Software

Windows 11, cambiare il browser predefinito non è più così semplice

Modificare il browser predefinito in Windows 10 è abbastanza semplice, ma con l’arrivo di Windows 11 la procedura richiederà uno sforzo in più. Microsoft ha presentato il suo sistema operativo Windows 11 con molte funzionalità nuove e migliorate, ma sembra che ogni volta che si fa qualche passo avanti, se ne faccia anche uno indietro. Secondo quanto riporta The Verge, Microsoft sta rendendo più difficile cambiare il browser web predefinito nel sistema operativo Windows 11.

La scelta del browser predefinito nel sistema operativo dovrebbe essere un’operazione semplice. Al momento dell’installazione del sistema operativo Windows, Microsoft imposta il browser Edge come opzione predefinita fino a quando non si sceglie qualcos’altro, di solito Chrome o Firefox. Ed è così che funzionava prima dell’arrivo di Windows 11.

In Windows 10 poi, per modificare l’applicazione predefinita per navigare sul web, basta semplicemente accedere al menu Start, digitare “app predefinite”, dopodiché trovare il menu riguardo il browser web e selezionare l’applicazione desiderata per tutto ciò che concerne la navigazione. Tuttavia, non è così semplice in Windows 11.

In Windows 11, se non attivate la casella “Usa sempre questa app” quando aprite i collegamenti per la prima volta, Microsoft imposterà l’apertura di qualsiasi link con il browser Edge. E cambiare questo non è un compito semplice. A differenza di Windows 10, il nuovo Windows 11 non ha un’opzione per scegliere un browser per tutto, ma lo divide per tipo di file.

Photo Credits: The Verge

Dovrete scegliere l’applicazione predefinita per l’apertura di tutti i file che sono in formato HTM, HTML, PDF, SHTML, SVG, WEBP, XHT, XHTML, FTP, HTTP e HTTPS. Questo processo non è molto veloce e nemmeno semplice, specialmente per le persone non esperte di tecnologia.

Microsoft ha dichiarato: “Con Windows 11, stiamo implementando il feedback dei clienti per personalizzare e controllare le impostazioni delle app predefinite a un livello più granulare, eliminando le categorie di app ed elevando tutte le app in prima linea nell’esperienza predefinita”, continuando che l’azienda impara costantemente dalla community e si impegna per migliorare l’esperienza di Windows 11.

Sembra quindi che Microsoft abbia deciso di modificare questa opzione con la consapevolezza che migliorerà l’esperienza dell’utente: non resta che attendere i vari feedback della community, per capire se davvero gli utilizzatori di Windows 11 apprezzeranno questo cambiamento.