Guida all'acquisto

Migliori lavasciuga (febbraio 2024)

Volete scoprire quali sono le migliori lavasciuga disponibili sul mercato? Allora questo articolo farà al caso vostro.

1
La più grande
Immagine di Samsung WD12T504DWW

Samsung WD12T504DWW

Lavasciuga con cestello di grandi dimensioni e con finiture in bianco e nero. È dotata di intelligenza artificiale, con algoritmi che imparano dalle vostre abitudini, ottimizzando quindi la pulizia degli indumenti a ogni lavaggio.
2
Dimensioni compatte
Immagine di Samsung Crystal Clean WD8NK52E0AW

Samsung Crystal Clean WD8NK52E0AW

Lavasciuga slim dalle dimensioni di 60 x 85 x 45 cm. Queste misure la rendono molto compatta senza rinunciare alla capacità, che è di 8 Kg + 5 Kg.
3
La scelta entry level
Immagine di Hisense WDQA1014EVJM

Hisense WDQA1014EVJM

Lavasciuga entry level con prestazioni e funzioni paragonabili ad alcuni modelli più costosi. Possiede 15 programmi automatici, tra cui la modalità vapore, e un ampio display a LED.
4
Con intelligenza artificiale
Immagine di LG F4DV710H1E

LG F4DV710H1E

Lavasciuga piena di tecnologie di ultima generazione, inclusa l'intelligenza artificiale, che le permettono di lavorare in modo efficiente e ottenere risultati di lavaggio e asciugatura da vera top di gamma.
5
Scansiona le etichette
Immagine di Hoover HDE 5106AMBS

Hoover HDE 5106AMBS

Lavasciuga in grado di scansionare le etichette degli abiti, per poi impostare automaticamente le impostazioni di lavaggio più adatte. Supporta sia il Wi-Fi che Bluetooth.
Avatar di Dario De Vita

a cura di Dario De Vita

Editor

Se dopo un'attenta analisi avete deciso di acquistare una lavasciuga al posto di due elettrodomestici separati per il bucato, ma le varie proposte del mercato vi mandano in confusione, allora siete nel posto giusto. Con il nostro aiuto riuscirete non solo ad acquistare uno dei migliori modelli in commercio, ma anche capire come procedere autonomamente alla ricerca della soluzione più adatta alle proprie esigenze.

Dopo aver implementato alcune lievi correzioni all'elenco dei prodotti nell'ultimo aggiornamento, in questa revisione di febbraio abbiamo deciso di non introdurre ulteriori modifiche alla nostra guida all'acquisto. Pertanto, manteniamo inalterate le raccomandazioni e le analisi dettagliate precedentemente fornite nelle diverse sezioni.

Sebbene avere una lavatrice e un'asciugatrice dedicata sia la miglior soluzione, non tutti hanno la possibilità di installare in casa due grandi elettrodomestici, ed ecco perché spesso ci si affida alla lavasciuga. Come saprete, quest'ultima può essere considerata un elettrodomestico 2 in 1, dal momento che vi permetterà non solo di lavare gli indumenti, ma anche di asciugarli. Ovviamente avrete la possibilità di scegliere se eseguire solo la fase di lavaggio, quella di asciugatura o entrambe. In quest'ultimo caso, la lavasciuga provvederà prima a completare il ciclo di lavaggio per poi iniziare quello di asciugatura.

Le tecnologie implementate in una lavasciuga sono le stesse che troviamo nelle migliori lavatrici e nelle asciugatrici ma, come anticipato, una lavasciuga presenta diversi svantaggi. Il più importante è sicuramente quello relativo alla capacità di carico che, sebbene non sarà un problema durante il lavaggio, diminuisce nel momento in cui comincia la fase di asciugatura, a causa dello spazio richiesto per portare a termine questa fase. Il secondo svantaggio di una lavasciuga è che talvolta potrebbe lasciare i panni umidi. Tuttavia, questo è un problema che si presenta raramente, soprattutto se ci si affida a un modello recente e all'avanguardia, come quelli che andremo a citare di seguito. Questo articolo, infatti, si pone l'obbiettivo di far scoprire all'acquirente quali sono le migliori lavasciuga, per poi conoscere, nella seconda parte, i fattori principali da tenere in considerazione durante l’acquisto.

