Cinema e Serie TV

Justice League Snyder Cut: ecco il vero Steppenwolf

Ci separano più o meno tre settimane dall’attesissimo DC FanDome e Zack Snyder procede spedito nel suo lavoro su Justice League Snyder Cut di cui dovremmo vedere il primo trailer proprio alla convention virtuale del prossimo 22 agosto. Nella tarda serata di ieri il regista ha intanto pubblicato un fotogramma a bassa risoluzione di Steppenwolf ovvero il villain del film.

Pesantemente rimaneggiato anche e soprattutto nel look nella versione cinematografico, Steppenwolf si mostra in tutta la sua terribile brutalità:

Foto generiche

Snyder ha pubblicato la foto tramite il suo account VERO con un inequivocabile messaggio:

Mentre stavo lavorando oggi ho recuperato questa, mi dispiace sia in bassa risoluzione ma l’ho vista in alta risoluzione in tutta la sua gloria ed è magnifico, domanda veloce… quanto pensate sia brutale?

Justice League Snyder Cut – le scene aggiuntive

Parlando del processo di montaggio della Justice League Snyder Cut, Snyder è stato molto categorico: non verrà usata nessuna scena girata da Joss Whedon e/o girata quando ha lasciato il set. Il regista ha confermato che alla base del progetto vi è l’intenzione di riportare il film alla sua visione originale e che preferirebbe far saltare tutto e bruciare la pellicola piuttosto che usare girato non suo.

Snyder ha confermato che Justice League Snyder Cut deve essere e sarà una esperienza nuova glissando poi sulla presenza di personaggi come Green Lantern, Martian Manhunter e Darkseid.

Justice League Snyder Cut – durata e titolo definitivo

Quando arriverà su HBO Max nel 2021 Justice League Snyder Cut potrebbe non avere questo nome. Il regista ha spiegato che al momento sono in atto delle verifiche legali sulla possibilità di utilizzare questo nome – che sarebbe particolarmente calzante secondo il regista – e che qualora dovesse servire sono al vaglio anche nomi alternativi.

Snyder è tornato anche a parlare della durata del film ribadendo come i 214 minuti inizialmente pensati potrebbero non bastare e per questo motivo, anziché tagliare scene, si sta valutando l’ipotesi di trasformare il film in una sorta di miniserie.

Infine Snyder ha confermato: Justice League Snyder Cut esisterà parallelamente alla versione cinematografica e non intaccherà all’attuale continuity dell’universo cinematografico DC.

Foto generiche

Justice League Snyder Cut – sulla decisione di abbandonare il set

Zack Snyder ha chiarito una volta per tutte che la decisione di abbandonare il set e la lavorazione del film nel 2017 è stata completamente sua. Pur non entrando nel merito – ricordiamo che sua figlia Autumn si suicidò proprio mentre il regista stava lavorando al film – Snyder ha confermato che non ci furono pressioni in questo senso da parte degli Studios.

Justice League Snyder Cut – Ray Fisher (Cyborg) su Joss Whedon

Ospite del panel Justice Con è stato anche l’attore Ray Fisher che nel film interpreta Cyborg il quale ha confermato le dichiarazioni al vetriolo fatte ripetutamente nelle scorse settimane su Joss Whedon.

Il giovane attore ha confermato di essere ancora vincolato da un contratto di non divulgazione e che per questo non può citare episodi specifici accaduti sul set. Fisher ha ribadito come il comportamento del regista di Avengers e creatore di Buffy è stato decisamente poco professionale e offensivo nonché inaccettabile sul set.

Fisher ha concluso dicendo che Whedon è probabilmente spaventato dalle dichiarazioni che stanno trapelando da più parti in queste settimane e si augura che presto si affronti apertamente il problema.

Non ci resta che attendere a questo punto il prossimo 22 agosto quando durante la DC FanDome avremo dettagli, speriamo definitivi, su Justice League Snyder Cut.

Tuffatevi nei Worlds of DC con questo massiccio cofanetto blu-ray e 4K Ultra HD che raccoglie tutti i film finora usciti cliccando QUI.