Cooler Master ha fatto un PC a forma di squalo e lo potete comprare!

Il nuovo Shark X non è però l'unica novità di Cooler Master al COMPUTEX: scopriamo tutti i prodotti presentati durante la fiera.

Avatar di Marco Pedrani

a cura di Marco Pedrani

Managing Editor

Durante il COMPUTEX 2024 non sono mancati i nuovi prodotti targati Cooler Master: l’azienda ha presentato tante novità, tra cui alimentatori, dissipatori, case, un enorme monitor da 57 pollici, PC a forma di squalo e Master Hub, già visto lo scorso anno e che si prepara ad arrivare sul mercato.

Partiamo dal monitor curvo GP57ZS da 57 pollici, progettato per la massima immersività. Lo abbiamo visto montato su un simulatore di volo e l’esperienza è davvero incredibile, pari a quella offerta da un sistema con triplo monitor. Lo schermo è dotato di una retroilluminazione Mini LED con 2304 zone e offre una risoluzione elevatissima, pari a 7680 x 2160 pixel. La curvatura è pari a 1000R e il pannello è di tipo VA, mentre non conosciamo ancora la frequenza d’aggiornamento.

Altra perla dello stand Cooler Master è Shark X, il PC a forma di squalo nato da una competizione di modding, esattamente com’è stato lo scorso anno per Sneaker X. Si tratta di un’autentica opera d’arte, bellissima ma che difficilmente potrete mettervi in casa; se però sarete così fortunati, sappiate che arriverà anche sul mercato italiano, dove sarà venduta da Drako.

  • Immagine 1 di 4
  • Immagine 2 di 4
  • Immagine 3 di 4
  • Immagine 4 di 4

Tra i nuovi case c’è NCore 600 Prestige, che come molti altri degli chassis visti in fiera, presenta un design “fishtank”, dove il vetro circonda quasi completamente tre lati. Si tratta di una soluzione adatta specialmente a chi vuole mettere in mostra la propria build, ma senza sacrificare il raffreddamento: il flusso d’aria è assicurato dalla possibilità di inserire tre ventole sotto, che insieme a quelle superiori creano un design “a camino” che muove l’aria dal basso verso l’alto.

Altro chassis molto interessante è un prototipo mini-ITX dedicato alle build BTF, che permette di installare e rimuovere facilmente un modulo contenente la GPU. Per ora si tratta di un concept, ma è molto interessante e potrebbe trovare diverse applicazioni utili. Un altro prototipo di Mini-ITX, che ci piacerebbe veder diventare un prodotto reale, rimuove la paratia laterale in corrispondenza della scheda video e la sostituisce con un mesh, assicurando la massima capacità di raffreddamento.

  • Immagine 1 di 6
  • Immagine 2 di 6
  • Immagine 3 di 6
  • Immagine 4 di 6
  • Immagine 5 di 6
  • Immagine 6 di 6

La gamma di prodotti per la dissipazione si arricchisce con nuove ventole Mobius che arrivano fino a 4000 RPM e muovono enormi quantità d’aria, il dissipatore ad aria 612 Ventus che integra diverse novità tecnologiche per raffreddare fino a 280W in un design compatto e i sistemi all in one MasterLiquid, con modelli che permettono di cambiare il modulo sopra la pompa, sostituendolo ad esempio con una ventola che raffredda i VRM.

  • Immagine 1 di 16
  • Immagine 2 di 16
  • Immagine 3 di 16
  • Immagine 4 di 16
  • Immagine 5 di 16
  • Immagine 6 di 16
  • Immagine 7 di 16
  • Immagine 8 di 16
  • Immagine 9 di 16
  • Immagine 10 di 16
  • Immagine 11 di 16
  • Immagine 12 di 16
  • Immagine 13 di 16
  • Immagine 14 di 16
  • Immagine 15 di 16
  • Immagine 16 di 16

Il prodotto di punta qui è però Mythril, una vera e propria lineup completa per la creazione di sistemi custom loop, che oltre a pompa, serbatoi, piastre di distribuzione e blocchi di raffreddamento per CPU e GPU, offre anche dei particolari tubi quadrati.

  • Immagine 1 di 3
  • Immagine 2 di 3
  • Immagine 3 di 3

Nel campo degli alimentatori, le novità più interessanti riguardano i nuovi modelli fanless, che ora sono disponibili con una potenza fino a 1100 watt. Per raggiungere questo risultato, Cooler Master ha lavorato molto sul raffreddamento, per assicurarsi che l’elettronica non operi mai a temperature troppo elevate, anche senza essere raffreddata attivamente.

  • Immagine 1 di 4
  • Immagine 2 di 4
  • Immagine 3 di 4
  • Immagine 4 di 4

Chiudiamo con Master Hub, il centro di controllo modulare già presentato lo scorso anno e che dovrebbe, finalmente, arrivare sul mercato nei prossimi mesi. Si tratta di un sistema completamente personalizzabile, che permette di assegnare qualsiasi azione a pulsanti e manopole, oltre che di creare la propria configurazione ideale; non conosciamo il prezzo e, per il momento, sappiamo solo che costerà più delle alternative Elgato, ma è chiaro già da ora che offre anche decisamente di più.

Leggi altri articoli