Fatta questa premessa, siamo pronti a vedere cosa propone il mercato, ricordandovi che ciò che vi diremo sarà un estratto delle caratteristiche principali e che vicino a ogni consiglio troverete un link che vi porterà alla pagina del produttore o di uno store online, in cui troverete altre informazioni, nonché la possibilità di acquistare il prodotto.

Come scegliere la lavasciuga

Essendo le lavasciuga elettrodomestici molti simili a lavatrici e asciugatrici, i fattori da tenere in considerazione durante l'acquisto sono sostanzialmente gli stessi di quest'ultime. Ad ogni modo, ve li riassumiamo di seguito.

Quanto grande deve essere il cestello della lavasciuga?

Il primo fattore da tenere in considerazione quando si acquista una lavasciuga è la capacità del cestello. Se vivete da soli o convivete con il vostro partner, infatti, acquistare una lavasciuga con un cestello da 10kg vuol dire andare in contro a una spesa inutile, dato che, ovviamente, i modelli che vantano un grande cestello tendono a costare di più. Allo stesso modo, se avete la necessità di lavare e asciugare numerosi capi, sarebbe inappropriato valutare un modello con una capacità del cestello molto bassa. Ciò detto, se pensate che una lavasciuga dal carico basso non sia buona, vi sbagliate, dato che la capacità di carico non influisce sulle reali prestazioni dell'elettrodomestico, ma solo sulla quantità di indumenti che potete inserire. La dimensione del cestello va quindi valutata in base alle proprie esigenze di bucato. Modelli da 6 kg, con capacità di asciugatura di 4 o 5 kg, sono adatti per una o due persone. Una famiglia necessita tendenzialmente di un carico di 8 o 9 kg, mentre in situazioni particolari potrebbero servire modelli con cestello da 10 e passa chilogrammi.

Che programmi di lavaggio deve avere la lavasciuga?

Quasi tutte le lavasciuga dispongono dei programmi più importanti, ma se dovete lavare e asciugare tessuti specifici e delicati, sarebbe opportuno prendere in considerazione il modello che integra il maggior numero di programmi, che nei modelli di fascia alta possono essere anche più di 14. Inoltre, è importante sapere quali sono le prestazioni della lavasciuga, un aspetto difficile da capire finché non la si prova. Fortunatamente, l’etichetta energetica potrebbe rispondere a molte delle vostre domande, soprattutto dopo che quest'ultima è stata aggiornata con i nuovi requisiti di marzo 2021, dal momento che su quest’ultima vengono riportate informazioni sulla rumorosità e la durata dei cicli, oltre alla classe energetica. Di seguito, una lista dei programmi più comuni che è possibile trovare in una lavasciuga:

  • Cotone
  • Lana
  • Seta
  • Tessuti misti
  • Allergy
  • Camicie
  • Biancheria intima

Quelli riportati pocanzi si riferiscono alla modalità lavaggio che, come avrete notato, sono gli stessi che troviamo sulle lavatrici. Le cose cambiano con i programmi dedicati all'asciugatura, poiché quest'ultimi si differenziano da una asciugatrice. In questo caso, infatti, si parla di programmi a tempo che, a seconda della qualità dell'elettrodomestico, possono variare dall'essere personalizzabili o meno. Ad ogni modo, la maggior parte dei modelli vi permetterà di impostare l'asciugatura in base al tessuto o al livello di asciugatura desiderato. Nel primo caso, l'asciugatura dipenderà dal tipo di carico, con programmi predefiniti e non modificabili. Nel secondo caso, invece, l'elettrodomestico terrà conto della durata, che vi verrà consigliata direttamente dalla lavasciuga, a seconda del tessuto che si intende asciugare.

