Computer Portatili

Recensione Lenovo Yoga Creator 7i

Nessuno spenderebbe 1800 euro per un portatile a cuor leggero, a maggior ragione se si prende in considerazione il fatto che basta una veloce ricerca per scoprire che ce ne sono tanti che costano le metà o anche meno.

Già, ma i computer che costano la metà del Lenovo Yoga Creator 7i non hanno nulla a che vedere con con questo notebook, a meno che non siate di quelli che si limitano alla lista di specifiche, il che sarebbe un grossolano errore di valutazione.

Questo infatti è un notebook progettato per i creatori di contenuti, vale a dire per chi deve fare soprattutto montaggio video, e ha bisogno di un computer su cui poter contare e che sia piacevole da usare quando si lavora. Da questo punto di vista, Lenovo ha centrato il bersaglio in pieno.

Design

Il Lenovo creator 7i è totalmente in metallo, ed è un notebook splendido. Bastano un paio di secondi per capire che si ha tra le mani un prodotto premium, con una finitura di altissimo livello. Passare le dita sulla superficie è un’esperienza davvero piacevole, e si percepisce tanto l’attenzione per i dettagli quanto la solidità del Lenovo Yoga Creator 7i.

C’è anche qualche piccola imperfezione, a dire il vero: per esempio, sul lato destro coperchio e corpo non sono perfettamente allineati, almeno nel nostro esemplare, e passandoci il dito si nota un leggerissimo sbalzo. Non che sia una cosa su cui perdere la testa, ma è un piccolissimo difetto che abbiamo riscontrato nel nostro sample.

Il design in metallo conferisce una grande solidità a questo computer, oltre alla grande eleganza. Ogni elemento, dal palm rest al coperchio, passando dalla base, sembra avere il massimo che un notebook possa offrire in termini di resistenza – almeno senza tirare in ballo la categoria dei rugged.

Un dettaglio, quello della solidità, che conferisce qualche punto in più anche all’eccellente tastiera, grazie proprio a una base particolarmente stabile.

Lo schermo è circondato da una cornice estremamente sottile, meno di un centimetro lungo i lati corti, e poco più di 1,5 cm lungo i lati lunghi. Non sono le cornici quasi invisibili di un XPS ma l’impatto estetico è comunque notevole, grazie anche alla copertura completamente in vetro.

Lo schermo si apre poi a 180 gradi, il che rende il notebook molto versatile e utilizzabile sulle gambe in ogni situazione, dal divano di casa alla scomoda poltrona di un volo low-cost. Anche se su quei sedili, a dirla tutta, sarebbe difficile usare un 15 pollici a prescindere dalle qualità del notebook. Lo schermo è perfettamente stabile in ogni posizione e, come con i MacBook Pro, lo si può aprire usando una mano sola. Se quest’ultimo vi sembra un dettaglio da poco, avete ragione, ma una volta che lo si prova è difficile tornare indietro.

Quanto a porte e connessioni, Lenovo ha optato per una porta di ricarica proprietaria invece che la ricarica USB-C. La troviamo a sinistra, accanto a una USB Type-C Thunderbolt 3.0, un’uscita HDMI a dimensioni standard e il jack audio. A sinistra troviamo invece due USB Type-A (USB 3.2), il lettore di memory card e il pulsante di accensione.

Quest’ultimo serve solo per casi particolari, perché lo Yoga Creator 7i si accende, anche se è completamente spento, semplicemente aprendo il coperchio. Usare il pulsante quindi diventa un gesto del tutto superfluo, per un computer che riduce al minimo le interruzioni.

A proposito di accensione, sopra allo schermo c’è posto anche per una videocamera IR, che permette di usare il riconoscimento facciale di Windows Hello. Se vi allontanate dal computer, questo va automaticamente in blocco. Il Creator 7i poi si sblocca quando tornate davanti allo schermo, in meno di secondo e in modo automatico. Manca un sensore per le impronte digitali, ma proprio perché il riconoscimento facciale funziona alla perfezione, non ne sentirete la mancanza.

I gesti per entrare e uscire da Windows quindi sono quasi del tutto eliminati, il che è una buona notizia per chi è un po’ insofferente a tutti quei piccoli gesti che dobbiamo dedicare allo strumento di lavoro piuttosto che al lavoro stesso.

Schermo

Il Lenovo Yoga Creator 7i ha uno schermo da 15,6” con risoluzione 1080p e tecnologia IPS LCD. La risoluzione è un po’ bassa per un notebook di questa categoria, ma resta perfettamente utilizzabile. Forse per qualcuno arrivare al 4K sarebbe stato eccessivo, ma crediamo che per un notebook orientato ai creator sia una caratteristica importante. Allo stesso tempo, avremmo sicuramente preferito un pannello con maggiore risoluzione.

