Accessori PC e Gaming

Trust IRIS 4K, gestire videoconferenze in velocità | Recensione

In tempi di rapporti sociali ridotti al minimo, la società si è dovuta riadattare da capo a piedi per continuare a gestire ogni situazione nel modo migliore possibile. L’impatto è stato molto forte soprattutto nell’ambito degli incontri professionali, che ormai da un anno a questa parte si svolgono con tutti gli interlocutori seduti dietro lo schermo di un computer.

È qui che ha deciso di entrare in gioco Trust, leader nella realizzazione di periferiche digitali, presentando la sua nuova videocamera IRIS, pensata proprio per le videoconferenze: garantendo una qualità 4K Ultra HD, oltre che un’elevatissima semplicità d’installazione (stiamo pur sempre parlando di una periferica Plug and Play), l’azienda punta a rendere ogni riunione in video di una qualità paragonabile a quelle delle sale di videoconferenza professionali, come spiegato da Kim Koers, Direttrice Marketing di Trust.

Contenuto della confezione

All’interno della confezione di Iris 4K Ulltra High Definition Conference Camera, in aggiunta al prodotto stesso, è presente un cavo USB Type-C da 3 metri, il telecomando, l’alimentatore (con doppia presa europea ed inglese) e uno stand per l’utilizzo a muro. Non manca infine la guida all’utilizzo e il manuale d’istruzioni, entrambi comunque reperibili online direttamente sul sito ufficiale di Trust.

Solida e pratica

IRIS 4K si presenta fondamentalmente come una webcam di grandi dimensioni, con una fotocamera centrale abbinata a due “orecchie” laterali contenenti microfoni, altoparlante e altri componenti. Il design è il classico che ci si aspetterebbe di trovare in un contesto aziendale: linee morbide, combinazione di elementi neri e grigi e pochi fronzoli.

Le dimensioni di IRIS 4K (141 x 600 x 110 mm, peso 2,2 Kg) impongono un posizionamento su un piano d’appoggio sicuro, per questo motivo suggeriamo di utilizzarla sopra un tavolo o sfruttando il supporto da muro incluso nella confezione; coloro che invece desiderino utilizzarla in abbinamento ad un televisore dovranno necessariamente acquistare il supporto opzionale.

Sul fronte della connettività è presente una porta USB-C (necessaria per effettuare il collegamento con il proprio PC), l’ingresso per l’alimentazione e una USB 2.0 ausiliaria qualora sia necessario un microfono esterno aggiuntivo.

L’obiettivo della fotocamera è impreziosito di un LED ad anello che si illumina di bianco quando IRIS 4K è in uso, blu in modalità Bluetooth (se accoppata ad un dispositivo per chiamate audio), rosso quando il microfono è disattivato e arancione quando il firmware è in aggiornamento.

Ottica, regia e panoramica

IRIS 4K è la prima videocamera con tecnologia ClearView, progettata dalla stessa Trust per garantire la massima qualità del video. Il sensore 4K Ultra HD (sviluppato da Sony), la lente grandangolare con ampiezza visiva fino a 120° e lo zoom digitale 5x consentono di avere contemporaneamente un’ottima definizione e un’inquadratura talmente ampia da poter includere tutti i partecipanti alla conferenza, anche se distanziati tra loro. La tecnologia HDR garantisce inoltre immagini nitide a prescindere dall’illuminazione della stanza ed evitando inoltre la sovraesposizione dell’immagine.

Molto interessante la possibilità di impostare varie tipologie di regia automatica, tra cui ‘Speaker Tracking’, nella quale la videocamera segue automaticamente la persona che sta parlando in quel momento, grazie all’implementazione di tecnologie di face tracking.

Per non lasciare indietro la componente audio, Trust ha ben pensato di sviluppare anche una tecnologia dedicata, che prende il nome di ClearSound, caratterizzata da un altoparlante di alta qualità, ottimizzato appositamente per la trasmissione della voce. La videocamera è equipaggiata con 4 microfoni beamforming, che garantiscono un funzionamento ottimale in un raggio di 5 metri, oltre che a un’ottima cancellazione del rumore grazie a un algoritmo specifico.