Le lavasciuga di fascia alta sono solite eseguire queste operazioni con un sistema automatizzato, che si arresta dopo aver raggiunto il risultato richiesto. Sempre nei modelli top di gamma è possibile inoltre trovare il programma refresh, utile per eliminare i cattivi odori dopo la fase di asciugatura. Tuttavia, la maggior parte di chi acquista una lavasciuga è probabile che userà il cosiddetto programma completo che, con una singola impostazione, consente di regolare sia il lavaggio che l'asciugatura. A seconda della qualità dell'elettrodomestico, è possibile anche qui trovare delle differenze relative al funzionamento, con i modelli entry level che si limiteranno a un programma generico, mentre i più costosi potrebbero implementare opzioni di asciugatura personalizzate.

Che funzioni deve avere la lavasciuga?

Una buona lavasciuga non dovrebbe essere sprovvista della modalità vapore. Come avrete notato, ogni produttore utilizza una sua tecnologia per permettere questa possibilità, ma l'obbiettivo finale è lo stesso. Grazie al vapore, infatti, la lavasciuga vi restituirà panni più morbidi e meno stropicciati. Inoltre, se volete ottenere i risultati migliori, sarebbe preferibile affidarsi a un modello dotato anche di intelligenza artificiale. Ebbene sì, anche le lavasciuga implementano algoritmi in grado di capire il peso e il tipo di tessuto inserito nel cestello e, di conseguenza, suggerirvi o far partire automaticamente il programma più adatto. Secondo diversi produttori, con l'aiuto dell'intelligenza artificiale i risultati di lavaggio e asciugatura saranno migliori. Oltre a ottenere risultati migliori sui capi, una lavasciuga smart vi aiuterà anche a diagnosticare rapidamente un eventuale malfunzionamento, a monitorare i consumi, a scaricare nuovi programmi e controllare l'elettrodomestico da remoto. Di seguito, invece, riportiamo un elenco delle funzioni più comuni che è possibile trovare in una lavasciuga:

  • Prelavaggio
  • Risciacquo
  • Risparmio energia
  • Smacchiante
  • Stiro facile
  • Rapido

Quanto consuma una lavasciuga?

A meno che non siate disposti ad andare in contro a un consumo energetico elevato, l’efficienza e, di conseguenza, i consumi della lavasciuga sono molto importanti, ed ecco perché il nostro consiglio è quello di prendere in considerazione, se possibile, un modello certificato Classe A. È anche vero, però, che nel caso delle lavasciuga, è difficile trovare modelli che garantiscono l'efficienza più alta sia durante la fase di lavaggio che di asciugatura, a patto di non essere disposti a spendere cifre veramente esagerate. Ad ogni modo, il consumo esatto dell'elettrodomestico lo trovate sull'etichetta energetica che, nel caso delle lavasciuga, è divisa in due parti. A sinistra viene riportato il consumo relativo al ciclo completo, a destra quello inerente al lavaggio. Come è facile immaginare, c'è un'enorme differenza tra i due programmi, a vantaggio del ciclo di lavaggio, dato che non ha bisogno della pompa di calore.

Se volete sapere il costo di ogni singolo ciclo, il calcolo non è diverso dagli altri elettrodomestici simili, dal momento che vi basterà prendere i kWh della lavasciuga, dividerli per 100 e moltiplicarli con il prezzo di kWh del vostro fornitore di energia. A seconda del tipo di contratto che avete stipulato, il consumo potrebbe cambiare in base alle fasce orarie, pertanto consigliamo di informarvi sulle ore più convenienti qualora vogliate ambire al massimo risparmio.

Le lavasciuga fanno distinzioni anche sul consumo idrico. Così come quelli riguardanti all'energia elettrica, i valori a sinistra sono relativi al ciclo completo, mentre quelli a destra si riferiscono al solo lavaggio. Mediamente, una lavasciuga consuma circa 50 litri d'acqua con il ciclo lavaggio, avvicinandosi a 100 litri qualora si effettui il ciclo completo.

