Libri e Fumetti

Demon Slayer – Il Treno Mugen, recensione: il viaggio onirico degli Ammazzademoni

Demon Slayer non è solo un manga di enorme successo: la serie animata basata su di esso è molto amata, il che spiega l’enorme interesse e il clamore che ha suscitato in madre patria la notizia della proiezione di Demon Slayer – Il Treno Mugen. Al botteghino in Giappone il film ha incassato più di qualsiasi altro prima, surclassando perfino il capolavoro del Maestro Hayao Miyazaki La Città Incantata e film di successo come Frozen 2Demon Slayer – Il Treno Mugen ha incassato in tutto il mondo oltre 500 milioni di dollari, derivanti dalla vendita di oltre 41 milioni di biglietti, diventando così il film con il maggior incasso del 2020, nonché l’anime e il film giapponese con il maggior incasso di tutti i tempi.

Le aspettative per un film di animazione con questi numeri sono di certo elevate, per cui la domanda ora è: vale la pena guardare Demon Slayer – Il Treno Mugen che è disponibile da oggi su Amazon Prime Video?

Per iscrivervi al servizio di streaming Amazon Prime Video, sfruttando anche i 30 giorni di prova, potete utilizzare questo link.

Il successo di Demon Slayer

Kimetsu no yaiba – Demon Slayer è un manga scritto e illustrato da Koyoharu Gotōge. Se siete alla ricerca dei numeri del manca che mancano alla vostra personale collezione, potete dare un’occhiata a questa ricca pagina presente su Amazon. Il manga è attualmente concluso e in Giappone è stato pubblicato dal 15 febbraio 2016 al 18 maggio 2020 sulla storica rivista Weekly Shōnen Jump, di proprietà del gruppo editoriale Shūeisha. Qui in Italia, il manga è pubblicato da Edizioni Star Comics.

A onor del vero, l’opera non brilla particolarmente per originalità: abbiamo infatti già visto in InuYasha un gruppo di diversi individui in viaggio per cercare di porre rimedio a qualcosa (la frantumazione della Sfera dei Quattro Spiriti nel manga di Rumiko Takahashi, il modo per far tornare normali gli esseri umani divenuti demoni in quello di Koyoharu Gotōge) mentre sono osteggiati da un villain principale e dai suoi scagnozzi (Naraku, il cui corrispettivo è Muzan Kibutsuji). Inoltre, demoni, ammazzademoni e spadaccini sono presenti in moltissime altre opere. Eppure…

 Demon Slayer

Demon Slayer – Il Treno Mugen: il film che ha sgretolato la concorrenza

Demon Slayer è forte non solo di scene d’azione mozzafiato a cui rende giustizia Ufotable nella serie animata, e ancor più in questo dinamico Demon Slayer – Il Treno Mugen, ma anche di una buona caratterizzazione dei personaggi, nonostante chi vede l’anime li conosca relativamente da poco tempo.

La struttura del mondo in cui è ambientata la storia, la suddivisione gerarchica presente sia fra i demoni che fra gli Ammazzademoni, le diverse modulazioni dei poteri di cui dispongono umani e demoni, le dinamiche fra esseri umani e sovrannaturali, non sempre risolvibili in modo così semplicistico (gli umani sono i buoni, i demoni i cattivi), l’azione, i personaggi così carismatici presenti in ambedue le fazioni sono tutti elementi che contribuiscono alla creazione di un mondo vivido, sfaccettato, un mondo in cui il semplice fatto di essere un demone non rende automaticamente chi lo è un essere spregevole.

La ricerca del bene nei cuori di chiunque è una delle caratteristiche principali del giovane Tanjiro Kamado, un ragazzo che ha visto così tanto orrore in così poco tempo che sembra impossibile possa nutrire ancora una qualche forma di fiducia in qualsivoglia essere vivente. Eppure…

KIMETSU NO YAIBA - DEMON SLAYER

La sorte di sua sorella, trasformata in demone, è in forte contrasto con l’immenso amore fraterno che prova per Nezuko, unica sopravvissuta, oltre a lui, al massacro della loro famiglia; amore che viene ricambiato da un essere che non dovrebbe fare altro se non cercare di ucciderlo. Quello stesso evento che è stato la tragedia più grande che Tanjiro ha vissuto finora si è trasformato in un’occasione per comprendere fino in fondo una grande verità: la futilità del pregiudizio nei confronti di chi è diverso da noi.

Demon Slayer è un manga per ragazzi che affascina però appassionati di qualsiasi età proprio per la sua profondità, ma anche per le scelte narrative portate avanti, in modo davvero coraggioso, anche in Demon Slayer – Il Treno Mugen.

