Schede Grafiche

ATI Radeon X1900: 48 pixel pipeline di potenza

Pagina 1: ATI Radeon X1900: 48 pixel pipeline di potenza

La sfrenata corsa al successo

All’inizio del 2005 NVIDIA ha presentato la scheda 7800 GTX, che è riuscita a far sfigurare ogni altra scheda che si è trovata davanti, inclusa la ATI X850XT Platinum Edition. In ottobre, ATI ha risposto con il tanto atteso R520, nella veste della serie X1000. L’X1800XT ha sferrato buoni colpi, abbastanza da riprendersi il trono delle prestazioni nel settore a singola scheda grafica. Sempre nello stesso mese, NVIDIA ha risposto presentando la GeForce 7800 GTX 512, una versione con maggior memoria e frequenze operative più elevate. NVIDIA si è così ripresa il titolo in entrambi i settori a singola e doppia scheda. ATI è poi ritornata alla carica con l’X1800 CrossFire il 20 dicembre 2005 e ora offre un nuovo modello. Siete pronti a vedere quello di cui è capace la nuova creatura ATi?

Per il consumatore, il lancio costante di nuovi prodotti fa sì che i modelli più vecchi costino sempre meno. Quando le presentazioni delle nuove generazioni avevano scadenza semestrale, era necessario attendere molto tempo prima dei vari salti prestazionali e, specialmente nella fascia mainstream, le novità erano rilasciate con il contagocce. L’ultima volta che abbiamo assistito a una scena del genere aspettavamo la presentazione dell’NVIDIA GeForce 7800 GTX e della Radeon X1800XT.

Tuttavia da ottobre 2005 ogni mese ha sempre portato nuove soluzioni sul mercato. Il vero problema riscontrato con la casa canadese, e molto criticato, riguarda la presentazione di schede video "fantasma"; i modelli presentati impiegavano un paio di mesi prima di essere disponibili sugli scaffali dei rivenditori. NVIDIA ha invece adottato l’approccio "non ne parliamo fin quando non è pronta alla vendita", e questo ha permesso che la disponibilità in volumi fosse tale fin dalla data di lancio. Dobbiamo però fare una nota positiva ad ATi, considerando che rispetto la controparte non si è solo concentrata sulle prestazioni ma ha anche cercato di offrire con le proprie schede alcune funzionalità aggiuntive, come l’AVIVO.