La finitura lucida potrebbe essere un problema negli ambienti molto illuminati ma non abbiamo avuto modo di provarlo accanto a una finestra in una giornata di sole, semplicemente perché il sole non si è fatto vedere per i giorni in cui abbiamo avuto a disposizione questo computer. In ambienti con illuminazione artificiale non abbiamo mai avuto problemi di leggibilità, e ci pare che Lenovo abbia fatto un ottimo lavoro da questo punto di vista.

Un risultato possibile grazie anche alla luminosità molto alta; anzi per la maggior parte del tempo l’abbiamo tenuta bassa, spesso sotto al 50%. E quando si fa sera siamo riusciti a lavorare con la luminosità quasi al minimo senza problemi di affaticamento – non è una cosa che capita spesso, anche con i migliori notebook in circolazione.

Una luminosità molto alta è d’altra parte un elemento necessario, visto che parliamo di uno schermo HDR con compatibilità Dolby Vision. Non che ci si debba comprare una computer da 1800 euro per guardare Netflix, ma trattandosi di un notebook indirizzato ai creatori di contenuti, è un particolare davvero molto importante. Se prevedete di produrre immagini e video HDR, potrete vederli su questo schermo in modo piuttosto fedele e realistico – seppure non si tratti di un pannello di categoria professionale, e sicuramente qualcuno potrebbe voler fare una calibrazione extra prima di usarlo per produzioni “serie”.

Ammirevoli anche il livello di contrasto e la profondità del nero, tra i migliori che abbiamo mai visto su un notebook.

Nell’insieme quello del Lenovo Creator 7i è uno schermo eccellente, davvero fantastico per un prodotto che, comunque sia, non rientra nelle categorie dei prodotti professionali e delle workstation.

Tastiera e touchpad

Lenovo ripropone il design della tastiera a cui ci ha abituati da anni, cioè con un design arrotondato dei tasti. Questi sono grandi e facili da individuare senza errori: siamo riusciti ad arrivare subito sopra le 70 parole al minuto, che è molto per una tastiera a cui non si è abituati.

Come sempre sui Lenovo, i tasti sono un po’ più vicini tra loro rispetto ad altri notebook, ma non abbiamo notato alcun problema legato a tale scelta di design. Il tasto Invio è un po’ più piccolo del solito ma lo si riesce a usare agilmente.

Di default i tasti F sono impostati sulla funzione secondaria (volume, luminosità, etc); una scelta che non tutti apprezzeranno, ma è anche molto semplice tornare all’impostazione tradizionale premendo Fn+Esc.

Nell’insieme è una tastiera fantastica, senza nulla da recriminare. Anzi, Lenovo ha trovato anche il modo di aggiungere dei pulsanti extra per la riproduzione multimediale. Funzionano però solo con applicazioni locali e non con siti di streaming (Disney+, Netflix, YouTube, etc), quindi non sono particolarmente utili.

Così come la tastiera anche il touchpad non ha difetti. Grande, preciso e veloce, permette di usare comodamente tutti i gesti con più dita utilizzabili in Windows 10. Lo abbiamo usato per scorrere pagine web, per selezionare e trascinare elementi, senza mai trovare difficoltà dovute al touchpad in sé. Qualche anno fa avremmo celebrato questo touchpad per le sue qualità, ma la verità è che su portatile di questo genere ci aspettiamo un touchpad perfetto. La cosa insolita sarebbe trovare qualcosa di negativo, per quanto piccola.

Diamo per scontato che chi vorrà montare video probabilmente preferirà farlo con mouse vero e proprio, ma sono molti quelli che usano il touchpad come interfaccia principale.

Prestazioni e audio

All’interno del Creator 7i c’è un processore Intel Core i7-10750H, abbinato a 16GB di RAM. L’elaborazione grafica è affidata a una potente (ma non troppo) Nvidia GeForce 16050 Ti. C’è poi un SSD NVMe da 1TB, che offre velocità e spazio per i progetti multimediali.

Si può intuire che parliamo di un PC potente, e in effetti è anche in grado di eseguire molti videogiochi senza problemi. Ma è progettato soprattutto per eseguire applicazioni di produttività, in particolare imaging, montaggio e rendering video. Lo si può usare anche per montare in 4K, il che non è proprio ovvio su un computer portatile.

La potenza c’è e quando ne avrete bisogno potrete sfruttarla appieno. Sotto carico, prevedibilmente, il sistema di raffreddamento si fa sentire, così come la temperatura. Ma questo è un notebook che in generale rimane piuttosto fresco e silenzioso.

