle nel Sud Europa».