IT Pro

Tecnologia Carrier Ethernet di Huawei per Retelit

L’adozione della soluzione – che ha richiesto un nuovo investimento che è destinato a raddoppiare nei prossimi anni – consentirà all'operatore di TLC, di ottimizzare ed ampliare l’offerta di servizi di trasmissione dati di ultima generazione.

La nuova infrastruttura, infatti, permetterà a Retelit di introdurre funzionalità evolute in termini di scalabilità, flessibilità, gestione e controllo della rete e dei servizi, con la conseguente attivazione di nuovi servizi e valorizzazione di quelli esistenti.

In particolare la gestione della QoS (Quality Of Service) consentirà di ottimizzare l’utilizzo della banda di rete differenziando la priorità della trasmissione dati in base al contenuto dei dati stessi e alla loro strategicità. La nuova piattaforma abiliterà servizi di VPN (Virtual Private Network, reti private virtuali) L2 e L3 ed servizi IP a valore aggiunto, come l’IP Video Multicast.

 

Enrico Mondo, Direttore Generale di Retelit

“La piattaforma di Huawei si aggiunge alla nostra attuale infrastruttura con l’obiettivo di focalizzarci sull’ulteriore crescita dei servizi ultrabroadband ed IP ad elevato valore aggiunto, oltre che su quelli di rete privata virtuale (VPN) e di Data Center”, spiega Enrico Mondo, Direttore Generale di Retelit. “Si tratta di un investimento in linea con quanto previsto dal Piano Industriale approvato lo scorso marzo e che ha privilegiato un’infrastruttura tecnologicamente all’avanguardia, puntando anche sulla qualità del servizio già offerto da Huawei”.