Sull'etichetta energetica di una lavasciuga viene riportata anche l'efficienza della centrifuga, sotto forma di lettere che vanno dalla A alla G. Capire quanto è efficiente il modello che si vuole o che si è acquistato è semplicissimo, dato che l'efficienza corrisponde alla lettera stampata in grassetto, facilmente notabile tra le sette lettere disponibili. Questo dato è molto importante per quanto concerne il discorso dei consumi, poiché una centrifuga più efficiente riduce i tempi di asciugatura.

Cos'è e a cosa serve la centrifuga?

La centrifuga è un componente che serve a rimuovere l'acqua in eccesso dai tessuti tra il processo di lavaggio e asciugatura. Funziona facendo girare i tessuti ad alta velocità all'interno del cestello, creando una forza centrifuga che spinge l'acqua fuori dai tessuti. In questo modo i tessuti vengono asciugati in modo più rapido ed efficiente, riducendo i tempi di asciugatura e il consumo energetico. La centrifuga è quindi un componente importante per una lavasciuga, il cui compito è anche quello di evitare che i capi si danneggino.

Quanto sono rumorose le lavasciuga?

La rumorosità di una lavasciuga la si può scoprire sull'etichetta energetica che, ancora una volta, assume un ruolo importante per quanto riguarda la conoscenza di alcune informazioni tecniche dell'elettrodomestico. Questo dato lo si trova a fianco di quello dedicato all'efficienza della centrifuga, sotto a qualsiasi altro riferimento. È facilmente riconoscibile da un'icona a forma di altoparlante, simile a quella del volume di Windows, dentro alla quale è presente un numero, che corrisponde ai decibel. Poco sotto vi sono ulteriori lettere, che vanno dalla A alla D, che non bisogna confondere con quelle dedicate a un altro tipo di efficienza. La lettera in grassetto mostra la classe di appartenenza per quanto concerne la rumorosità, ma riteniamo che il valore più rilevante sia il dato numerico citato pocanzi, ossia quello dei decibel. Attraverso quest'ultimo, infatti, si avrà un'idea chiara di quanta rumorosa sarà la lavasciuga. I produttori indicano questo dato tenendo in considerazione il rumore emesso durante la centrifuga.

Lavasciuga o asciugatrice e lavatrice separate?

Dato che la lavasciuga è un elettrodomestico 2-in-1, è una buona opzione per chi ha poco tempo da dedicare al lavaggio degli indumenti. Salvo offerte interessanti, acquistare un singolo elettrodomestico significa anche risparmiare denaro, quindi la lavasciuga è una buona soluzione anche per chi possiede un budget limitato. Un altro vantaggio di usare la lavasciuga piuttosto che una combinazione di lavatrice e asciugatrice è il fatto che non dovrete preoccuparvi di spostare i vestiti bagnati da un elettrodomestico all'altro.

Tuttavia, avere due elettrodomestici separati per il lavaggio e per l'asciugatura significa che ognuno potrà concentrarsi nel fare il proprio lavoro, risultando dunque più efficienti. D'altronde c'è da aspettarselo, visto che sono progettati per eseguire una determinata operazione. Optare per due elettrodomestici separati significa inoltre che potrete eseguire un lavaggio e un ciclo di asciugatura contemporaneamente, un fattore importante per le famiglie numerose che sono solite lavare e asciugare un enorme quantitativo di indumenti.

Quando bisogna sostituire la lavasciuga?

Non è necessario sostituire la lavasciuga, a meno che non inizi a fornire prestazioni inferiori alla media in modo continuativo. I cali di prestazioni dipendono a volte da piccole perdite o da un errato programma di lavaggio. Altre volte, invece, basta sostituire un componente per far tornare le prestazioni a quelle originali. Tuttavia, se la vostra lavasciuga è più vecchia di 10 anni e i problemi non si risolvono con piccole spese, allora sarebbe meglio valutare l'acquisto di un nuovo modello.

Qual è la marca migliore per una lavasciuga?

