Tom's Hardware Italia Tom's Hardware
CPU

Recensione Intel Core i9-9900K, CPU con 8 core e 16 thread

Socket
LGA 1151
Thread
8 - 16
Boost
3,6 GHz - 5 GHz
TDP
95
Processo produttivo
14 nm++

Pagina 1: Recensione Intel Core i9-9900K, CPU con 8 core e 16 thread

La nona generazione dei processori Core rappresenta il culmine degli sforzi di Intel di respingere l’attacco di AMD al mercato ethusiast con i processori Ryzen fino a otto core. Dato che progettare una CPU non è un gioco da ragazzi, le nuove architetture possono richiedere da tre a cinque anni per arrivare sul mercato, quindi l’incremento dei core in casa Intel era in cantiere da tempo. Non c’è però alcun dubbio che Intel abbia intensificato i propri sforzi per rispondere alle CPU Ryzen.

Il primo segnale è arrivato l’anno passato, con il debutto dei processori Coffee Lake di ottava generazione. Quei processori sono stati i primi a incrementare il numero di core, aggiungendone due in ogni serie, dopo diversi anni in cui il limite massimo è stato di quattro core.

La nuova gamma Core di nona generazione alza la posta aggiungendo un Core i9 e un Core i7 con due core in più, per un totale di otto core rispetto alla generazione precedente – il Core i7 è privo di Hyper-Threading.

nor

Con questa nuova serie Intel risponde inoltre a diversi capisaldi dei recenti processori AMD. Intel ha creato una confezione particolare per il suo Core i9-9900K, rispondendo a quanto fatto da AMD con i Threadripper, e ha rimpiazzato la sua pasta termica con la saldatura (Solder Thermal Interface Material, STIM) per migliorare l’efficienza nel trasferimento del calore tra l’heat spreader e il die, in modo da gestire meglio il calore prodotto dai core extra e facilitare l’overclock.

Il Core i9-9900K arriva sul mercato a un prezzo che rappresenta un nuovo livello massimo, 488 dollari esentasse. Ne vale la pena? Nei nostri test abbiamo riscontrato che è il processore desktop mainstream più veloce. È però anche tra i più costosi. La maggior parte degli utenti dovrebbe quindi essere servita meglio da alternative meno costose come il Core i7-9700K (374 dollari esentasse).

Coffee Lake Refresh e Core i9-9900K

L’offerta Coffee Lake Refresh di Intel parte con tre processori in versione K. Tutti adottano l’architettura Coffee Lake come i precedenti modelli e il processo produttivo a 14 nm++.

Come da attese, Intel suddivide le famiglie in modelli Core i7 e Core i5, ma la nuova generazione segna il debutto di un nuovo portabandiera a 8 core e 16 thread chiamato Core i9-9900K. Tutte le nuove soluzioni integrano una GPU UHD Graphics 630, moltiplicatori sbloccati per favorire l’overclock e supporteranno configurazioni di memoria dual-channel DDR4-2666 fino a 128 GB grazie all’aumento di densità delle memorie.

Core i9-9900K Core i7-9700K Core i5-9600K
Architettura Coffee Lake Coffee Lake Coffee Lake
Socket 1151 1151 1151
Core / thread 8 / 16 8 / 8 6 / 6
Frequenza base (GHz) 3.6 3.6 3.7
Frequenza boost (core attivi – GHz) 1-2 Cores – 5.0
4 Cores – 4.8
8 Cores – 4.7
1 Core – 4.9
2 Core 4.8
4 Core 4.7
8 Core 4.6
1 Core – 4.6
2 Core – 4.5
4 Core 4.4
6 Core 4.3
Cache L3 16MB 12MB 9MB
Processo produttivo 14nm++ 14nm++ 14nm++
TDP 95W 95W 95W
Memoria DDR4-2666 DDR4-2666 DDR4-2666
Controller memoria Dual-Channel Dual-Channel Dual-Channel
Linee PCI Express x16 x16 x16
UHD 630 / GT2 (Base/Boost MHz) 350 / 1200 350 / 1200 350 / 1150
Prezzo consigliato $488 – $499 $374 – $385 $262 – $263

La Solder Thermal Interface Material, STIM, permette a questi processori di mantenere un TDP di 95 watt (valore che Intel misura alla frequenza di base della CPU) su tutti e tre i modelli malgrado Core i9 e Core i7 abbiano due core in più rispetto alla generazione precedente.

Il Core i9-9900K ha un base clock di 3,6 GHz, solo 100 MHz in meno del precedente processore a sei core Core i7-8700K, ma conta due core in più. Già questo illustra chiaramente il vantaggio di usare la saldatura al posto della pasta termica. Vedremo nel corso dell’articolo se sarà benefico anche per l’overclock.

Base 1 Core 2 Core 3 Core 4 Core 5 Core 6 Core 7 Core 8 Core
Core i9-9900K (GHz) 3.6 5.0 5.0 4.8 4.8 4.7 4.7 4.7 4.7
Core i7-9700K (GHz) 3.6 4.9 4.8 4.7 4.7 4.6 4.6 4.6 4.6
Core i7-8700K (GHz) 3.7 4.7 4.6 4.4 4.4 4.3 4.3
Core i7-8086K (GHz) 4.0 5.0 4.6 4.5 4.4 4.4 4.3
Core i5-9600K (GHz) 3.7 4.6 4.5 4.4 4.4 4.3 4.3
Core i5-8600K (GHz) 3.6 4.3 4.2 4.2 4.2 4.1 4.1

La migliorata dissipazione del calore permette alle CPU Core di nona generazione di raggiungere frequenze molto alte. Il 9900K può arrivare fino a 5 GHz con 1-2 due core attivi, superando il precedente record stabilito dal Core i7-8086K che toccava 5 GHz su un singolo core.