Demon Slayer – Il Treno Mugen: fight fire with fire

Demon Slayer – Il Treno Mugen non racconta solo una storia che sembra essere una sorta di episodio dell’anime più lungo del solito. Le scelte narrative sono ben precise, volute e, soprattutto, canoniche. Il canone è un elemento fondamentale di distinzione fra ciò che fa parte della narrazione principale o ciò che invece è collaterale e del tutto assente nell’opera originale.

Le vicende narrate in questo film animato sono parte integrante del manga originale a cui si ispira, di cui traspone un arco narrativo per intero e parte di quello successivo. Dunque, se seguite l’anime la visione di Demon Slayer – Il Treno Mugen è imprescindibile, pena una serie di spoiler fin da subito. Ma questa non è la sola buona ragione per guardare il film.

Il lavoro già di buon livello di Ufotable si rivela ancor più certosino in questa opera: le animazioni sono più fluide, rendendo ancor più godibili le dinamiche scene di combattimento, e c’è una cura maggiore per i dettagli, soprattutto dei fondali e delle ambientazioni, sia esterne che interne.

Kyōjurō Rengoku, il pilastro della Fiamma, si trova sullo stesso treno a bordo del quale salgono anche Tanjiro, Zen’itsu e Inosuke, poiché è venuto a conoscenza del fatto che sul treno Mugen si stiano verificando da un po’ di tempo delle misteriose sparizioni.

Demon Slayer: Mugen Train

Demon Slayer – Il Treno Mugen si sofferma in diversi punti sulla storia di Kyōjurō, mostrandocelo fin dalla più tenera età e permettendoci così di conoscerlo sempre meglio. Trattandosi di un Pilastro, al sua forza è decisamente superiore a quella dei ragazzi, per cui l’obiettivo principale dell’antagonista di questa storia sarà proprio cercare di metterlo fuori gioco il prima possibile.

Demon Slayer – Il Treno Mugen: un incubo a occhi aperti

Per la quasi totalità del tempo i protagonisti saranno a bordo del treno, alle prese con Enmu e la sua particolare abilità, che gli consente di imprigionare le sue vittime nei propri sogni. Come faranno gli Ammazzademoni ad affrontare il nemico, se sono addormentati?

Enmu è, nella gerarchia demoniaca, l’Uno Calante, ovvero il più forte fra i più deboli, per così dire. È molto pragmatico e tende a prendere in considerazione diversi scenari possibili, per essere pronto a qualsiasi evenienza. La sua pianificazione è scrupolosa, e sembra che abbia pensato proprio a tutto.

Demon Slayer Mugen Train

È in grado di controllare le visioni dei sogni che genera, per questo le scene che vedono Tanjiro al centro delle sequenze oniriche sono quelle che colpiscono più duro, quelle che vanno dritte al cuore: nei suoi sogni, Tanjiro rivede la sua amata famiglia, rivive i momenti più felici della sua vita con loro, e per un po’ questo andrà bene. Solo per un po’. Solo finché non realizzerà che nulla di tutto questo è reale.

La sua presa di coscienza è senza dubbio fra le sequenze più strazianti di tutto il film, ma dimostra al contempo la forza, la maturità, il desiderio di restare con i piedi per terra di un ragazzo divenuto uomo troppo in fretta.

Demon Slayer – Il Treno Mugen continua a riservare sorprese agli spettatori fino all’ultimo istante, proponendoci, nelle sue scene finali, alcune sequenze davvero memorabili e che avranno un forte impatto sulle scelte narrative successive. Da questi eventi, che si svilupperanno ulteriormente nella seconda stagione dell’anime, si evince che l’autore dell’opera non ha paura di mostrare anche il lato più duro della vita di un Ammazzademoni, dandoci al contempo un assaggio di pura potenza demoniaca.

 Demon Slayer: Mugen Train

Grazie a un’esplorazione onirica degna di nota, a una narrazione e a un dinamismo che tengono sempre viva l’attenzione, a una presenza costante e immancabile di uno spiccato senso dell’umorismo e a scelte narrative coraggiose ed emotivamente toccanti, Demon Slayer – Il Treno Mugen è un film di animazione che non deluderà di certo i tantissimi appassionati dell’opera, tenendoli incollati allo schermo e con una serie di domande in mente a cui non vediamo l’ora di poter dare una risposta.

Potete godervi Demon Slayer – Il Treno Mugen in esclusiva su Amazon Prime Video a partire da oggi, 13 luglio 2021. Per maggiori informazioni su come funziona il servizio, vi rimandiamo alla lettura di questo nostro articolo.

Trovate anche la prima stagione dell’anime di Demon Slayer sempre su Amazon Prime Video, a questo indirizzo. La stessa è presente anche su VVVVID e su Crunchyroll, piattaforme sulle quali è disponibile per la visione del tutto gratuita, previa iscrizione, sempre gratuita, ai suddetti servizi.