Esistono molte aziende che producono lavasciuga di ottima qualità. Tra i brand più popolari e affidabili citiamo Electrolux, LG, Samsung e AEG, ma ce ne sono altri ugualmente affidabili e che fanno del rapporto qualità/prezzo la loro arma vincente. Se acquistate una lavasciuga di uno di questi marchi, è molto probabile che vi troverete bene. Inoltre, questi brand sono consigliati anche per un discorso di assistenza che, su questo tipo di elettrodomestici, non bisogna sottovalutare.

La lavasciuga permette di stirare meno?

La risposta è sì, ma ciò viene assicurato solo dai modelli di un certo livello, ossia quelli che vantano una funzione antipiega dedicata oppure un sistema a vapore. Quest'ultimo risulta il più efficace, poiché sfrutta il vapore acqueo prodotto dall'elettrodomestico per rimuovere le pieghe dai tessuti. I modelli entry level difficilmente garantiscono buoni risultati in tal senso, dato che si limitano ad ottimizzare la movimentazione del cestello, costringendovi a usare uno dei migliori ferri da stiro per far sì che i capi siano lisci.

Dove posizionare la lavasciuga?

La lavasciuga va posizionata esattamente nel punto in cui avreste messo la lavatrice o l'asciugatrice, ossia dove è presente l'attacco per il carico e il tubo per lo scarico dell'acqua. A differenza dei suoi simili, le lavasciuga sono prodotte quasi esclusivamente nella tipologia a libera installazione pertanto, salvo casi particolari, non sono adatte per l'incasso.

Come si usa la lavasciuga?

Come avrete intuito, il funzionamento di una lavasciuga non cambia rispetto a una lavatrice o un'asciugatrice, dal momento che anche i programmi non differiscono dagli altri due elettrodomestici della stessa categoria. Se siete abituati a usare una lavatrice o un'asciugatrice, non dovrete fare nulla di diverso, ma solo avere l'accortezza di selezionare il programma adatto.

Cosa fare quando la lavasciuga puzza?

Non è raro imbattersi in questo fenomeno, che ovviamente incide anche sui capi appena lavati e asciugati. I motivi sono quasi sempre dovuti a un ristagno d'acqua, che non viene evacuata correttamente dall'elettrodomestico, creando odore sgradevole. Un'altra causa comune sono i residui di detergente, soprattutto quando non si utilizza quello adeguato o se non si effettua un risciacquo completo. Se l'elettrodomestico è stato acquistato da un po', allora anche i filtri intasati possono essere la causa dei cattivi odori. Come risolvere tutto ciò? Ovviamente con una corretta e regolare pulizia della lavasciuga, optando anche per un un trattamento anticalcare qualora abbiate la certezza che la vostra acqua sia molto dura.

Cosa fare se la lavasciuga non asciuga?

Se il vostro elettrodomestico ha difficoltà durante il processo di asciugatura, la causa più probabile è un sovraccarico del cestello. A tal riguardo, dovreste sempre rispettare le capacità tecniche e fisiche della lavasciuga, anche per non rischiare di danneggiare alcuni componenti fondamentali. Se siete sicuri di rispettare i limiti di carico indicati dal produttore, allora dovreste controllare lo stato dei filtri della polvere, che potrebbero essere intasati con peli, capelli e altri detriti, impedendo all'aria di circolare e quindi di asciugare i vestiti. Se anche questo è apposto, allora il dubbio dovrebbe spostarsi sulla pompa di scarico, che potrebbe essersi bloccata. In queste situazioni è preferibile contattare l'assistenza per un intervento veloce e soprattutto mirato a risolvere il problema.

Quanto spendere per una lavasciuga?

