Cinema e Serie TV

Christopher Nolan richiede l’intervento del governo per salvare i cinema dal collasso finanziario

Il regista Christopher Nolan ha lanciato un appello al governo degli Stati Uniti per salvare i cinema costretti alla chiusura dall’emergenza Coronavirus.

Christopher Nolan

Le misure d’emergenza volte a prevenire una maggiore diffusione del contagio da Covid-19 si sono concretizzate, anche negli Stati Uniti, nella promulgazione di normative su misura che decretano la chiusura di molti esercizi commerciali. Tra questi, rientrano anche i cinema, luoghi in cui è naturale che si creino assembramenti, molto pericolosi nella situazione attuale. Arginare la diffusione del Coronavirus è infatti, in questo momento, una forte priorità in tutto il mondo.

Tuttavia, l’economia dei diversi paesi sta risentendo della chiusura forzata delle proprie attività, e numerose categorie lavorative stanno subendo un duro colpo. In questo contesto, il regista Christopher Nolan (la trilogia de Il Cavaliere Oscuro, Inception, Interstellar, Dunkirk) si è appellato alle istituzioni governative statunitensi per richiedere il loro intervento, scrivendo loro tramite il Washington Post, al fine di proteggere i cinema e i lavoratori che ne fanno parte dal collasso finanziario.

Christopher Nolan

Nolan ha affermato nella sua dichiarazione che la rete di cinema del Paese è una parte vitale della società, la quale fornisce lavoro a numerose persone e intrattenimento per tutti e, in qualità di cineasta, il lavoro di un regista non può considerarsi mai completo senza la presenza di quei lavoratori e del pubblico. Il mondo del cinema, ha proseguito il regista, non è fatto solo di star, glamour e studi cinematografici: dalle persone che lavorano nelle concessionarie a chi gestisce le attrezzature, dagli addetti alla prenotazione dei film e alla vendita delle pubblicità a chi si occupa della pulizia dei bagni, si tratta di un’industria composta da gente comune e che si guadagna da vivere gestendo uno dei luoghi «più convenienti e democratici della comunità».

Nell’appello rivolto al governo degli Stati Uniti da Nolan, al fine di intervenire e fornire un aiuto concreto a queste attività, il regista ha dichiarato inoltre:

I più colpiti in questo momento sono i lavoratori di aziende come i cinema, la cui principale attrazione si basa sul più grande istinto dell’umanità – lo stesso rivolto ora contro di noi, il che rende questa situazione così dannatamente dura: il desiderio di stare insieme. Forse, come me, credevate di andare al cinema per il suono surround, le Goobers, per le bibite e i popcorn, o per le star del cinema. Ma non era per questo. Eravamo lì l’uno per l’altro.

Dal regista Christopher Nolan, una delle saghe più acclamate del cinema: la Trilogia del Cavaliere Oscuro, che trovate cliccando qui