Schede Grafiche

Trovata una GPU Nvidia MX150 più lenta in alcuni portatili

Sembra che Nvidia stia inviando ai produttori di portatili due versioni differenti della GPU GeForce MX150. In base a quanto riportato da Notebookcheck, esistono due varianti di questa soluzione, facilmente identificabili con un paio di screenshot di GPU-Z presi da un Asus Zenbook e un Lenovo IdeaPad 320S.

Lo Zenbook ha una GPU MX150 con device ID "10DE 1D10", mentre quella dell'IdeaPad è indicata come "10DE 1D12". Sembra che la variante 1D12 si trovi (per ora) solo nelle varianti da 13 pollici degli ultrabook, per esempio HP Envy 13, Asus Zenbook 13 e Xiaomi Mi Notebook.

gpuz
Clicca per ingrandire

Numero di CUDA core e quantità di memoria sono identici, ma le frequenze – e di riflesso le prestazioni – sono decisamente diverse, con la GPU 1D12 che opera a frequenza più bassa della 1D10: da 1469 / 1532 MHz si passa a 937 / 1038 MHz. Anche la memoria passa da 1502 a 1253 MHz. Di conseguenza dovrebbe cambiare anche il TDP, pari a 25 watt per l'1D10 e 10 watt per la variante 1D12.

La differenza nelle frequenze e nei consumi della versione 1D12 è simile a quella che vediamo con le proposte Max-Q di Nvidia, che permettono alle GPU GeForce GTX potenti – come GTX 1070 e 1080 – di entrare in dispositivi più piccoli riducendo i loro consumi e le frequenze via firmware. Nvidia pubblicizza in modo chiaro tali differenze per le GPU di fascia più alta, mentre non è così con la MX150.

Certo, nella pagina prodotto della GPU sul sito Nvidia c'è scritto che l'implementazione della GPU potrebbe cambiare in base al produttore e che i consumatori dovrebbero far riferimento ai siti dei produttori per conoscere le specifiche reali. In quei frangenti siamo abituati a vedere differenze nelle capacità di memoria, e quell'indicazione suggerisce che sono gli OEM ad avere l'ultima parola su come usare la GPU GP108 che Nvidia gli consegna per i prodotti.

mx150

Questo potrebbe quindi significare che Nvidia non è colpevole di una mancanza di trasparenza, ma la differenza di clock e ID indicano che questi cambiamenti sono implementati a livello firmware, e questo sposta nuovamente la responsabilità su Nvidia – che realizza il firmware. Abbiamo chiesto a Nvidia un commento e aggiorneremo la notizia se ci saranno nuove informazioni disponibili.