La spesa per l'acquisto di questo elettrodomestico dipende chiaramente dalle proprie esigenze di bucato. Di solito, si parte da un minimo di circa 300 euro e si supera la soglia dei 1.000 euro per i modelli all'avanguardia dotati delle ultime tecnologie di lavaggio e asciugatura. A differenza di quanto si possa credere, il prezzo è influenzato non tanto dalla capienza del cestello, quanto più dall'elettronica presente all'interno, dalla qualità del motore e dal numero di programmi integrati o personalizzabili. Non è raro trovare infatti lavasciuga da soli 6kg che però costano 700-800 euro, così come non è difficile trovare sui principali shop modelli da 10 o 12kg a meno di 500 euro. Scegliere se dare priorità a un fattore piuttosto che un altro, come detto, dipende dalle proprie esigenze di bucato, nonché dal budget che si ha a disposizione.

Dove conviene acquistare la lavasciuga?

Iniziamo col dire che questo tipo di elettrodomestico può essere acquistato presso le catene di elettronica e sugli store online. A seconda di quanto è grande il negozio fisico, troverete un numero di proposte piccolo o grande, mentre gli store online garantiscono quasi sempre un catalogo prodotti più ampio, con tanti modelli diversi per ogni produttore. In alcuni casi, la lavasciuga può essere acquistata anche tramite lo store ufficiale del produttore, sul quale però si tende a riportare una lista degli e-commerce che vendono un modello specifico, indirizzandovi quindi altrove e fuoriuscendo dallo shop ufficiale. Affidarsi a un negozio fisico ha i suoi vantaggi e svantaggi ma, allo stato attuale, riteniamo che la bilancia penda di più su quest'ultimi.

La maggior parte degli store online, infatti, oltre a offrire la spedizione gratuita e ottimizzare i tempi di consegna, danno anche la possibilità di scegliere se aggiungere servizi aggiuntivi, come la consegna al piano o l'installazione dell'elettrodomestico. Certo, ciò può essere concordato anche con il negozio fisico, ma c'è un elemento fondamentale che ci spinge a consigliarvi di acquistare una lavasciuga online. il prezzo.

Portali come Amazon ed eBay offrono infatti prezzi quasi sempre migliori, con sconti difficili da replicare per un negozio fisico, soprattutto durante gli eventi più importanti dell'anno. Tramite il web potrete poi farvi un'idea più chiara su un modello in particolare, che magari non è disponibile nei negozi fisici, grazie alle recensioni e alle opinioni delle persone. Insomma, acquistare una lavasciuga tramite gli store online è senza dubbio la miglior opzione, almeno nella stragrande maggioranza dei casi.

Quando acquistare una lavasciuga per il massimo risparmio?

A volte si ha l'esigenza di acquistare una lavasciuga il più presto possibile. Se questo non è il caso e potete aspettare un po', le aziende e i rivenditori tendono a tagliare i prezzi di questi elettrodomestici durante i periodi di feste e vacanza, come Capodanno, Black Friday e Cyber Monday. Questi sono i migliori momenti per acquistare una lavasciuga, anche se ovviamente le ottime offerte possono presentarsi in qualsiasi momento dell'anno. Tuttavia, se avete la possibilità di attendere e volete risparmiare il più possibile, pianificate l'acquisto durante uno di questi eventi. A tal riguardo, la nostra sezione offerte farà al caso vostro!

Come si pulisce la lavasciuga?

Per assicurare un funzionamento ottimale della vostra lavasciuga, è fondamentale svolgere alcune operazioni di manutenzione con regolarità. Innanzitutto, dovreste concentrarvi sui filtri dell'aria e dell'acqua. Quelli dell'aria devono essere rimossi e liberati dalla lanugine accumulata, sciacquati quando necessario e riposizionati solo dopo essersi completamente asciugati. Per quelli dell'acqua, invece, il procedimento è simile a quanto già fate con la lavatrice, cioè dovreste posizionare degli stracci o una vaschetta sotto la sportellina per raccogliere l'acqua, svitare il filtro, e, se necessario, pulirlo con uno spazzolino. Ogni tanto è consigliabile utilizzare un detergente specifico per lavatrici, che è indicato anche per le lavasciuga. 