Tra i punti di forza di IRIS troviamo sicuramente la versatilità e la facilità di utilizzo. È possibile includere in video fino a 8 partecipanti, posizionati in modo da rispettare le distanze di sicurezza, dopo aver configurato la videocamera semplicemente collegandola via USB al proprio computer. Plug and play, selezionatela dalla lista di dispositivi che volete utilizzare su qualsiasi software di videochiamata stiate utilizzando e avrete una trasmissione immediata in 4K Ultra HD, simple as that (ovviamente la qualità in chiamata dipenderà dalla velocità della vostra connessione, quindi per una fase iniziale di test vi consigliamo di utilizzarla con il software “fotocamera” del vostro pc).

Le varie impostazioni possono essere gestite tramite l’apposito telecomando wireless, che garantisce un controllo remoto al 100% durante i vari meeting.

Esperienza d’utilizzo

Abbiamo provato ad utilizzare la Trust IRIS durante alcune delle nostre riunioni collettive, rimanendo piuttosto colpiti, sia dalla qualità dell’immagine sia dalla precisione con cui la camera seguiva chi parlava. Per darvi un’idea, abbiamo deciso di inserire qua sotto alcuni esempi fatti fuori riunione.

Oltre a questo va sottolineata la pulizia del suono, sia in entrata che in uscita. Trust IRIS 4K, infatti, può catturare la vostra voce, ma funge anche come dispositivo di output. Anche con volumi alti, il suono non viene mai distorto, riuscendo ad essere emesso sempre con la massima qualità; una cosa che ci ha piacevolmente colpito, anche se è fondamentale parlare uno alla volta.

Dal punto di vista esperienziale, il telecomando wireless compreso nella confezione è davvero molto utile. Possiamo rispondere alle chiamate, aumentare la luminosità, ruotare la telecamera, mettere in muto, zoomare, disattivare il suono e tantissimo altro. Essendo una periferica Plug & Play, la Trust IRIS è estremamente intuitiva nell’utilizzo, il che la rende perfetta per non scervellarsi durante un meeting; da questo punto di vista ci viene in soccorso il led luminoso intorno alla camera, che ci indica lo stato della periferica in quel preciso istante.

Conclusioni

La Trust IRIS 4K Ultra High Definition Conference Camera è un’ottima camera per le videoconferenze, perfetta per le aziende che cercano un dispositivo Plug & Play, di facile utilizzo, da sfruttare durante i meeting interni. Grazie alle sue caratteristiche, questa periferica può essere facilmente trasportabile e utilizzabile rapidamente, e soprattutto senza impostare nulla, il che la rende accessibile per chiunque. Il suo costo di 799,99 euro non la rende un acquisto per tutti, ma è pur sempre una camera per videoconferenze e quindi indicata principalmente per aziende.

In generale Trust ha confezionato un ottimo dispositivo, che troverà sicuramente le grazie di tutti coloro che stanno cercando una camera ad alta risoluzione per far seguire con comodità e qualità le proprie riunioni.

Trust IRIS 4K Ultra High Definition Conference Camera


La Trust IRIS 4K Ultra High Definition Conference Camera è un dispositivo perfetto per i meeting aziendali. Grazie alla sua qualità dell'immagine, dell'audio e alla sua precisione, ogni riunione risulta di qualità, ma anche piuttosto intuitiva grazie alle sue caratteristiche Plug & Play. Non è una periferica accessibile per tutti, ma le sue qualità sono innegabili per quello che offre.

Pro

  • Qualità dell'immagine
  • Qualità del suono
  • Precisione della camera
  • Plug & play
  • Compatibile con Teams, Zoom, Google Meet e qualsiasi applicazione per videoconferenze

Contro

  • Il costo non è accessibile per tutti