Computer Portatili

Usabilità


Lenovo ThinkPad X1 Yoga (2a gen)
Schermo
14" IPS - FullHD / WideQHD
Processore
Intel Core I7-7600U
RAM
fino a 16 GB
SSD/Disco fisso
fino a 1TB - -
Spessore/Peso
1,7 cm - 1,42 kg
Pagina 2: Usabilità

Design

Se cercate un 2-in-1 che sia allo stesso tempo elegante, sottile e professionale, il Lenovo ThinkPad X1 è quello che fa per voi. Il suo design sobrio, con la colorazione nera integrale al di fuori dei dettagli rossi, richiama l’attenzione sul lavoro che state facendo e non sul prodotto su cui lo state svolgendo.

x1 yoga laptop mode

Alzando il coperchio di trova una tastiera a isola che sovrasta un trackpad ampio. Al centro della tastiera c’è il tradizionale trackpoint, sul poggiapolsi troviamo il lettore di impronte digitali, e a sovrastare tutto il display touch Full HD da 1920 x 1080 pixel circondato da una fitta cornice nera.

Sul retro trovate un lettore di schede di memoria, che è di difficile accesso quando l’X1 è in modalità portatile, ma a portata di mano quando si passa alla modalità tablet o a tenda. Il coperchio è rivestito in fibra di carbonio, mentre la base è fabbricata in lega di magnesio.

Con dimensioni 333 x 229 x 16,8 mm e un peso di 1,27 chili l’X1 Yoga è un po’ più grande ma più leggero del Lenovo ThinkPad Yoga 260 (309 x 219 x 17,7 mm).

Modalità d’uso

x1 yoga stand mode

La cerniera permette di ruotare il coperchio di 360 gradi e di usarlo come notebook, tablet, in modalità a tenda o stand. Quando la tastiera si ripiega verso l’esterno si attiva automaticamente il “Lift ‘n’ Lock” dei tasti, che rientrano tutti all’unisono nella base fino a formare una superficie piatta che li tutela da guasti accidentali.

Tastiera e touchpad

I tasti del ThinkPad X1 Yoga hanno una corsa di 1,67 millimetri e richiedono una forza di attuazione di 60 grammi. Questi valori sono di per sé una garanzia di fornire una digitazione confortevole. Nella prova pratica con 10fastfingers.com abbiamo digitato 100 parole al minuto con un tasso di errore dell’1 percento, che è un risultato nella nostra media. Gli utenti che desiderano una tastiera di livello migliore dovrebbero prendere in considerazione il Lenovo ThinkPad Yoga 260 o i ThinkPad Serie T, che hanno tutte tasti con una corsa di due millimetri.

x1 yoga keyboard

Il touchpad Synaptics ha un’area sensibile liscia al tatto che misura 9,9 x 5,5 centimetri e che permette di navigare comodamente sia nel sistema sia sui siti web anche usando geture multitouch come lo scorrimento a due dita.

Come sempre non manca poi il TrackPoint rosso incastonato tra i tasti B, G e H, che consente di navigare con grande precisione, senza spostare le mani dalla tastiera.

x1 yoga left side

Connessioni e webcam

Il ThinkPad X1 Yoga offre una buona connettività. Sul lato destro sono presenti due porte USB 3.0, una porta HDMI, l’aggancio di sicurezza Kensington e la presa jack combinata per cuffie / microfono. A sinistra invece ci sono il connettore di alimentazione, il connettore Onelink + porto per la docking station, una mini DisplayPort e un altro connettore USB 3.0. Sul retro, come detto, c’è il vano per una scheda SD, affiancato da quello SIM.

Per quanto riguarda la webcam, durante i test abbiamo scattato un selfie nei nostri uffici bene illuminati che ha rivelato una buona riproduzione dei colori e un sacco di dettagli.

Stilo

Sul lato destro dello X1 Yoga c’è un vano apposito per la penna stilo in cui riporla quando non in uso e ricaricarla. Ergonomicamente lo stilo è un po’ sottile e corto, per intenderci la Pencil Apple è più ergonomica, ma è fatta appositamente per adattarsi al notebook. Stando alle informazioni ufficiali 15 secondi di ricarica sono sufficienti per avere fino a 100 minuti di uso continuo.

x1 yoga stylus

Abbiamo fatto provare la stilo a un artista per una valutazione ed è stato colpito dalla precisione e dalla velocità di risposta. L’applicazione Lenovo WriteIt consente di scrivere a mano libera direttamente in qualsiasi campo di testo di in qualsiasi applicazione, al posto della tastiera.

x1 yoga stylus in hand

Con WordPad il riconoscimento della grafia ha funzionato bene: abbiamo potuto scrivere senza limiti, grazie anche allo strumento di calibrazione Wacom che permette di calibrare la penna, oltre che assegnare comandi ai due pulsanti di cui dispone.

Audio

Siamo rimasti sorpresi quando i piccoli altoparlanti dell’X1 Yoga hanno riempito con un suono forte la sala di prova.

audio

Inizialmente i suoni non erano puliti, poi abbiamo aperto l’applicazione Dolby Audio e attivato il preset Dynamic, che cambia le impostazioni automaticamente in funzione del topi di suono che si sta riproducendo, e abbiamo ottenuto un buon risultato. Unico neo: tenendo il portatile sulle ginocchia i suoni erano smorzati, mentre appoggiando il prodotto su un tavolo e disponendolo in modalità a tenda o stand era molto meglio.

Qualità costruttiva e sicurezza

Se siete patiti della sicurezza apprezzerete in questo notebook il lettore di impronte digitali collocato sul lato destro del poggiapolsi. Non richiede di passare il dito sul lettore, basta appoggiarlo, che è un metodo più facile e preciso. Inoltre non manca il chip integrato Trusted Platform Module (TPM) per crittografare i dati e mantenerli al sicuro.

x1 yoga fingerprint reader

Lenovo inoltre dichiara che l’X1 Yoga ha superato i test di resistenza MIL-STD 810G prescritti per l’impiego governativo e militare. È quindi in grado di resistere a urti, cadute, polvere e di lavorare a temperature estreme. Inoltre la tastiera è resistente agli schizzi d’acqua e non c’è bisogno di smettere di lavorare se gli rovesciate sopra il vostro drink.

Schermo

Lo schermo touch da 14 pollici è disponibile in due versioni. Il modello di base che abbiamo provato con CPU Core i5 aveva un display a 1080p, mentre quello con Core i7 ne aveva uno da 2560 x 1440 pixel. Quando abbiamo riprodotto il trailer di Ghostbusters, il display QHD era nitido e visualizzava molti dettagli sul viso del fantasma che volava verso lo schermo. I colori erano più caldi di quelli della versione a 1080p, che beneficiava di un migliore bilanciamento del bianco.

Il trailer era un po’ meno convincente sul display 1080p, soprattutto durante le scene degli interni, dove le parti in ombra erano poco precise. Entrambi gli schermi hanno ampia angoli di visualizzazione, tanto da permettere di non notare variazioni cromatiche sono quando l’angolazione arrivava a circa 80 gradi.

Il display a 1080p ha una luminosità di 279,2 candele, mentre il modello QHD si ferma a 268 candele: valori più bassi rispetto alle 328 candele che abbiamo misurato sullo Yoga 260.

Sul modello a 1080p l’X1 Yoga visualizza il 102 percento del gamut volume con un Delta-E di 0,55 (più il valore è vicino a 0, meglio è). Sul display QHD abbiamo misurato un gamut volume di 109,3 percento e un Delta-E meno preciso di 1,02.