1. Samsung WD12T504DWW

Immagine di Samsung WD12T504DWW

La più grande

Lavasciuga con cestello di grandi dimensioni e con finiture in bianco e nero. È dotata di intelligenza artificiale, con algoritmi che imparano dalle vostre abitudini, ottimizzando quindi la pulizia degli indumenti a ogni lavaggio.
  • Ampio cestello , Intelligenza artificiale , Deodora gli abiti

Se vi occorre una lavasciuga all'avanguardia e dal cestello grande, la Samsung WD12T504DWW è il modello sui cui puntare. Tra quelle che abbiamo scelto, infatti, è una delle poche a vantare una capacità di carico di ben 12kg, che scende però a 8kg in fase di asciugatura. In questo caso, il prezzo si fa importante ma i vari colossi dell'e-commerce la propongono spesso a prezzo scontato, rendendola un ottimo modello da prendere in considerazione. La Samsung WD12T504DWW è dotata di un bellissimo pannello touch e di un ecodosatore, studiato per rilasciare la giusta quantità di detergente al fine di eliminare gli sprechi e ottenere oltre un mese di lavaggio. Questo modello, inoltre, memorizza le vostre abitudini di lavaggio e con l'ausilio dell'intelligenza artificiale ottimizza le impostazioni per farvi ottenere un bucato impeccabile. A tal riguardo va citata la funzione Ai Weather, che tiene conto delle condizioni climatiche esterne per suggerirvi il miglior programma di lavaggio o asciugatura. Insomma, si tratta di una delle lavasciuga più sofisticate acquistabili oggi sul mercato. 

2. Samsung Crystal Clean WD8NK52E0AW

Immagine di Samsung Crystal Clean WD8NK52E0AW

Dimensioni compatte

Lavasciuga slim dalle dimensioni di 60 x 85 x 45 cm. Queste misure la rendono molto compatta senza rinunciare alla capacità, che è di 8 Kg + 5 Kg.
  • Compatta , Vapore igienizzante , Ecolavaggio

Questa è una delle lavasciuga più recenti di Samsung. La sua peculiarità è avere dimensioni compatte che non compromettono la capacità del cestello, permettendovi di gestire i carichi più grandi come fareste con una lavasciuga di dimensioni standard. Potrete ad esempio fino a 12 teli da bagno in una sola volta, riducendo la frequenza dei lavaggi, risparmiando tempo, acqua e corrente. Il detergente viene trasformato in bolle che penetrano rapidamente nei tessuti, rimuovendo lo sporco e proteggendo colori e materiali, il tutto con un notevole risparmio energetico. Inoltre, la tecnologia Air Wash deodora e igienizza gli abiti con aria riscaldata, eliminando odori sgradevoli e batteri senza l'utilizzo di acqua calda o detergenti costosi. Questa lavasciuga Samsung ha anche la funzione di vapore igienizzante, utile per una pulizia profonda e igienizzata. Dispone anche della tecnologia "Smacchia Tutto Plus", che offre una smacchiatura intensiva, permettendovi di rimuovere anche le macchie più ostinate con una semplice pressione di un pulsante. Insomma, una lavasciuga compatta ma dalle grandi prestazioni.

3. Hisense WDQA1014EVJM

Immagine di Hisense WDQA1014EVJM

La scelta entry level

Lavasciuga entry level con prestazioni e funzioni paragonabili ad alcuni modelli più costosi. Possiede 15 programmi automatici, tra cui la modalità vapore, e un ampio display a LED.
  • Qualità-prezzo , Ampia apertura

