Schede Grafiche

AMD porta il Ray Tracing su Polaris, ma che senso ha?

A volte le nuove tecnologie possono funzionare su hardware con qualche anno sulle spalle ed è questo il caso anche del ray tracing. Questa settimana, gli appassionati che lavorano su Mesa, un’implementazione open source delle API OpenGL e Vulkan per Linux, hanno creato una richiesta di unione del driver ray tracing RADV per le GPU RDNA 2 di AMD, consentendogli di funzionare con le schede grafiche della generazione precedente. Sorge spontanea una domanda: ha davvero senso?

AMD Radeon RX 6700 XT

Stando a Joshua Ashton, uno sviluppatore di DXVK e altri progetti Direct3D-on-Vulkan per Valve (come riportato da Phoronix), ha affermato:

Questo PR implementa il ray-tracing sulle generazioni precedenti (Navi, Vega, Polaris, ecc.) emulando le istruzioni di intersezione AMD BVH via software. In questo momento questo passa CTS come sulle schede RDNA 2.

In tempi recenti, il supporto del ray tracing software e hardware è stato al centro di molte discussioni poiché la tecnologia deve essere implementata correttamente per apportare miglioramenti significativi alla qualità. Ma ciò provoca un decadimento in termini di prestazioni anche su hardware moderno che supporta l’accelerazione hardware per il ray tracing, come le GPU della serie Radeon RX 6000 di AMD basate sull’architettura RDNA 2.

Tuttavia, a quanto pare gli appassionati di Linux vogliono abilitare il supporto del ray tracing in Vulkan anche su architetture ormai superate. come l’originale RDNA del 2019 e GCN 4/5 del 2016/2017. Secondo Jon Peddie, il capo di Jon Peddie Research, esistono sei livelli di supporto del ray tracing hardware da parte delle GPU. Si ritiene che le GPU RDNA 2 si trovino al livello 3 in quanto supportano l’elaborazione di Bounding Volume Hierarchy (BVH) via hardware. Tuttavia, le GPU basate sulle architetture AMD introdotte nel 2016-2019 non supportano alcuna accelerazione hardware per il ray tracing, ma possono emulare l’elaborazione BVH via software utilizzando ray-box e ray-triangle tester tramite istruzioni shader standard.

AMD Radeon RX 6800 Series

Sebbene tale emulazione sia legittima e possa produrre risultati simili all’hardware RT di livello 3, richiede anche un enorme investimento di potenza di calcolo per i giochi in tempo reale, qualcosa che le GPU obsolete semplicemente non hanno. Ad esempio, AMD ha affermato che i suoi ray accelerator sono circa dieci volte più veloci rispetto agli shader. Naturalmente, il ray tracing può essere utilizzato per creare bellissime immagini non in tempo reale, ma chi ha bisogno di questa capacità di solito può permettersi un hardware adeguato.