Abbastanza fresco da poterlo tenere sulle gambe anche per un paio d’ore senza problemi. Il che è davvero tutto dire considerando l’hardware che c’è all’interno. A meno che non stia facendo un rendering, ma non è una cosa che si fa spesso con il notebook sulle ginocchia.

Proprio perché l’hardware è tanto potente, d’altra parte, non capita spesso di spremerlo al massimo e quindi il portatile resta silenzioso e fresco.

Il punto è che se vi capita di dover montare e renderizzare un video 4K in mobilità, con questo computer potrete farlo. Sempre che la batteria sia carica abbastanza, ovviamente.

Gli altoparlanti integrati sono nella media: generano un suono pulito, anche se si alza al massimo, e permettono di comprendere l’audio di un film quanto quello di una chiamata. Come su tutti i notebook, i bassi sono pressoché assenti e gli alti smorzati, il che evita distorsioni ma rende anche il soundstage relativamente piatto. Chi cerca qualità audio, come sempre con i portatili, farà meglio a prendersi un paio di cuffie.

Batteria

Come tutti i notebook moderni, anche il Lenovo Yoga Creator 7i ha la batteria non rimovibile. Il notebook è bloccato con viti torx, in ogni caso un’eventuale apertura non dovrebbe risultare troppo complessa.

La batteria permette di lavorare serenamente per 3-4 ore, e in caso di attività leggere si può arrivare senza troppa fatica a 5,5-6 ore. Quest’ultimo risultato è possibile solo nelle giornate “light”, quando c’è solo da rispondere alle email o scrivere documenti. Chi cerca un portatile da ufficio troverà in questo modello un compagno di lavoro affidabile e in grado di durare molte ore, ma l’hardware potente si fa notare e se volete la migliore autonomia possibile non è questo il notebook da scegliere.

L’alimentatore incluso nella confezione è da ben 135 watt, che potrebbe risultare addirittura eccessivo per un portatile di questo tipo. Forse lo è, ma in compenso avrete una ricarica davvero molto rapida. Secondo Lenovo in soli 15 minuti si ottengono fino a 2 ore di autonomia, con utilizzo leggero. È una stima probabilmente ottimistica, ma se si deve lavorare con lo schermo impostato su bassa luminosità, e magari fare solo cose leggere, forse ci si arriva.

La batteria si ricarica completamente in poco più di un’ora, il che è davvero un bel vantaggio se ci si ricorda di caricarlo solo all’ultimo momento.

Conclusioni

Considerate le sue qualità il Lenovo Yoga Creator 7i è uno dei migliori notebook da 15,6” in circolazione oggi, e sicuramente uno tra i migliori per rapporto qualità prezzo.

Si colloca piuttosto bene tra i notebook per il montaggio video, anche se la risoluzione dello schermo potrebbe risultare un limite difficile da accettare. Sicuramente ci sono concorrenti più costosi, come il Dell XPS 15 (2020) o il MacBook Pro 16, che fanno sembrare questo Lenovo Creator 7i un’offerta più che interessante.

In effetti, il Lenovo Yoga Creator 7i ha tutte le carte in regola per essere un concorrente del MacBook Pro 16, con caratteristiche comparabili quanto a design, materiali e prestazioni. Il Lenovo ha uno schermo con risoluzione solo 1080p, che per alcuni potrebbe essere un difetto imperdonabile, ma è eccellente sotto ogni altro punto di vista, ed è disponibile a 1.799 euro. Un prezzo a cui non potrete avere né il MacBook Pro 16 né il Dell XPS15, che rappresentano gli unici concorrenti credibili per questo Lenovo.

Lenovo Yoga Creator 7i

Il Lenovo Yoga Creator 7i è un portatile progettato in particolare per i professionisti dell’editing video e della grafica. Grazie ad hardware potente, a funzioni ben progettata e un design solido, è una soluzione ideale per professionisti di questa categoria.


Verdetto

Il Lenovo Yoga Creatori 7i è un notebook eccellente sotto quasi tutti i punti di vista. Avremmo preferito uno schermo con risoluzione maggiore, almeno come opzione, ma grazie anche a questa scelta rappresenta un’alternativa al MacBook Pro 16, che costa 1000 euro in più. È sicuramente uno dei modelli da prendere in considerazione se cercate un notebook per il montaggio video e la creatività

Pro

Design
Prestazioni
Accesso veloce e automatico
Schermo 180°
Tastiera e touchpad eccellenti
Ricarica veloce

Contro

Schermo bassa risoluzione
Autonomia nella media