Tom's Hardware Italia
IT Pro

Trevalli mette i dati in sicurezza con Sophos

Trevalli Cooperlat è una azienda i cui soci sono imprenditori agricoli, e la valorizzazione del latte dei soci rappresenta un capitolo essenziale dello Statuto Sociale. Ma a differenza di altre cooperative, che sono rimaste arroccate nel loro mercato di nicchia, Trevalli Cooperlat ha agito anche in area industriale, in modo da proporre al mercato nuovi prodotti che, […]

Trevalli Cooperlat è una azienda i cui soci sono imprenditori agricoli, e la valorizzazione del latte dei soci rappresenta un capitolo essenziale dello Statuto Sociale. Ma a differenza di altre cooperative, che sono rimaste arroccate nel loro mercato di nicchia, Trevalli Cooperlat ha agito anche in area industriale, in modo da proporre al mercato nuovi prodotti che, opportunamente valorizzati da un marketing attento, hanno favorito lo sviluppo della Società.

Ad oggi, ha un fatturato consolidato (2017) di oltre 210 milioni di euro, su cui l’export incide per oltre 37 milioni di euro annui.

A partire da fine 2017, Trevalli si è impegnata nell’identificazione di un Partner tecnologico in grado di supportare l’azienda nel processo di adeguamento alla nuova normativa GDPR (vedi report) le cui implicazioni hanno effetto non solo dal punto di vista gestionale e amministrativo ma in prima istanza proprio sulla gestione dei processi di IT Security.

SOPHOS   SEDE TREVALLI 2000x960 02

Con sedi dislocate in varie località, Trevalli Cooperlat aveva inoltre l’esigenza di proteggere anche i device mobili in dotazione alla forza vendita (all’incirca 80 dispositivi), in quanto anche in questo caso la tutela dei dati aziendali è fondamentale per poter aderire completamente al GDPR.

Inizialmente, la sicurezza veniva garantita da tante soluzioni diverse e ciò comportava ovviamente una maggiore complessità gestionale; dopo un processo di aggiornamento tecnologico Trevalli Cooperlat ha scelto di uniformare la sua infrastruttura di sicurezza affidandosi alle soluzioni Sophos, dal firewall all’endpoint passando per i device mobili.

Dopo un periodo di test di 2 mesi coadiuvato da Gruppo Filippetti (Partner Sophos) le soluzioni introdotte da Sophos sono entrate a regime e Trevalli Cooperlat ha potuto avvalersi di una soluzione integrata che ha avuto, ha osservato, un minimo impatto sull’attività di business e proteggendo contemporaneamente endpoint, dispositivi mobili, web, e-mail, server e wireless.