Tom's Hardware Italia Tom's Hardware
  • 2
  • 0

Scheda video: guida all’acquisto

Il minimo per un PC da gioco

Sapphire Radeon RX 560 Pulse OC 4GB


Architettura
GCN 1.3
Numero Core
1.024
Freq. Base GPU
1.284 MHz
In alternativa
  • -

La migliore per il Full HD

Sapphire Radeon RX 580 8GB Nitro+


Architettura
GCN 1.4
Numero Core
2304
Freq. Base GPU
1.411 MHz

La migliore per il WQHD

ZOTAC GAMING GeForce RTX 2060 Twin Fan


Architettura
Turing
Numero Core
1920
Freq. Base GPU
1.365 MHz
In alternativa
  • -

Il top per giocare in Ultra HD

MSI Duke GeForce RTX 2080 Ti OC 11GB


Architettura
Turing
Numero Core
4352
Freq. Base GPU
1.350 MHz
In alternativa
  • -

Il minimo per la realtà virtuale

Zotac GeForce GTX 1060 Mini 6GB


Architettura
Pascal
Numero Core
1280
Freq. Base GPU
1.506 MHz

Migliore per la realtà virtuale

Asus Dual GeForce RTX 2080 OC 8GB


Architettura
Turing
Numero Core
2.944
Freq. Base GPU
1.515 MHz
In alternativa
  • -

La scheda video è un componente fondamentale se volete realizzarvi un PC gaming. Per questo motivo fare l’acquisto giusto è importante se volete assicurarvi ore di divertimento senza pensieri. Ci sono tante schede video sul mercato, quindi non è facile scegliere. Per questo abbiamo stilato una guida con alcuni consigli per andare a “botta sicura” in base alle vostre esigenze di gioco.

Aggiornata al 13/02/2018

Il mercato delle schede video ha visto in questi mesi l’uscita di quattro nuove proposte di Nvidia, che ha occupato la fascia alta del mercato con le soluzioni GeForce RTX 2080 Ti, RTX 2080, RTX 2070 e RTX 2060. L’azienda ha così rinnovato l’offerta dai 350 euro a salire, senza grandi preoccupazioni per una concorrenza assente. L’assenza di giochi con supporto al ray tracing, vera novità dell’architettura Turing di Nvidia, ha però frenato gli acquisti da parte dei consumatori e di conseguenza le schede non hanno ancora riscosso un grandissimo successo, portando Nvidia a rivedere i conti trimestrali di 500 milioni di dollari.

Il 7 febbraio AMD ha introdotto la Radeon VII, una scheda video con prestazioni simili alla RTX 2080 ma ancora poco disponibile e generalmente più costosa. Tra le altre pecche la rumorosità e i consumi. AMD si difende ancora bene nella fascia bassa e media (dove troviamo la Radeon RX 590 presentata sul finire dello scorso anno), con proposte buone per rapporto tra qualità e prestazioni.

Per avere maggiore vivacità nel settore si guarda al progetto AMD Navi, il cui arrivo è previsto per la seconda metà del 2019. Nelle prossime settimane Nvidia introdurrà un’altra scheda video Turing, la GTX 1660 Ti, sempre basata su architettura Turing ma priva di capacità ray tracing. La scheda dovrebbe essere basata sull’inedita GPU TU116 con 1536 CUDA core e vantare 6 GB di memoria GDDR6 su bus 192 bit.

Per ricevere i prodotti Amazon in questa guida nel minor tempo possibile* iscrivetevi ad Amazon Prime gratuitamente per i primi 30 giorni.
*Verifica la data di consegna durante il processo d’acquisto

Architettura
GCN 1.3
Numero Core
1.024
Freq. Base GPU
1.284 MHz
Quantità memoria
4.096 MB
TDP
90 W
Il minimo per un PC da gioco

La Radeon RX 560 non è altro che una Radeon RX 460 con più stream processor (1024 vs 896) e frequenze maggiori. Permette di giocare in Full HD con la maggior parte dei giochi, a patto di abbassare qualche impostazione di dettaglio. A bordo della GPU, oltre ai 1024 stream processor suddivisi su 16 Compute Unit, troviamo 64 TMU, 16 ROPs e un bus a 128 bit collegato a 2 / 4 GB di memoria GDDR5. Le frequenze fissate da AMD – che i partner possono seguire o no – sono di 1175 / 1275 MHz per la GPU e 7 GHz per la memoria, per un bandwidth di 96 GB/s.

Architettura
GCN 1.4
Numero Core
2304
Freq. Base GPU
1.411 MHz
Quantità memoria
8.192 MB
TDP
150 W
La migliore per il Full HD


Complice l’uscita della RX 590, la Radeon RX 580 8GB è oggi più che mai un ottimo investimento se l’acquistate a un prezzo tra 200 e 240 euro. La scheda offre prestazioni ottime per giocare in Full HD con dettagli alti e in tal senso se la vede faccia a faccia con la GTX 1060 6GB. Se avete circa 270 euro c’è anche la RX 590 nella stessa fascia, ma reputiamo che l’esborso migliore sia sulla RX 580.

Architettura
Turing
Numero Core
1920
Freq. Base GPU
1.365 MHz
Quantità memoria
6.144 MB
TDP
160 W
La migliore per il WQHD

Con prezzi inferiori a 400 euro, la GeForce RTX 2060 di Nvidia è la scheda che reputiamo la migliore soluzione per giocare a 2560×1440 pixel in modo ottimale, con dettagli al massimo. È anche la scheda video meno costosa a permettere di attivare il ray tracing nei giochi che lo supportano. È vero, per ora si parla di pochissimi titoli, ma in futuro aumenteranno. Un acquisto valido per diverso tempo, e a un costo tutto sommato accettabile e in costante calo.

Architettura
Turing
Numero Core
4352
Freq. Base GPU
1.350 MHz
Quantità memoria
11.264 MB
TDP
250 W
Il top per giocare in Ultra HD

La GeForce RTX 2080 Ti offre 4352 CUDA core, 11 GB di memoria GDDR6 a 14 Gbps e un bus di memoria a 352 bit. È la scheda video più veloce sul mercato, l’unica in grado di assicurare prestazioni in 4K al top con tutti i giochi. Grazie ai nuovi RT core è inoltre già pronta per i giochi basati sul rendering ibrido che fondono la rasterizzazione con il ray tracing.

Architettura
Pascal
Numero Core
1280
Freq. Base GPU
1.506 MHz
Quantità memoria
6.144 MB
TDP
120 W
Il minimo per la realtà virtuale

Non tutti possono permettersi una scheda video come la GTX 1080 per la realtà virtuale, così è possibile ripiegare sulla GTX 1060 e godere sia di prestazioni adeguate per il gaming tradizionale in Full HD che giocare in realtà virtuale.

Architettura
Turing
Numero Core
2.944
Freq. Base GPU
1.515 MHz
Quantità memoria
8.192 MB
TDP
215 W
Migliore per la realtà virtuale

La GeForce RTX 2080 mette a disposizione dei giocatori 2944 CUDA core, 8 GB di memoria GDDR6 a 14 Gbps e ha un bus di memori a 256 bit. Non è potente quanto la RTX 2080 Ti ma è indubbiamente un prodotto validissimo, che offre prestazioni nei giochi tradizionali simili alla GTX 1080 Ti. È inoltre dotata di RT core, quindi è già pronta per i giochi basati sul rendering ibrido che fondono la rasterizzazione con il ray tracing.