Giochi in scatola

Il ballo in maschera delle coccinelle, recensione


Il ballo in maschera delle coccinelle
Autore
Peter-Paul Joopen
Editore
dV Giochi
N° Giocatori
2-6
Età consigliata
4+
Durata Media
20 minuti

Il ballo in maschera delle coccinelle è un gioco per bambini ideato dal game designer tedesco Peter-Paul Joopen e portato in Italia da dV Giochi. Si caratterizza per un’ambientazione allegra e materiali colorati perfetti per attirare l’attenzione del target a cui è rivolto questo titolo per 2-4 giocatori. Scopritelo insieme a noi.

Coccinelle contro formiche

In questo gioco le coccinelle sono le grandi protagoniste. I simpatici insettini si stanno preparando per un ballo in maschera e decidono di colorarsi i puntini. Poi però hanno un’idea ancora più fantasiosa: potrebbero scambiarsi i puntini in modo da averli multicolore, tutti diversi! Il problema è che non a tutte piacciono i reciproci colori, quindi dovranno adattarsi. Nel frattempo, anche le formiche si preparano per la festa. Gli insetti che saranno pronti per primi potranno gustare uno strepitoso banchetto!

Materiali e grafica

Nella scatola de Il ballo in maschera delle coccinelle (24,4 x 24,5x 6 cm) troverete:

  • 8 coccinelle,
  • 7 formiche,
  • 1 tabellone con freccia girevole,
  • 56 cilindretti in legno negli 8 colori del gioco (ce ne sono 2 di riserva per ciascun colore),
  • 1 plancetta Tavola imbandita.

Le coccinelle hanno un piccolo magnete sul muso e ciò farà in modo che si possano attrarre o respingere. Quattro si attraggono e quattro si respingono; in questo modo ciascuna coccinella accetterà sempre i colori di altre 4, più il proprio. Inoltre, il dorso ha cinque fori circolari in cui vanno infilati i cilindretti colorati.

Le illustrazioni sono ben realizzate, il gioco è molto colorato e allegro e gli insetti in legno sono grandi e facilmente manipolabili. A livello di materiali, Il ballo in maschera delle coccinelle è perfetto per il target a cui si rivolge, ovvero bambini a partire dai 4 anni. Tenendo conto di questo, è molto apprezzabile l’idea di inserire dei cilindretti di riserva, l’unico elemento piccolino che ai bimbi potrebbe sfuggire di mano.

Il regolamento è chiaro e conciso, ricco di illustrazioni. Il tabellone è molto leggibile con tutte le posizioni per le coccinelle e le formiche indicate molto chiaramente da cerchi delle dimensioni dell’insetto che dovranno ospitare, perciò è impossibile sbagliarsi.

Come si gioca a Il ballo in maschera delle coccinelle

Il flusso di gioco de Il ballo in maschera delle coccinelle è molto semplice: al proprio turno il giocatore gira la freccia sul tabellone di gioco. Questa può indicare uno degli otto petali colorati su cui si trovano le coccinelle o una delle otto foglioline verdi che separano i petali.

Se la freccia si ferma su un petalo, il giocatore prende la coccinella presente su di esso e la posiziona davanti a un’altra a sua scelta. Se le coccinelle magnetiche si attraggono, si attaccano l’una all’altra: in questo caso apprezzano i reciproci colori e si scambiano un cilindretto. Se le coccinelle si respingono, non apprezzano i reciproci colori e non si può effettuare lo scambio. In questo caso, la coccinella prescelta viene riposizionata sul proprio petalo e il turno del giocatore termina.

Se viene effettuato uno scambio, la coccinella può proseguire il volo e scegliere un’altra compagna. Si prosegue in questo modo finché la coccinella non viene respinta da un’altra o finché non è pronta per il ballo in maschera, ovvero ha cinque cilindretti di colore diverso. In questo caso, viene riposta su uno degli otto fiori di tarassaco piccoli al di sotto del fiore multicolore e il turno del giocatore termina.

Se una coccinella che riceve la visita di una compagna sul proprio petalo effettua lo scambio ed è pronta per il ballo, viene messa su una foglia verde e il giocatore può continuare il turno. Nel corso della partita i petali si svuotano man mano che le coccinelle vengono spostate sui fiori di tarassaco. Quando si gira la freccia e questa si ferma su un petalo vuoto, il giocatore può scegliere una qualsiasi delle coccinelle ancora sul fiore e svolgere normalmente il proprio turno.

Se invece la freccia si ferma su una delle foglioline verdi, le formiche avanzano. Le formiche sono sette e ciascuna al primo movimento sale sul tronco in basso a sinistra per poi, al passaggio successivo, posizionarsi su una delle foglie del rampicante sulla sinistra del tabellone. La partita termina quando le coccinelle sono tutte pronte (in questo caso i giocatori vincono) o quando tutte le formiche sono sulle foglie (in questo caso i giocatori perdono) Ciò significa che le coccinelle devono prepararsi prima del 14° movimento delle formiche.

L’importanza della cooperazione

Per far giocare i bambini più piccoli i giochi cooperativi sono quasi sempre l’opzione migliore, sia che i bimbi giochino fra loro, magari con sorelle o fratelli più grandi, sia che giochino con gli adulti. Il fatto di dover collaborare è di per sé educativo; inoltre stimola all’aiuto reciproco ed evita la competizione, che spesso i più piccini vivono male, con conseguenti liti e capricci. Il ballo in maschera delle coccinelle è un titolo cooperativo molto ben realizzato e adatto al target, ovvero a bambini a partire dai 4 anni, ma risulta piacevole anche per bambini più grandicelli, attratti dai bei colori e dalle simpaticissime coccinelle magnetiche.

Conclusioni

Il ballo in maschera delle coccinelle è un gioco ben strutturato, che si presta a far divertire anche i bambini più piccoli grazie a regole molto semplici e lineari e alle coccinelle magnetizzate e si sa che i bambini sono sempre molto affascinati dalle calamite e dai fenomeni magnetici, quindi il successo è assicurato. Il gioco ha anche una componente di memoria, perché è importante ricordarsi quali coccinelle si respingono per non perdere turni con tentativi inutili. Anche in questo aspetto si può cooperare, chiedendo agli altri giocatori se lo si desidera. Come per tutta la serie di giochi per bambini edita di recente da dV Giochi, anche Il ballo in maschera delle coccinelle vanta componenti molto belli, colorati e robusti, facili da manipolare anche per i giocatori più giovani.

L’indicazione di età a partire dai 4 anni è corretta, ma il gioco può risultare coinvolgente anche per bambini più grandi, se non sono già abituati a giochi da tavolo decisamente più complessi.

A chi è adatto

Il ballo in maschera delle coccinelle è adatto per giocare in famiglia con bambini dai 4 anni in su. La presenza al tavolo di un adulto o di fratelli più grandi sarà utile per aiutare i più piccoli a gestire i cilindretti colorati.

Il ballo in maschera delle coccinelle


Il ballo in maschera delle coccinelle si inserisce molto bene nella serie di titoli di dV Giochi per i più piccini, proponendo un titolo cooperativo con poche, semplici regole, materiali colorati e di buona qualità, illustrazioni piacevoli e graziose coccinelle magnetiche che attirano subito l'attenzione dei bambini. Piacevole per trascorrere momenti di allegria in famiglia.

Pro

  • Materiali resistenti e facili da manipolare anche per i più piccoli
  • Le coccinelle magnetiche piacciono moltissimo ai bambini
  • I giochi cooperativi sono ottimi per i bimbi più piccoli

Contro

  • Facile smarrire i cilindretti colorati