Giochi in scatola

MicroMacro: Crime City, la nostra preview

MicroMacro: Crime City è un nuovo gioco investigativo per 1-4 giocatori edito da MS Edizioni che presenta sedici casi da risolvere con una modalità abbastanza particolare rispetto alla maggior parte dei prodotti attualmente sul mercato. Oggi ve lo presentiamo dopo aver provato il caso demo.

Una città tutt’altro che tranquilla…

La città di MicroMacro è tutt’altro che un luogo sicuro in cui vivere! Infatti, il tasso di criminalità è molto elevato e la polizia locale ha bisogno di aiuto per risolvere numerosi casi. Si tratta sia di omicidi che di altri reati e i giocatori sono gli investigatori chiamati a occuparsi di sedici casi di difficoltà crescente (più un caso demo per imparare a giocare). Tutto ciò che vi servirà sono capacità di osservazione e deduzione e alcuni strumenti: una grande mappa della città, un mazzetto di carte per ogni caso e una lente d’ingrandimento. Siete pronti?

Come si gioca a MicroMacro: Crime City

Le regole di MicroMacro: Crime City sono molto semplici. Si tratta di un gioco cooperativo, in cui tutti i partecipanti sono chiamati a unire le forze e discutere le proprie teorie per risolvere il caso assegnato. Prima di iniziare si sceglie un giocatore che avrà il ruolo di ispettore capo, incaricato di leggere le carte ad alta voce.

Per giocare avrete a disposizione un disegno molto grande e dettagliatissimo della città, zeppo di luoghi, particolari e personaggi intenti a svolgere le attività più disparate. Una volta scelto il caso da giocare, si legge la prima carta, che presenta la situazione. Leggendo la carta introduttiva si scopre la seconda carta del mazzo, che pone una domanda relativa al caso. Gli investigatori devono trovare la risposta osservando la mappa e trovando il disegno che consente di rispondere in modo logico e con tanto di prove (o di deduzioni valide) alla domanda. Quando i giocatori concordano sulla soluzione, l’ispettore capo gira la carta in cima al mazzo e guarda la soluzione. Se è esatta, legge la carta ad alta voce. In caso contrario, gli altri devono continuare a indagare e l’ispettore capo non può più partecipare né parlare. Potrà solo dire agli altri se la nuova soluzione trovata è esatta o meno.

Si procede in questo modo fino a esaurire le carte che compongono il mazzo, giungendo quindi a ricostruire l’accaduto.

Prime impressioni

MicroMacro: Crime City è un gioco dalle regole semplici e ciò lo rende adatto a un pubblico ampio.  Il fatto di dover identificare l’immagine corretta richiede un’analisi minuziosa della mappa, che presenta un’incredibile quantità di elementi e dettagli. La città è divisa in riquadri indicati da coordinate, che facilitano l’identificazione delle diverse zone. I disegni sulla mappa sono piccoli ma ben visibili e prestando attenzione si possono individuare una miriade di piccoli dettagli e di simpatici personaggi.

Per giocare il caso demo, che è molto semplice, sono necessari circa 10 minuti. Il regolamento indica poi una durata di 15-45 minuti a partita e una difficoltà crescente dei casi proposti (da 1 a 5 stelle).

In attesa di poter provare il gioco completo e valutare come si evolvono i casi e come scala la difficoltà degli stessi segnaliamo come unico punto d’attenzione la modalità di gioco in solitario nella quale il giocatore ha di fatto una sola opportunità per trovare la soluzione di ogni carta, perché poi dovrà girarla per controllare se ha dato la risposta esatta, vedendo quindi la soluzione.

A chi è adatto

MicroMacro: Crime City può risultare interessante per tutti gli appassionati di giochi investigativi, in particolare per le famiglie e i giocatori più giovani (nei disegni non sono presenti dettagli violenti) o per chi è alla prima esperienza con questo genere di titoli. L’età suggerita per il gioco è comunque a partire dai 14 anni.

MicroMacro: Crime City è disponibile per l’acquisto online a portata di un click!