Cinema e Serie TV

One Piece (Netflix): Oda parla del live-action

Eiichiro Oda, il padre del manga di One Piece, non sembrava essere convinto di volerne un adattamento live-action con attori reali in carne ed ossa per giunta non provenienti dal Giappone.

A giudicare dalle sue parole in fase di annuncio del progetto avvenuto nell’ormai lontano 2017 (ventennale del manga), infatti, l’autore aveva dichiarato che la serie tv non ha ricevuto una immediata fumata bianca da parte dell’autore, anzi, quest’ultimo ha atteso e valutato attentamente quelli che sarebbero stati i partner che avrebbero creato assieme a lui il progetto ad oggi in creazione per Netflix.

Oda parla del live-action

Ecco le parole dell’autore dei record sulla nascita dell’idea di una serie tv live-action di One Piece:

Ho ricevuto numerose offerte per creare l’adattamento in live-action di One Piece. Tre anni fa ho finalmente deciso di acconsentire poichè dopo alti e bassi ho incontrato il giusto partner. La prima condizione che ho presentato ai produttori è che il live-action non tradisse la fiducia di tutti gli appassionati che hanno supportato One Piece per 20 anni. Capisco e mi aspetto che alcuni fan siano preoccupati, ma più di questo non vedo l’ora di cogliere anche l’esaltazione.

One Piece

La serie non ha ancora una data di inizio, ma dagli ultimi rumor è possibile che le riprese inizino verso la fine del 2021 in quel di Città del Capo (Sud Africa). Ciò che è certo, invece, è che la serie ha finalmente il logo e il titolo del primo episodio, ossia Romance Dawn. Qui gli ultimi dettagli.

One Piece (Netflix): i dettagli della serie tv

La serie televisiva live action Netflix è prodotta da Tomorrow Studios, una partnership tra ITV Studios, con Steven Maeda nel ruolo di showrunner e co-sceneggiatore, Matt Owens (Luke Cage, Agents of S.H.I.E.L.D., The Defenders) come sceneggiatore e Marty Adelstein (Prison Break, Teen Wolf), Becky Clements (Cowboy Bebop, Snowpiercer, Hanna) e Eiichiro Oda nel ruolo di produttori esecutivi della serie

Annunciata nel 2017, la serie è parte delle celebrazioni del 20 anni del manga e adatterà i primi eventi dell’arco narrativo di Romance Down con un totale di 10 episodi.

One Piece: il manga e l’anime

One Piece è un manga shonen scritto e disegnato da Eiichiro Oda attraverso le pagine di Weekly Shonen Jump (Shueisha) dal 1997. La serie manga, nel cuore dell’arco narrativo del Paese di Wano, in Giappone ha raggiunto i 1025 capitoli e 100 tankobon. In Italia, invece, la serie è edita da Edizioni Star Comics con 98 volumetti disponibili (è possibile recuperarlo su Amazon).

Le ultime uscite del manga sono disponibili per la lettura gratuita e totalmente legale su MANGA Plus (Shueisha).Il manga sta ispirando una serie animata realizzata da Toei Animation ed è in corso ininterrotto dal 1999. Ha attualmente raggiunto i 990 episodi totali e sta traponendo gli eventi dell’arco narrativo del Paese di Wano.

one piece anime

In Italia i diritti di trasmissione sono di Mediaset e vanta al momento 579 episodi doppiati. La serie è anche visibile legalmente, con sottotitoli in italiano e con un account premium attraverso la piattaforma streaming di Crunchyroll.

Il franchise ha ispirato videogiochi, merchandising, spin-off manga, lungometraggi animati e una serie tv Netflix con attori occidentali in carne ed ossa attualmente in corso di sviluppo. Recuperiamo qui gli ultimi dettagli.

Nel fantasmagorico universo di One Piece non esiste la parola “riposo”, e l’instancabile mente del maestro Oda è costantemente al lavoro per partorire nuove, pazzesche avventure da far vivere alla masnada di pirati più bizzarra che ci sia! A Wa, il gruppo di Rufy ha quasi finito di radunare compagni e alleati, ed è ormai a un passo dalla pianificata irruzione sull’Isola degli Orchi. Nel frattempo, dal lato dei nemici, vede la luce la peggiore delle alleanze! Mentre Kaido brinda al “mostruoso” sodalizio, la situazione mondiale comincia a vacillare.