Come potete vedere nella tabella qui sopra, Intel sta spingendo sulla curva di tensione / frequenza con i nuovi modelli a otto core, che hanno moltiplicatori di boost molto più alti rispetto ai modelli precedenti. I rapporti turbo molto più alti dovrebbero permettere a Intel di incrementare il suo vantaggio dei confronti di AMD nelle operazioni che sfruttano meno i thread, come il gaming, e i due core in più dovrebbero consentire alle CPU Intel di essere più competitive nei carichi pesantemente ottimizzati per sfruttare i thread, punto forte dei Ryzen, in particolare dei processori a otto core come il 2700X.

Il Core i7-7820X sembra un confronto logico per questo Core i9, ma quel processore ha un progetto fondamentalmente diverso e richiede schede madre X299 più costose. Di contro, quel chip supporta memoria quad-channel, un passo in più rispetto al dual-channel del 9900K, non ha una GPU integrata e adotta un’architettura mesh rispetto alla ring bus (maggiori informazioni qui) usata da Intel sulle CPU mainstream. Come abbiamo mostrato in passato, l’architettura mesh può avere un impatto negativo sui carichi di classe desktop, quindi non è la migliore soluzione per gli appassionati.

Come prevedibile, i due core extra del 9900K sono accompagnati da 2 MB di cache L3 ciascuno, portando la capacità totale a 16 MB. Il Core i7-9700K, sempre dotato di 8 core, ha invece 12 MB di cache L3 come il sei core 8700K, quindi a conti fatti abbiamo un rapporto cache per core inferiore, il che significa che Intel ha disabilitato parte della cache sul die per segmentare la propria offerta.

La serie Core i7 tradizionalmente ha sempre avuto l’Hyper-Threading, che permette a un core di eseguire due thread software simultaneamente, aumentando le prestazioni. I processori Kaby Lake avevano quattro core e otto thread, mentre i Coffee Lake si sono spinti a sei core e dodici thread.

La nona generazione cambia tutto, con il 9700K che offre 8 core senza Hyper-Threading. L’Hyper-Threading porta all’incirca il 15-20 percento di prestazioni in più per core in condizioni ideali, quindi la rimozione della funzionalità sul Core i7-9700K dovrebbe rendere il processore a 8 core e 8 thread più veloce del suo predecessore a 12 thread nella maggior parte dei carichi di lavoro.

La serie Core i5 in questa nona generazione conserva gli stessi 6 core fisici senza Hyper-Threading delle controparti Coffee Lake. Il Core i5-9600K (ha un prezzo di 262 dollari esentasse) ha un base clock di 3,7 GHz e un boost a 4,6 GHz. Ogni core è accoppiato a 1,5 MB di cache L3, per un totale di 9 MB.

Modello Core / thread Freq. base Freq. boost Memoria Linee PCIe Cache TDP Prezzo
Core i9-9900K 8 / 16 3.6GHz 5GHz (1 / 2 Core)
4.8GHz (4 Core)
4.7GHz (6 / 8 Core)
DDR4-2666 16 16MB 95W $488
Ryzen 7 2700X 8 / 16 3.7GHz 4.3GHz DDR4-2966 16 + 4 (NVMe) 16MB 105W $329
Core i7-9700K 8 / 8 3.6GHz 4.9GHz (1 Core)
4.8GHz (2 Core)
4.7GHz (4 Core)
4.6GHz (6 / 8 Core)
DDR4-2666 16 12MB 95W $374
Core i7-8086K 6 / 12 4.0GHz 5.0 GHz DDR4-2666 16 12MB 95W $425
Core i7-8700K 6 / 12 3.7GHz 4.7GHz DDR4-2666 16 12MB 95W $330
Ryzen 7 2700 8 / 16 3.2GHz 4.1GHz DDR4-2966 16 + 4 (NVMe) 16MB 95W $229
Core i5-9600K 6 / 6 3.7GHz 4.6GHz (1 Core)
4.5GHz (2 Core)
4.4GHz (4 Core)
4.3GHz (6 Core)
DDR4-2666 16 9MB 95W $262
Core i5-8600K 6 / 6 3.6GHz 4.3GHz DDR4-2966 16 9MB 95W $279
Ryzen 5 2600X 6 / 12 3.6GHz 4.2GHz DDR4-2966 16 + 4 (NVMe) 16MB 65W $229
Ryzen 5 2600 6 / 12 3.4GHz 3.9GHz DDR4-2966 16 + 4 (NVMe) 16MB 65W $199

La nuova gamma può essere installata sulle schede madre serie 300 esistenti dopo un aggiornamento del BIOS, ma i partner di Intel hanno presentato le nuove soluzioni Z390. Potete leggere le differenze con il chipset Z370 in questo articolo.

Come vedrete nel corso della recensione, il Core i9-9900K in particolare richiede abbastanza energia da rendere il comparto di alimentazione della motherboard più importante che in passato, specialmente se avete intenzione di overcloccare.

Fortunatamente la maggior parte delle schede madre Z390 ha un VRM più robusto delle soluzioni Z370. Se acquisterete un Core i9-9900K, preparatevi a comprare anche una soluzione di raffreddamento abbastanza buona. Sotto lo stesso heatspreader dei modelli a 6 core di precedente generazione c’è un die con due core in più, il che significa che persino con la saldatura, la densità termica rappresenterà una potenziale sfida.

Le specifiche ufficiali di Intel dicono di usare un dissipatore da 130W come soluzioni “entry level”. Come vedrete nelle prossime pagine, dovrete puntare su un dissipatore a liquido se vorrete overcloccare. Ciononostante la temperatura potrebbe essere comunque una sfida, quindi migliore è il dissipatore, meglio è.