Tom's Hardware Italia Tom's Hardware
Cinema e Serie TV

Diabolik diverrà un film diretto dai Manetti Bros.

L’annuncio è ufficiale, l’ha fatto durante le Giornate Professionali di Sorrento Paolo del Brocco di 01 Distribution, illustrando il listino 2019 della casa di distribuzione: Diabolik tornerà sul grande schermo, ad opera dei Manetti Bros.

Il progetto però non approderà nei cinema già nella prossima stagione, visto che le riprese inizieranno soltanto nella seconda metà dell’anno. Prodotto da Mompracem e Rai Cinema in associazione con la casa editrice Astorina – fondata dalle sorelle Angela e Luciana Giussani e tuttora “casa” delle avventure dell’inafferrabile ladro – il film avrà un soggetto scritto dagli stessi fratelli Manetti assieme a Michelangelo La Neve e a Mario Gomboli, direttore della Astorina e storico curatore dei soggetti di Diabolik.

Il ladro (per niente) gentiluomo manca dagli schermi dal 1968, anno in cui il mai troppo compianto regista Mario Bava lo portò sul grande schermo con una storia basata sugli archi narrativi di alcuni degli episodi a fumetti più riusciti, Lotta Disperata, L’Ombra della Notte e Sepolto Vivo. Il film di Bava, come sempre, passò sotto silenzio da parte della critica nostrana e anche del pubblico, mentre in Francia fu molto apprezzato dai critici della celebre rivista Cahiers du Cinéma, tra cui registi come Éric Rohmer, Jacques Rivette, Jean-Luc Godard, Claude Chabrol e François Truffaut.

John Phillip Law nel film di Mario Bava

Nella storia recente, è da ricordare anche il divertentissimo videoclip di Amore Impossibile dei Tiromancino, che ha per soggetto proprio un’avventura di Diabolik diretta da Lamberto Bava, figlio di Mario, con interpreti Daniel McVicar di Beautiful e Claudia Gerini, mentre John Phillip Law, il Diabolik del film del 1968, fa un cameo.

I Manetti Bros., da sempre appassionati di fumetti e forti dei recenti successi al cinema e in TV con Ammore e Malavita e la settima stagione dell’Ispettore Coliandro, sono tra i registi più interessanti e sottovalutati del panorama italiano di genere e, con un budget all’altezza, saranno sicuramente in grado di confezionare un’interpretazione memorabile di Diabolik.

Se le avventure del ladro in calzamaglia vi appassionano recuperate Il Re del Terrore, remake del primo, storico numero di Diabolik, qui riproposto con una storia più attuale e uno stile grafico più contemporaneo, ma sempre fedele all’originale.