Se la vostra priorità è il risparmio, è molto facile imbattersi in lavasciuga dalle scarse prestazioni. Tuttavia, la Hisense WDQA1014EVJM offre un'eccezionale combinazione di efficienza energetica e prestazioni superiori, il tutto a un prezzo accessibile. Il suo potente sistema Jet Wash è appositamente progettato per affrontare anche le macchie più ostinate e lo sporco più difficile, sfruttando la potenza dell'acqua per fornire una spinta aggiuntiva, con risultati di pulizia eccezionali ad ogni ciclo di lavaggio. Questa lavasciuga fonde in modo unico morbidezza e igiene grazie ai programmi integrati con vapore. Grazie a questa opzione, i capi non solo saranno perfettamente puliti, ma anche igienizzati e avvolti in una piacevole sensazione di freschezza. L'ampia porta di apertura della Hisense WDQA1014EVJM aggiunge un ulteriore livello di praticità, semplificando il carico e lo scarico della biancheria, anche quando si tratta di carichi voluminosi. Se la velocità è un requisito, è possibile completare il ciclo di lavaggio e asciugatura in un'ora utilizzando la modalità ad alta velocità, senza compromettere la qualità del risultato finale. Da menzionare anche la modalità rapida che consente di terminare solo il ciclo di lavaggio in soli 15 minuti. In sintesi, nonostante il prezzo più contenuto rispetto ad altre lavasciuga sul mercato, la Hisense WDQA1014EVJM si distingue per le sue straordinarie prestazioni e funzionalità. 

4. LG F4DV710H1E

Immagine di LG F4DV710H1E

Con intelligenza artificiale

Lavasciuga piena di tecnologie di ultima generazione, inclusa l'intelligenza artificiale, che le permettono di lavorare in modo efficiente e ottenere risultati di lavaggio e asciugatura da vera top di gamma.
  • Identifica la tipologia di tessuti , Vapore igienizzante , Getti multi-direzionali

La LG F4DV710H1E è una lavasciuga con una capacità di lavaggio e asciugatura rispettivamente di 10kg e 7kg. Le dimensioni sono di 60 x 56 x 85 cm, che la rendono un modello poco adatto per chi ha pochissimo spazio, ma è anche vero che il mercato propone pochissime lavasciuga slim. Detto ciò, la LG F4DV710H1Eè è dotata di intelligenza artificiale, che le permette non solo di rilevare il peso del carico, ma anche di identificare la tipologia di tessuti e scegliere autonomamente le impostazioni ottimali per ogni lavaggio. Secondo l'azienda, l'intelligenza artificiale di questa lavasciuga vi permetterà di ottenere risultati migliori del 18% rispetto a una soluzione tradizionale. Avendo poi il Wi-Fi integrato e la relativa app da scaricare su smartphone, potrete gestire le varie funzioni relativo al bucato a distanza, oltre alla possibilità di scaricare nuovi cicli, in modo da personalizzare ulteriormente il lavaggio. I programmi sono numerosi ed è presente quello che il produttore chiama "LG Steam", un sistema basato su vapore igienizzante che elimina il 99,9% degli acari dagli indumenti. 

5. Hoover HDE 5106AMBS

Immagine di Hoover HDE 5106AMBS

Scansiona le etichette

Lavasciuga in grado di scansionare le etichette degli abiti, per poi impostare automaticamente le impostazioni di lavaggio più adatte. Supporta sia il Wi-Fi che Bluetooth.
  • Capisce gli abiti , Wi-Fi e Bluetooth

Un'altra lavasciuga dal cestello grande di 10kg e 6kg, rispettivamente per il lavaggio e l'asciugatura, è la Hoover HDE 5106AMBS. Oltre alla sua grande capacità di carico, questo modello merita di essere preso in considerazione per le sue ottime prestazioni di lavaggio e per il cestello che raggiunge una velocità di rotazione di 1500 giri al minuto. Come tutte quelle presenti in questa guida, può connettersi al vostro dispositivo tramite Wi-Fi e con l'app dedicata potete comandarla da remoto, avviando il ciclo di lavaggio, interromperlo, controllare i consumi e molto altro. Interessante la funzione Scan To Care, che vi permetterà di scansionare le etichette degli abiti in modo che possiate poi impostare la lavasciuga con le impostazioni suggerite. Non gli manca il dosaggio automatico, che calcola la giusta quantità di detergente in base al carico. Insomma, anche in questo caso siamo di fronte a una lavasciuga moderna e dalle ottime prestazioni.